Hana-Bi

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Hana-Bi  
Un film di Takeshi Kitano. Con Takeshi Kitano, Kayoko Kishimoto, Ren Ôsugi Drammatico, durata 103 min. - Giappone 1997. MYMONETRO Hana-Bi * * * 1/2 - valutazione media: 3,79 su 31 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato assolutamente sì!
3,79/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblico * * * * 1/2
Takeshi Kitano
Takeshi Kitano (74 anni) 18 Gennaio 1947 Interpreta Nishi
Kayoko Kishimoto
Kayoko Kishimoto (60 anni) 29 Dicembre 1960 Interpreta Miyuki
Ren Ôsugi
Ren Ôsugi 27 Settembre 1951 Interpreta Horibe
Il detective Nishi sta passando un brutto periodo. La moglie ha poco da vivere a causa di un male inguaribile e si sente in colpa nei confronti di Horibe, suo amico e compagno ridotto sulla sedia a rotelle.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
    * * * - -

Il detective Nishi sta passando un brutto periodo. La moglie ha poco da vivere a causa di un male inguaribile e si sente in colpa nei confronti di Horibe, suo amico e compagno ridotto sulla sedia a rotelle. Chiede un prestito a uno strozzino per fare un regalo a Horibe, che vuole dipingere, e per dare dei soldi alla vedova di un altro poliziotto. In un finale struggente deciderà di uccidere se stesso e la moglie. Il miglior film realizzato dal regista giapponese. Leone d'Oro alla Mostra del Cinema di Venezia.

Stampa in PDF

Premi e nomination Hana-Bi MYmovies
Premi e nomination Hana-Bi

premi
nomination
Festival di Venezia
1
0
* * * * *

Tra i migliori 10 films anni 90

giovedì 6 settembre 2001 di andrea

Che si puo' dire di un film del genere? Io probabilmente sono eccessivamente critico nel confronto del dizionario Farinotti, ma certe volte proprio mi chiedo che film abbia visto chi scrivele recensioni. Molto meglio in questo tipo di dizionario il Mereghetti, almeno lui i film e' uno che va a vederli, con le palpebre ben aperte. Ma non sono qui per una banale analisi su due diversi modi di capire il cinema, ma per parlare di un film assolutamente imperdibile. Il settimo lungometraggio del giapponese continua »

* * * * *

Una linea tra la vita e la morte

venerdì 7 maggio 2010 di Paola Di Giuseppe

Fiori di fuoco sono i fuochi d’artificio nel cielo notturno sul mare, i fiori dei proiettili che esplodono, allargando sui corpi rosse corolle di violenza, i fiori che dissolvono la loro consistenza reale e riappaiono nella stilizzazione di un dipinto, il fiore rosso sangue del colore con cui Horibe cancella l'ideogramma di “suicidio” dipinto su un paesaggio innevato. Il contrasto è la cifra del film,nasce nel titolo e si irradia nella vicenda che vive di opposizioni,ritratte da un montaggio rigoroso, continua »

* * * * *

Che capolavoro...

mercoledì 30 maggio 2001 di Mac

Un film toccante ed estremo che fra flashback, immagini violente e quadri coloratissimi (dipinti dal regista stesso) segue un suo percorso logico obbligato fino alla drammatica conclusione. Capolavoro di sensibilità orientale, il film lascia il segno nello spettatore. Eccellenti sia la regia che la recitazione di Kitano. continua »

* * * * *

Il miglior film del decennio

giovedì 5 giugno 2014 di laurence316

7° film di Kitano, dopo il già notevolissimo Sonatine, è il suo migliore e uno dei migliori (per non dire il più grande) film degli anni '90. Certi pseudo critici dovrebbero astenersi dal parlare dei film se quasi certamente non gli hanno neanche visti (non da svegli, almeno!). Struggente, amaro e umano, è un film che insegue vari generi, incrociandone molti lungo il cammino. Certo, la manto di Kitano si sente, tutti i più grandi maestri si riconoscono continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film Hana-Bi adesso. »
Shop

SOUNDTRACK | Hana-Bi

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 11 gennaio 2002

Cover CD Hana-Bi A partire da venerdì 11 gennaio 2002 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Hana-Bi del regista. Takeshi Kitano Distribuita da Milan. Sono inoltre disponibili altre colonne sonore del film. altre versioni »

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

Neve, luce, suicidio: di queste tre parole è composto l'ultimo quadro dipinto da Horibe. Anzi, non di tre parole si tratta, ma dei tre simboli grafici che, nella scrittura giapponese, le rappresentano. La macchina da presa ce le mostra in successione, esplorando la tela con un'inquadratura ravvicinata: e a noi pare che una via o almeno una breccia ci venga offerta per avvicinarci ad Hana-bi (Giappone, 1997). La cerchiamo inutilmente da quasi due ore, quella breccia. Abbiamo prima tentato la lettura più immediata, narrativa: un ex poliziotto dai modi violenti si dà da fare per rendere felici gli ultimi giorni della moglie in fin di vita, e intanto se la vede a modo suo con i criminali della yakuza, con cui ha concluso affari sporchi anche allo scopo d'aiutare i suoi ex colleghi verso i quali nutre un certo senso di colpa. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Nel film giapponese molto bello, Hana-Bi, premiato con il Leone d'oro all'ultima Mostra di Venezia, il genere poliziesco si trasforma in una riflessione esistenziale grazie allo stile alto, asciutto, nitido, doloroso e insieme ricco di forza del regista cinquantenne Takeshi Kitano, che in Giappone è una famosissima star multimediale: attore comico, romanziere, poeta, saggista, autore di fumetti, divo di talk show televisivi, fisicamente pare una versione asiatica di Harvey Keitel. Il gran talento dell'autore (anche protagonista, sotto lo pseudonimo Beat Takeshi) mette insieme eccentricità sorprendente (il film comincia con un ragazzo giapponese biondo platino, con la scritta "Crepa" vergata in rosso sull'asfalto della strada), calma, silenzio (la storia è quasi senza parole) e scatti violentissimi: pugni fulminei, bacchette da cibo infilate dentro l'occhio dell'avversario, calci in bocca sino a far vomitare sangue, risse improvvise, sopraffazioni, sparatorie letali, cumuli di cadaveri bucati e insanguinati. »

di Marco Lodoli Diario

In questa settimana mi sono trovato spesso a riflettere sull’ultimo saggio di James Hillman, Il codice dell’anima. Partendo dai mito di Er raccontato da Platone, lo studioso americano ci porta a riconsiderare la natura della nostra individualità: non è vero, dice Hillman, che i’io è un prodotto storico, ambientale, familiare, non è vero che l’officina del mondo ci forgia giorno dopo giorno, che la nostra disposizione muta con il mutare delle situazioni esterne. Ogni essere umano ha il suo daimon, un demone che gli viene assegnato prima della nascita: un carattere, una vocazione, una necessità, chiamiamolo come ci pare, purché sia chiaro che tutta la nostra vita è dettata da questa voce implacabile. »

di Paolo Boschi Scanner

Quella al centro di Hana-Bi potrebbe essere una storia di ordinaria solitudine esistenziale metropolitana: un dramma contemporaneo che risucchia la vita del personaggio in questione fino al suicidio. Sintetizzata in questi termini, potrebbe trattarsi di una trama ‘normale’: a renderla unica e, per certi versi, eccezionale, è lo stile asciutto e ridondante, lento ed accelerato, debordante ed essenziale di Takeshi Kitano, che in questa pellicola lascia trasparire una spiccata propensione per l’eleganza visiva e per la composizione ossimorica dei contenuti: Hana-Bi è allo stesso tempo un poliziesco d’azione, un noir, un film drammatico, malinconico, riflessivo ma aperto a squarci di sereno, un film complesso ed a registri molteplici. »

Hana-Bi | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | andrea
  2° | paola di giuseppe
  3° | laurence316
  4° | mac
  5° | luca scialò
  6° | oh dae-su
  7° | carlo vecchiarelli
  8° | tommyf14
  9° | ctizen k
10° | dandy
11° | supertramp
12° | supertramp
13° | no_data
14° | nicola76
Rassegna stampa
Paolo Boschi
Festival di Venezia (1)


Articoli & News
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità