I tre giorni del Condor

Acquista su Ibs.it   Dvd I tre giorni del Condor   Blu-Ray I tre giorni del Condor  
Un film di Sydney Pollack. Con Robert Redford, Max von Sydow, Faye Dunaway, Cliff Robertson, Addison Powell.
continua»
Titolo originale Three Days of the Condor. Drammatico, durata 117 min. - USA 1975. MYMONETRO I tre giorni del Condor * * * - - valutazione media: 3,47 su 32 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
fabio giovedì 23 agosto 2018
pollack in stato di grazia Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Uno dei migliori film  del genere. Ancora oggi attuale. Consigliato anche a chi non ama i film che parlano di spie e complotti per lo spaccato che sa dare sull'America e il potere.

[+] lascia un commento a fabio »
d'accordo?
paolp78 domenica 5 agosto 2018
fantaspionaggio hollywoodiano Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Buon film di spionaggio, molto romanzato.
La sceneggiatura si dimostra in alcune parti decisamente forzata e poco convincente: ciò è dovuto al tentativo di inserire e sviluppare situazioni, che tuttavia restano ben poco credibili. I dialoghi tra Redford (sequestratore) la Dunaway (sequestrata) non mi hanno convinto affatto, sembrandomi addirittura sconfinare nel ridicolo, in certi momenti.
Il film ha la pecca di prendersi un po’ troppo sul serio, senza forse poterselo permettere fino in fondo. Inoltre devo dire che personalmente non apprezzo il complottismo anti-americano, di cui mi pare sia affetto in parte questo film, con cui si cerca di dare sempre la colpa di tutto alla CIA (come quei matti che ancora oggigiorno tirano fuori teorie strampalate secondo cui gli attentati alle torri gemelle del 11 settembre 2001 li avrebbero organizzati i servizi segreti americani … per carità!)
La scena migliore del film resta, a mio avviso, quella della carneficina iniziale con le armi dotate di silenziatore. [+]

[+] lascia un commento a paolp78 »
d'accordo?
no_data domenica 28 gennaio 2018
le fotografie a casa di faye dunaway Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Mi piacerebbe sapere da chi sono state scattatw le fotografie a casa di Faye Dunaway...

[+] lascia un commento a no_data »
d'accordo?
renato c. giovedì 2 febbraio 2017
bellissimo film di spionaggio! Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Il film è del 1975, epoca del watergate e della corruzioni politica! Qui hanno voluto interessare il pubblico americano di quei tempi, facendo vedere una CIA corrotta, un'altra "CIA" nella CIA che organizzava di fare scoppiare una guerra in Medio Oriente per assicurarsi il controllo del petrolio! L'America era appena uscita dalla guerra del Vietnam, guerra sbagliatissima, e si erano fatti l'idea delle autorità e dei servizi segreti colpevoli! Condor è l'eroe del film che, scampato casualmente ad un massacro, si da da fare per impedire lo scoppio di una nuova guerra! Ma il bravo regista ci fa uno scherzetto lasciando in sospeso due cose: 1^ Fa finire il film senza farci sapere se la CIA riesce ad evitare la pubblicazione del rapporto del Condor [+]

[+] lascia un commento a renato c. »
d'accordo?
onufrio venerdì 16 dicembre 2016
salvate il condor Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

Joseph Turner (R.Redford) lavora per la CIA come semplice impiegato in una sede che si occupa solamente di leggere i giornali e scovare eventuali codici e robe varie, un lavoro senza pericoli insomma, sino a quando due sicari irrompono in sede uccidendo tutti, Turner è l'unico a salvarsi in quanto fuori a prendere la colazione per gli altri. Inizia così una caccia all'uomo per il Condor, una parte della CIA lo vuole morto, cosa si cela dietro a questa strage di semplici dipendenti? il Condor lo scoprirà con l'aiuto di Kathy (F.Dunaway). Thriller avvincente e ben costruito.

[+] lascia un commento a onufrio »
d'accordo?
elgatoloco venerdì 28 ottobre 2016
grande fil, grande pollack Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Film straordinario, allora(1975)come ora, questo"Three Days of the Condor"(una volta tanto anche il titolo italiano rende l'originale)di Sidney Pollack, da un romanzo di James Grady. A parte il fatto che demistifica, dopo molti anni di"censura del silenzio"la CIA svelandone inquietanti retroscena(ma anche ciò che si sa basterebbe, basta pensare al ruolo dei S.S.USA nei vari"golpe"latinoamericani...), la suspense qui è onnipresente, con un'alternanza di minacce e pericoli reali/immaginari, dove però anche il pericolo "immaginario"copre una minaccia ben reale...ben presente, dove il malcapitato "consulente intellettuale"(potremmo definire così il suo ruolo) è il capro espiatorio di una lotta feroce-ricordiamo che lo scandalo"Watergate"era stato svelato da poco, almeno relativamente, pur se nel nostro"postmodern"due anni, anzi meno nel caso specifico, sono già un tempo quasi"epocale". [+]

[+] lascia un commento a elgatoloco »
d'accordo?
sirgient martedì 29 marzo 2016
un animale in via di estinzione... Valutazione 5 stelle su cinque
91%
No
9%

La musica, i rumori della telescrivente che batte veloce sui fogli e la stampante a nastro continuo, la segretaria in portineria  che fuma dentro l'ufficio, altri tempi che appartengono prepotentemente alla mia giovinezza.
Un robert Redford straordinario, all'ombra delle torri gemelle simbolo dell'opulenza e del potere economico e non solo.
L'ombra della C.I.A. che cresce tra le righe, fino a prorompere prepotentemente con tutta la sua logica razionalità... Potere, petrolio, interessi, la gente, il futuro, intrighi e giochi di potere, tutto il futuro resta scritto dentro le immagini di un film del 1975 che ancora oggi a distanza di 30 anni  mostra tutta la sua forza. [+]

[+] lascia un commento a sirgient »
d'accordo?
andrejuve lunedì 28 dicembre 2015
gli inquietanti giochi di potere Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

“I tre giorni del Condor” è un film del 1975 diretto da Sydney Pollack. Presso una sede bibliotecaria di New York un gruppo di sette impiegati della CIA sotto copertura hanno il compito di analizzare testi e romanzi polizieschi e gialli al fine di scoprire e ipotizzare gli stratagemmi utilizzati dai criminali nei singoli casi specifici a loro sottoposti. Joseph Turner, al quale è stato affibbiato come nominativo in incognita il “Condor”, è uno dei giovani impiegati in attività da poco tempo. Una mattina, mentre si reca presso il bar ad acquistare la colazione per i colleghi, un gruppo di tre persone, capitanate dallo spietato killer professionista di nome Joubert, entra all'interno della struttura uccidendo a freddo tutti i sei funzionari al suo interno oltre a un altro membro della compagnia in quel momento situato presso la sua dimora. [+]

[+] lascia un commento a andrejuve »
d'accordo?
dqitos domenica 4 ottobre 2015
ciascuno recita bene propria parte. Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

questo sembra essere un film 'eclatante' in tutte le angolazioni lo
si voglia vedere, ci si rende conto immediatamente del
muro di omertà e accordi sottobanco di molte
persone losche per futili motivi, dal momento in cui
i telefoni e gli allacciamneti non sembrano funzionare,
per un uomo di legge si tratta di
futili motivi, per invece altre persone no, noterete che, tra
esperti e sapientoni di cinema
e cultura quasi, nessuno ricorda che è tratto dal romanzo di
james grady ' i 6 giorni del condor...', quando il commercio e gli affari
oltrepassano il potere della legge e l'interesse per la legalità,
dunque vedete un sopravvissuto a un massacro, che niente ha a
che vedere con la nasa e neanche la cia forse, ciò è più accomunabile alla
psicosi incurabile di tante persone, per poter trarre il massimo profitto
da vicende e situazioni di non legalità, sino a cercar di volere isolare un solo
elemento, come di solito tende a fare anche la più grande democrazia, che
ricordiamolo è il contrario della dittatura, come è noto
(senza le dovute prove)
dove i capri espiatori sono un cittadino (il popolo)
e il resto de popolo dittatore incapace di curarsi attende il tempo migliore
per piangere e rimpiangere un essere migliore, per questo,
sacrificabile e per loro soprattutto. [+]

[+] lascia un commento a dqitos »
d'accordo?
andrea alesci domenica 26 luglio 2015
niente è come sembra, tutto è come appare Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Fosco come il dubbio di quelle poche parole pronunciate da Higgins: “Ehi Turner, sei sicuro che lo stampano?”. Ecco com’è l’animo palpitante del film che Sidney Pollack gira nel 1975, in pieno clima post-Watergate, un’atmosfera densa di sospetti, diffidenza e quel doppiogiochismo che marca indelebilmente e ineluttabilmente l’oscuro lavorio dei servizi segreti.
 
Joseph Turner (Robert Redford) è l’unico sopravvissuto a una vera e propria strage compiuta presso la sede della American Literary Historical Society: lui è fuori a prendere il pranzo d’asporto, quando il killer Joubert (Max Von Sydow) entra e insieme ad altri due sicari fa fuori tutti i suoi colleghi. [+]

[+] lascia un commento a andrea alesci »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
I tre giorni del Condor | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | josephdari
  2° | sirgient
  3° | andrejuve
  4° | andrea alesci
  5° | elgatoloco
  6° | dqitos
  7° | paolp78
  8° | onufrio
Premio Oscar (2)
Golden Globes (1)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Shop
DVD
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità