Allacciate le cinture

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Allacciate le cinture   Dvd Allacciate le cinture   Blu-Ray Allacciate le cinture  
Un film di Ferzan Ozpetek. Con Kasia Smutniak, Francesco Arca, Filippo Scicchitano, Francesco Scianna, Carolina Crescentini.
continua»
Commedia, durata 110 min. - Italia 2013. - 01 Distribution uscita giovedì 6 marzo 2014. MYMONETRO Allacciate le cinture * * 1/2 - - valutazione media: 2,63 su 120 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Le "scosse" della vita Valutazione 4 stelle su cinque

di Riker66


Feedback: 200 | altri commenti e recensioni di Riker66
giovedì 20 marzo 2014

“Un grande amore non avrà mai fine” questo il claim del novo film di Ozpetek. Più che sul “non avrà mai fine” la storia innanzitutto ci porta a interrogarci su quel misterioso momento che definisce la nascita di un amore. La vicenda inizialmente ci fa navigare in una trama di relazioni, sensazioni e legami tra un gruppo di amici all’interno del quale nasce l’amore inatteso (e forse anche inspiegabile) tra Elena e Antonio. Su questo amore inspiegabile ma terribilmente intenso si snoda la vicenda riproponendoci, tramite un salto narrativo, Elena e Antonio dopo 13 anni con una famiglia ormai formata, progetti personali portati a maturazione e 2 figli. Le difficoltà - o forse l’impossibilità - di relazione e di dialogo (significativa la scena del dialogo tra Elena e Antonio in cucina nella quale emerge pienamente il dolore sordo e solo dei sue protagonisti) si scontra violentemente con la scoperta casuale di una brutta malattia di Elena. La malattia sarà per Elena un occasione per ripercorrere il senso più profondo del suo amore per Antonio. Parallelamente Antonio avrà da manifestare ad Elena come quell’amore nato e inizialmente alimentato da una preponderante e quasi dominante fisicità non è per questo meno profondo e sincero. La location (Lecce) richiama con alcune inquadrature “Mine vaganti” anche se lo spaccato sociale proposto è diverso, quasi a far sembrare che la vicenda si possa svolgere in un qualsiasi altro luogo del centro sud italiano. Non mancano sapienti e accorti usi della macchina da presa con piani sequenza e soggettive in particolare all’inizio del film che mostrano un Ozpetek più che mai capace di saper usare le tecniche di ripresa (interessante e da rivedere il piano sapienza iniziale con il passaggio eterno/interno, giorno/sera tra l’ingresso e l’uscita dal bar “Tarantola”). Un film gradevole nella tipica e romani collaudata ricetta Ozpetek: grandi sentimenti, profonde relazioni di amicizia, famiglie “normali” in cui la stranezza emerge quasi come ingrediente necessario della normalità (la zia Viviana/Dora), un pizzico di mondo gay (che questa volta più che linea essenziale alla narrazione è espressione di un mondo reale), sono solo alcuni ingredienti ben identificabili della alchimia che sa riproporre ogni volta il registra italo – turco. Quindi un “prodotto” ben uscito dallo stile inconfondibile di Ferzan. Ai più affezionati (e cultori del regista) potrà sembrare meno accesso nel narrare i sentimenti e potranno sentire la nostalgia di quelle narrazioni quasi “macchiettistiche” con cui il regista ha saputo presentare nelle precedenti opere il mondo parallelo delle famiglie “allargate” e delle relazioni al di la dell’eterosessuale. Non stante questo rimane un coraggio non indifferente nel rappresentare i sentimenti estremi e totali. La scena di amore fisico tra Elena e Antonio in ospedale con i suoi toni forti è un coraggioso tentativo di mostrare visibilmente come un amore (a questo punto possiamo dire un vero amore?) riesce ad andare oltre al solo canone della bellezza e della esteriorità. “Allacciate le cinture” quindi, non solo per proteggervi dalle scosse che il film potrà regalarvi durante la visione, ma per continuare percorrere la vostra esistenza. Ciò che potrà “scuotere” nel bene e nel male la vostra vita da oggi in poi non potete saperlo, non lo sapeva neanche Antonio che - inaspettatamente - scopre che tutto quello che ha vissuto accanto a Elena, come ha saputo e come ha potuto, era veramente Amore.

[+] lascia un commento a riker66 »
Sei d'accordo con la recensione di Riker66?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
75%
No
25%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Riker66:

Allacciate le cinture | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Dario Zonta
Pubblico (per gradimento)
  1° | marylene
  2° | roga.g
  3° | fvm56
  4° | eleonora g.
  5° | fafia61
  6° | fvm56
  7° | tiberiano
  8° | selvaggia1987
  9° | riker66
10° | simohberto
11° | alex2044
12° | filippo catani
13° | aristoteles
14° | a.i.9lli
15° | enzo70
16° | giuseppe del sole
17° | no_data
18° | abarà
19° | melania
20° | camillazagarese
21° | jaimesommers
22° | rita branca
23° | jaimesommers
24° | rosalba bilotta
25° | paola bis
26° | buxter
27° | buxter
28° | silvio lomonaco
29° | max.antignano
30° | rubro
31° | enzo70
32° | marykioto
33° | mrs. brown
34° | plania
35° | hanniballectar
36° | flyanto
37° | marezia
38° | penehlope
39° | jaimesommers
40° | chimera57
41° | ralphscott
42° | giulio vivoli
43° | eddy garcia
44° | no_data
45° | pascale marie
46° | melvin ii
47° | simonk92
48° | gufus
49° | gianleo67
50° | gummo
51° | furiosandrucci
Nastri d'Argento (8)
David di Donatello (12)


Articoli & News
Approfondimenti
la passione e la malattia
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità