I tre giorni del Condor

Acquista su Ibs.it   Dvd I tre giorni del Condor   Blu-Ray I tre giorni del Condor  
Un film di Sydney Pollack. Con Robert Redford, Max von Sydow, Faye Dunaway, Cliff Robertson, Addison Powell.
continua»
Titolo originale Three Days of the Condor. Drammatico, durata 117 min. - USA 1975. MYMONETRO I tre giorni del Condor * * * - - valutazione media: 3,48 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Gli inquietanti giochi di potere Valutazione 4 stelle su cinque

di andrejuve


Feedback: 5008 | altri commenti e recensioni di andrejuve
lunedė 28 dicembre 2015

“I tre giorni del Condor” è un film del 1975 diretto da Sydney Pollack. Presso una sede bibliotecaria di New York un gruppo di sette impiegati della CIA sotto copertura hanno il compito di analizzare testi e romanzi polizieschi e gialli al fine di scoprire e ipotizzare gli stratagemmi utilizzati dai criminali nei singoli casi specifici a loro sottoposti. Joseph Turner, al quale è stato affibbiato come nominativo in incognita il “Condor”, è uno dei giovani impiegati in attività da poco tempo. Una mattina, mentre si reca presso il bar ad acquistare la colazione per i colleghi, un gruppo di tre persone, capitanate dallo spietato killer professionista di nome Joubert, entra all'interno della struttura uccidendo a freddo tutti i sei funzionari al suo interno oltre a un altro membro della compagnia in quel momento situato presso la sua dimora. Di ritorno dal bar Turner assiste a questo spaventoso massacro e, impaurito, cerca aiuto contattando il quartier generale della CIA la quale organizza un incontro affinché il protagonista venga messo in salvo. Per offrirgli maggiori garanzie oltre al capo reparto della sezione dei servizi segreti viene inviato anche un altro dipendente in stretto legame di amicizia con Turner. Durante l'incontro però il capo reparto cerca di uccidere Turner e assassina il suo amico. Turner capisce che non può più fidarsi di nessuno, neanche all'interno della CIA stessa e, dopo aver preso in ostaggio un'affascinante donna di nome Kathy Hale, costringe quest'ultima a offrigli un rifugio sicuro presso la propria abitazione. Da quel momento Turner decide di intraprendere un'indagine al fine di fornire una risposta a numerosi interrogativi: perché sono state uccise quelle persone in quel brutale modo? La CIA è coinvolta in tutta questa vicenda? Quali sono le ragioni che hanno scatenato questa inquietante serie di eventi? La strada per scoprire la verità sarà piena di ostacoli e difficoltà. La pellicola incentra l'attenzione sul mondo dei servizi segreti, costellato da riservatezza, strategia e segretezza. In questa realtà sono frequenti i sotterfugi e gli inganni. L'unico modo per sopravvivere è quello di nutrire una costante diffidenza verso le altre persone e un continuo clima di sospetto. Il regista riesce a far riflettere sul tema della “realtà” facendo particolare riferimento alle tecniche utilizzate dai Governi e dai mass media per fuorviarla e manipolarla mettendo in luce al popolo una verità che molto spesso non rispecchia gli eventi cosi come si sono realmente delineati. Inoltre le più grandi potenze mondiali, grazie all'ausilio dei servizi segreti, compiono azioni disumane e inquietanti al solo fine di raggiungere obiettivi legati al profitto economico e al raggiungimento del potere assoluto. A costo di sacrificare vite umane il perseguimento di interessi considerati di primaria importanza prende il sopravvento. Nascondere la verità è uno degli espedienti più efficaci per il conseguimento di tali fini. Il film coinvolge lo spettatore grazie al costante stato di tensione che accresce in corrispondenza del susseguirsi degli eventi. La trama nonostante possa risultare a tratti complessa è ben delineata grazie ad una narrazione lineare che riesce a regalare momenti di suspence. Pollack riesce a inserire all'interno del film tutti i canoni tipici del genere dello spionaggio mescolandolo con quello thriller e a tratti con il sentimentale. Un bel film che risulta efficace nonostante faccia poco leva sulla pura e semplice azione concentrandosi invece sui dialoghi, sulle riflessioni che comportano e sull'introspezione psicologica dei personaggi. Un altro elemento che rende interessante il film è inoltre il realismo e la spietatezza di alcune sequenze che lasciano poco spazio alla speranza facendo posto invece a un sentimento di rassegnazione e di sconforto. Eccellente l'interpretazione del grande Robert Redford, nei panni di Joseph Turner, il quale riesce a trasmettere efficacemente allo spettatore tutta l'altalena di emozioni che caratterizza il protagonista. Bravi anche Faye Dunaway, nella parte di Kathy Hale, e soprattutto Max von Sidow, il quale ricopre il ruolo per nulla banale dello spietato Joubert. Un film che consiglio di vedere.

[+] lascia un commento a andrejuve »
Sei d'accordo con la recensione di andrejuve?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di andrejuve:

Vedi tutti i commenti di andrejuve »
I tre giorni del Condor | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | josephdari
  2° | sirgient
  3° | andrejuve
  4° | andrea alesci
  5° | elgatoloco
  6° | onufrio
  7° | dqitos
  8° | elgatoloco
  9° | paolp78
Premio Oscar (2)
Golden Globes (1)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità