Indivisibili

Acquista su Ibs.it   Dvd Indivisibili   Blu-Ray Indivisibili  
Un film di Edoardo De Angelis. Con Marianna Fontana, Angela Fontana, Antonia Truppo, Massimiliano Rossi, Toni Laudadio.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 100 min. - Italia 2016. - Medusa uscita giovedý 29 settembre 2016. MYMONETRO Indivisibili * * * - - valutazione media: 3,45 su 55 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
great steven lunedý 25 marzo 2019
una frase a favore della sanitÓ del nostro cinema. Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

INDIVISIBILI (IT, 2016) diretto da EDOARDO DE ANGELIS. Interpretato da MARIANNA FONTANA, ANGELA FONTANA, ANTONIA TRUPPO, MASSIMILIANO ROSSI, TONY LAUDADIO, MARCO MARIO DE NOTATRIS, GIANFRANCO GALLO, GAETANO BRUNO, PEPPE SERVILLO
Viola e Dasy sono due gemelle siamesi partenopee di 18 anni che, col mestiere di cantanti (si esibiscono ai matrimoni e alle sagre di paese), mantengono tutta la loro famiglia, incassando mediamente svariate migliaia di euro ogni anno. Ma, nonostante lo strepitoso successo e l’indiscussa popolarità di cui godono nella periferia di Napoli, la loro vita famigliare è tutt’altro che idilliaca. Il padre, compositore dei brani che esse interpretano, è arrogante e ha il vizio del gioco d’azzardo, mentre la madre, che con lui si trova spesso in disaccordo, è dipendente dall’alcol. [+]

[+] lascia un commento a great steven »
d'accordo?
ennio venerdý 27 ottobre 2017
realismo+originalitÓ+umorismo+surrealismo Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Una bella sorpresa che il cinema italo-napoletano riserva agli orfani del realismo. Solo la scena dello sfogo di Peppe per le spese insulse della moglie vale un Oscar alla comicità. Molto brave le due gemelle. I personaggi del prete-boss che pratica cerimonie iniziatiche neognostiche e del ricco pervertito che organizza ritrovi di mostri sessualmente deviati, sono talmente estremi da sembrare surreali, ma temo che si avvicinino molto alla realtà. Intensa anche la rappresentazione del gruppo familiare allargato e del gruppo sociale allargato composto di umanità spesso derelitte che, nonostante tutto, campano cercando di non farsi troppo male. Quattro stelle abbondanti.

[+] lascia un commento a ennio »
d'accordo?
tmpsvita lunedý 16 ottobre 2017
un prodotto notevole al quale manca per˛, emozione Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

 Indivisibili è forse uno dei più acclamati film italiani degli ultimi dieci anni, vincitore di prestigiosi premi e attualmente in lizza per entrare, rappresentando l'Italia, nella lista per conquistare una nomination agli Oscar.

Dopo tutte queste premesse non potevo che avere aspettative piuttosto elevate anche se il trailer non mi aveva attirato più di tanto.
Dopo averlo finito sono rimasto un po' dubbioso su che giudizio attribuirgli perché l'intenzione di fare qualcosa di importante e non ancora esplorato nel cinema nostrano si percepisce.
Però è anche vero che dopo tutte quelle lodi mi sarei aspettato un film non più bello o realizzato meglio ma un po' più emozionante, ci sono vari momenti nei quali poteva trasmettere qualcosa di più forte ma a causa di una sceneggiatura che spesso ha paura di essere presa poco sul serio e che quindi risulta ogni tanto troppo seria e un po' fredda. [+]

[+] lascia un commento a tmpsvita »
d'accordo?
valterchiappa martedý 26 settembre 2017
favole dal degrado: il cinema italiano risorge Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

La penna di Nicola Guaglianone, sceneggiatore di “Lo chiamavano Jeeg Robot” ama osare; raccontare storie inedite, mescolare registri, reinventare generi, così come accaduto per l’acclamato film di Gabriele Mainetti. In “Indivisibili”, assieme al regista Edoardo De Angelis (“Mozzarella stories”, “Perez”), ci racconta un’altra favola, così come sa fare lui, utilizzando ingredienti in insolito accostamento, a volte in stridente contrasto, ma rivestendoli comunque con un alone di purissima poesia.
L’ambientazione, fondamentale, è sparata subito nella sequenza iniziale. [+]

[+] lascia un commento a valterchiappa »
d'accordo?
angeloumana martedý 12 settembre 2017
un ambiente che "fÓ scuorno" Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

 Protagonista del film è l'ambiente dove il regista e sceneggiatore Edoardo De Angelis ha “immaginato” la sua storia, più delle due angeliche sorelle gemelle – 18enni nei loro personaggi - letteralmente “unite per la pelle”, che cantano nelle feste di comunioni e matrimoni del circondario. Il loro agente è il padre, senza scrupoli e che non tiene nel minimo conto la volontà delle ragazze, sfrutta la loro dipendenza che è quasi schiavitù, ne accumula i ricavi per spenderli a suo modo. La vicenda è immaginata ma trae spunto abbondantemente dal sottobosco della regione: qui siamo tra Castelvolturno e Baia Domizia. [+]

[+] integrazione (di angeloumana)
[+] lascia un commento a angeloumana »
d'accordo?
vepra81 martedý 29 agosto 2017
film straniero Valutazione 2 stelle su cinque
50%
No
50%

Dopo il tanto parlare di questo film ieri sera ho avuto modo di vederlo. La trama è drammatica e coinvolgente. Altro di bello. Nulla. Un film meridionale per i meridionali. Non ho capito nulla sia per l'audio registrato male sia per l'idea del regista di usare il dialetto locale. Almeno mettere i sotto titoli. Ne hanno tanto parlato bene ma sono rimasto deluso. Lo chiamate film italiano e allora parlate in italiano. Molti termini usati non li ho capiti. Il film ha dei lunghissimi piani sequenza che spesso annoiano lo spettatore in quanto non accade nulla. L'inizio più che indivisibili mi sembrava "100 colpi di spazzola". Un'occasione sprecata di fare un capolavoro a mio avviso

[+] lascia un commento a vepra81 »
d'accordo?
eugenio martedý 25 luglio 2017
il racconto di due gemelle alle foci del volturno Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

A metà tra il melò, un territorio straziato dai rifiuti alla foce del Volturno e il riscatto sociale.
A metà tra il desiderio di proclamare la propria indipendenza e l’esercizio di un diritto primigenio quello alla vita contro la logica pietistica di “fenomeni da baraccone”, il tempo necessario per una suonata al matrimonio o a un ballo in una festa in piazza di paese.
A metà tra il comportamento passivo che nasconde condiscendenza, amara accettazione dello status quo e l’ansia di provare emozioni nuove, in poche parole: una nuova vita.
Il titolo tra tante metà che nel film giocano un ruolo dicotomico e da una volontà di ”separazione” , per antifrasi, è ineluttabile e perentorio: Indivisibili. [+]

[+] lascia un commento a eugenio »
d'accordo?
gufetta76 mercoledý 3 maggio 2017
la sorellanza Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Nonostante il dialetto per me incomprensibile, il film è  girato bene ed è molto bello. Belle le musiche e anche le location spesso sembrano non luoghi o spazi stregati. La tematica trattata è  difficile e spesso scabrosa,  ma la regia veloce e semplice non appesantisce la tematica.Consigliato

[+] lascia un commento a gufetta76 »
d'accordo?
uppercut domenica 30 aprile 2017
inattaccabili? Valutazione 2 stelle su cinque
50%
No
50%

Indivisibili , perso al cinema, recuperato su sky, è innanzitutto il suo ottimo trailer: due volti gemelli che ti rimangono nella memoria, un'atmosfera cromatica e musicale molto pervasiva, un'idea narrativa di base accattivante. Il problema è il suo avanzamento nell'estensione del lungometraggio. A volte zoppica, sbanda, s'inciampa come la/le protagonista/e, costrette a un connubio a dir poco complicato. Anche il film soffre dello stesso handicap, autocostringendosi in un difficilissimo equilibrio tra realismo sociale e slancio visionario, un'impresa per geni come Zavattini o Kusturica, assai più ardua per un coraggioso regista alle prese con una produzione non certo stellare. [+]

[+] lascia un commento a uppercut »
d'accordo?
maddalenapignata giovedý 30 marzo 2017
il vero david di donatello Valutazione 5 stelle su cinque
50%
No
50%

é vero, ha ottenuto ben sei statuette tra cui miglior sceneggiatura e miglior produttore, oltre alle meritatissime due per la musica del grande avitabile e la canzone originale. è vero, ha ottenuto un grande successo. ma non basta, questo è il miglior film italiano dell'anno, lo sanno tutti, eppure  la pazza gioia ha ottenuto il riconoscimento pe ril miglior film e Virzì quello per la miglior regia. Ecco, la pazza gioia è un ottimo film ma la potenza espressiva ed innovativa di Indivisibili è nettamente superiore e a mio parere andava riconosciuta a pieno. 

[+] lascia un commento a maddalenapignata »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 »
Indivisibili | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1░ |
  2░ |
  3░ | casomai21
  4░ | nanni
  5░ |
  6░ | luca scialo
  7░ | anairda54
  8░ | maumauroma
  9░ | flyanto
10░ | mauridal
11░ | great steven
12░ | ennio
13░ | valterchiappa
14░ | eugenio
15░ | gufetta76
16░ | uppercut
17░ | flyanto
18░ | angeloumana
19░ | tmpsvita
20░ | guazza da semifonte
21░ | maria elena p.
22░ | 1275483792@facebook
Nastri d'Argento (12)
David di Donatello (24)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 29 settembre 2016
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità