La guerra di Mario

Acquista su Ibs.it   Soundtrack La guerra di Mario  
Un film di Antonio Capuano. Con Marco Grieco, Valeria Golino, Andrea Renzi, Anita Caprioli, Rosaria De Cicco.
continua»
Drammatico, durata 100 min. - Italia 2005. uscita venerdì 3 marzo 2006. MYMONETRO La guerra di Mario * * * - - valutazione media: 3,31 su 32 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,31/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * 1/2 - -
 critica * * * 1/2 -
 pubblico * * * - -
L'incontro tra un bambino "difficile" e una coppia borghese che vorrebbe prenderlo in adozione è lo spunto per Capuano per dire che l'educazione dei bambini è solo uno strumento repressivo messo in atto dalla società per controllare le persone.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Girato con una grande attenzione ai "non luoghi", un film sull'educazione
Giancarlo Zappoli     * * - - -

Mario è un bambino di nove anni che il Tribunale dei Minori ha sottratto alla famiglia perché considerato un bambino difficile. Giulia e Sandro sono una coppia di quarantenni che convivono da due anni, senza figli, che decidono di chiedere in affidamento un bambino. Viene dato loro Mario. Da quel momento la coppia va in crisi. Giulia è favorevole a una crescita del bambino priva di vincoli "educativi" mentre Sandro non riesce ad accettare questo stato di cose. Mario verrà alla fine sottratto alla coppia dal Tribunale ed affidato ad un'altra famiglia.
Girato con una grande attenzione ai "non luoghi" in cui Mario viene a trovarsi (cioè luoghi che, come dice lui riguardo alla madre adottiva "non gli appartengono"). Il film è viziato però da una contraddizione di fondo. Capuano (ricordate Pianese Nunzio. 14 anni a maggio?) soffre di una sorta di sindrome di Peter Pan probabilmente acquisita ai tempi del '68 e mai più guarita. È cioè convinto che l'educazione dei bambini sia solo uno strumento repressivo messo in atto dalla società per controllare le persone. In realtà basterebbe "accogliere" i nuovi nati lasciandoli poi liberi di fare ciò che vogliono (o quasi). Così ci propone una possibile madre adottiva assolutamente permissiva e la contorna di altre figure (il suo compagno, gli insegnanti, la psicologa, il giudice) che non comprendono questa sua scelta. Peccato che neppure grandissima parte del pubblico la comprenda e la pratichi nella vita. A chi scrive è successo di assistere alla proiezione al Festival di Locarno con un gruppo di 18-22enni che concordavano sul fatto che l'affido rappresentato sullo schermo fosse di fatto sbagliato. Tutti moralisti in erba? No. Molto più semplicemente persone capaci di distinguere tra il ruolo di genitore e quello di amico accondiscendente. Capuano non c'è ancora riuscito.

Stampa in PDF

Premi e nomination La guerra di Mario MYmovies
La guerra di Mario recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Premi e nomination La guerra di Mario

premi
nomination
Nastri d'Argento
0
1
David di Donatello
2
2
* * * * -

La guerra di mario

lunedì 13 marzo 2006 di Antonello Villani

Bambini difficili quelli della periferia napoletana. Antonio Capuano, regista con un occhio alla città ed un altro alla camorra, ha più volte raccontato ragazzini emarginati, dediti a scippi e rapine, talvolta uccisi e gettati via come spazzatura. Dal suo esordio del ‘91 con “Vito e gli altri” sino a “Pianese Nunzio 14 anni a maggio”, la sua filmografia è piena di “muschilli” che si macchiano di crimini perché nelle zone ad alto rischio la violenza è la regola. Ispirato ad un fatto realmente accaduto, continua »

luciano
la scuola è un brutto carcere ed il carcere è una buona scuola
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Mario
"Non è mia madre! Non mi appartiene!"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Giulia
Mario non vuole essere educato, vuole essere accolto
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

SOUNDTRACK | La guerra di Mario

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 10 marzo 2006

Cover CD La guerra di Mario A partire da venerdì 10 marzo 2006 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film La guerra di Mario del regista. Antonio Capuano Distribuita da Radio Fandango.

Sono inoltre disponibili altre colonne sonore del film. altre versioni »

di Claudia Mangano Il Mucchio

Sono tanti gli spunti che Capuano, già regista di Vito e gli altri e Pianese Nunzio 14 anni a maggio, condensa in questa pellicola di grande sobrietà. Nessuna “bella inquadratura” per raccontare la storia di un affido difficile, quello di Mario, che a nove anni ha alle spalle un’infanzia trascorsa nella periferia degradata di Napoli e segnata da abusi familiari e miseria. La sua vita incontra quelle di Giulia (Valeria Golino) e Sandro (Andrea Renzi), una coppia di fatto della borghesia agiata e colta di Posillipo, quando il Tribunale dei Minori decide di affidarlo temporaneamente a loro. »

di Valerio Caprara Il Mattino

Ad Antonio Capuano va riconosciuta una personalità d'autore ispida, schiva e non omologata. Se vi sembra poco, provate a ripensare alle fanfare che sotto varie forme continuano ad ammorbare qualsiasi approccio al cinema cosiddetto vesuviano. La guerra di Mario, peraltro, ci sembra programmato per inquietare e disturbare lo spettatore, ma nello stesso tempo vincolato a un sottotesto neo-neorealistico che non può fare a meno di risultare generico e irrilevante. Non è in gioco, dunque, la «verità» umana e ambientale - che sullo schermo conta quasi sempre come il due di briscola -, bensì quella della messinscena che si basa sul peculiare rapporto istituito tra fabula e racconto, contenuto e immagini: visto con occhio sgombro da pretese oracolari, insomma, il film abbozza ipotesi tutt'altro che banali, ma poi si disunisce rifugiandosi ora nel vago richiamo antipsichiatrico stile anni Settanta, ora nelle capziose parentesi oniriche, ora nelle grevi citazioni cronachistiche (le foto dei bambini africani in armi). »

di Alberto Castellano Il Mattino

Marco Grieco, il piccolo straordinario interprete della «Guerra di Mario» di Antonio Capuano, unico film italiano in concorso passato ieri, giocherella con la cuffia per le traduzioni al tavolo della conferenza stampa del film, per niente intimidito. È venuto accompagnato dalla nonna a Locarno con i due protagonisti Valeria Golino e Andrea Renzi, il regista, i produttori Domenico Procacci per la Fandango e Nicola Giuliano per la Indigo Film e il cast tecnico. «Mi sono resa conto della complessità del mio personaggio», dice la Golino, «mentre giravo. »

di Dario Zonta L'Unità

La guerra di Mario di Antonio Capuano è un film da vedere assolutamente. Lo diciamo subito, e senza mezzi termini, perché quando capita di incontrare un film italiano così convincente (e non capita spesso), bisogna gridano ad alta voce. Il regista napoletano ha un talento speciale a far recitare i bambini, come dimostrano le prime due opere, Vito e gli altri e Pianese Nunzio 14 anni a maggio. In La guerra di Mario è alle prese con un bambino di nove anni dato in affidamento a una coppia di quarantenni della colta borghesia napoletana. »

La guerra di Mario | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (1)
David di Donatello (4)


Articoli & News
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità