Train de vie - Un treno per vivere

Acquista su Ibs.it   Dvd Train de vie - Un treno per vivere   Blu-Ray Train de vie - Un treno per vivere  
Un film di Radu Mihaileanu. Con Agathe De La Fontaine, Lionel Abelanski, Rufus, Clément Harari, Marie José Nat.
continua»
Titolo originale Train de vie. Commedia, Ratings: Kids+16, durata 103 min. - Francia, Belgio, Romania, Israele, Paesi Bassi 1998. MYMONETRO Train de vie - Un treno per vivere * * * 1/2 - valutazione media: 3,51 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

Dio ha il senso dell’umorismo ? Valutazione 5 stelle su cinque

di ANTONIOPAGANO


Feedback: 2428 | altri commenti e recensioni di ANTONIOPAGANO
mercoledì 14 febbraio 2018

 «C’era una volta un piccolo shtetl …»: questo incipit dà subito al film la sua chiave favolistica, per quel “c’era una volta” e per chi pronuncia la frase, Schlomo (Lionel Abelanski), il matto visionario, lo scemo del villaggio. Nel 1941 un villaggio ebreo (shtetl) dell’Europa orientale sotto il tallone nazista è minacciato dall’arrivo dei tedeschi che deporterebbero tutti nei campi di sterminio. Schlomo suggerisce una via d’uscita degna de “La lettera rubata” di Edgar Allan Poe: cosa c’è di meglio che fingersi deportati per sottrarsi alla deportazione? Sotto la guida del Rabbino (Clément Harari) e dei maggiorenti della comunità, viene allestito un treno di fortuna, con il quale gli abitanti lasciano il villaggio dividendosi tra finti deportati, con una minoranza improvvisamente convertita al comunismo, e finti nazisti che li scortano. Il piano è di attraversare l’Europa in direzione est, riparare in Russia per mettersi in salvo e da lì raggiungere la Terra Santa per iniziare una nuova vita.
Non c’è da perdere una sola battuta dei ricchissimi e incalzanti dialoghi, condotti sul filo di un irresistibile umorismo yiddish al quale tutte le voci collaborano, con situazioni comiche acuite dalla immedesimazione dei personaggi nei loro ruoli (nazisti e deportati ebrei e comunisti): ritroviamo in questa grottesca identificazione “per contatto” qualcosa dello Zelig di Woody Allen e del resto lo stesso Allen ha costruito il suo umorismo sui paradossi che derivano dalla tradizione popolare ebraica. Si tratta di quell’umorismo sapiente che interseca la realtà e la interpreta in modo lapidario senza regalare nulla alla banalità del patetico.
A fronte di tanta leggerezza il tema della storia è il rapporto tra l’uomo e Dio, dove l’uomo è identificabile nella fede del Rabbino e della sua comunità e Dio nell’innocenza del sogno di Schlomo. Sarà proprio il matto Schlomo, che voleva fare il rabbino ma «quel posto era già preso», a rivelare a tutti l’umanità di Dio, a pronunciare quella preghiera che tutti sentiranno come atto di riconciliazione e verità rispetto alla finzione: «Dio forse ha creato l’uomo, ma l’uomo, il figlio di Dio, ha creato Dio solo per inventare sé stesso». Dio esiste attraverso i sogni degli uomini («… sognavi, avevi un Dio …») e questi sogni, come quello immaginifico di Schlomo, sono necessari per recuperare una dimensione umana quando l’abbiamo smarrita.
Tanti gli avvenimenti nel corso dell’incredibile viaggio, compreso l’incontro e la fusione con un gruppo di zingari anch’essi in fuga dai rastrellamenti nazisti. Affascinati dalla musica dell’orchestra mista zigano-yiddish e rattristati dallo smarrimento finale di Schlomo, ci chiediamo se le grandi tragedie come la Shoàh abbiano un senso. Fortunato il Rabbino che, davanti all’incertezza del presente, si consola con un «Dio capirà».
Questo film è un capolavoro.

[+] lascia un commento a antoniopagano »
Sei d'accordo con la recensione di ANTONIOPAGANO?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di ANTONIOPAGANO:

Train de vie - Un treno per vivere | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | bandiera rossa
  2° | lozzy
  3° | filippo catani
  4° | luca scialò
  5° | folsom
  6° | great steven
  7° | antoniopagano
  8° | sisto razzino
  9° | noia1
10° | xerox
11° | gianpaolo
Rassegna stampa
Paolo Boschi
Immagini
1 | 2 | 3 |
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità