Signorinaeffe

Acquista su Ibs.it   Dvd Signorinaeffe   Blu-Ray Signorinaeffe  
Un film di Wilma Labate. Con Filippo Timi, Valeria Solarino, Sabrina Impacciatore, Fausto Paravidino, Clara Bindi.
continua»
Drammatico, durata 95 min. - Italia 2007. - 01 Distribution uscita venerdì 18 gennaio 2008. MYMONETRO Signorinaeffe * * 1/2 - - valutazione media: 2,51 su 77 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato nì!
2,51/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * - - -
 critica * 1/2 - - -
 pubblico * * * - -
Trailer Signorinaeffe
Il film: Signorinaeffe
Uscita: venerdì 18 gennaio 2008
Anno produzione: 2007
   
   
   
È il settembre 1980, la Fiat annuncia che licenzierà quindicimila addetti. Ha inizio il lungo durissimo sciopero che durerà 37 giorni. La vita di Emma viene sconvolta da un incontro che rivoluzionerà la sua vita.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Film senza ritmo, girato con uno stile televisivo incapace di registrare le sfumature
Stefano Cocci     * - - - -

Torino, 1980. Sullo sfondo delle lotte sindacali contro la riorganizzazione aziendale in casa FIAT - che sarebbe dovuta procedere al prezzo del sacrificio di migliaia di posti di lavoro tra gli operai - Emma e Sergio si incontrano e si amano, nel breve lasso dei 35 giorni di proteste che furono chiusi dalla marcia dei 40 mila colletti bianchi. In questo pezzo di storia d'Italia, i due protagonisti rappresentano le parti che la proprietà vorrebbe mettere l'una contro l'altra: Emma è laureanda in matematica, lavora ai piani amministrativi di FIAT e sta con un ingegnere. Sergio è un operaio, una testa calda, in prima linea nella lotta. Lei comprometterà tutto per lui; Sergio la lascia andare verso un futuro forse migliore e che, come scopriremo alla fine, sarà stato deludente come la realtà che vivono. Malgrado gli elogi ottenuti al Torino Film Festival, Signorinaeffe è un film senza ritmo, girato con uno stile televisivo incapace di registrare le sfumature e che rievoca più una fiction che un grande capitolo di cinema civile: Sergio imbarazzato in giacca in un ristorante chic per far colpo su Emma; l'amico operaio - barricadero - tossicodipendente che ritrova la voglia di vivere fra le braccia di una maestrina d'asilo e su un prato le confessa di volere decine di figli. Altro che Ken Loach!
Purtroppo anche la recitazione ricorda spesso stilemi adatti al pubblico televisivo, evidentemente didascaliche, con occhiate fin troppo esplicite tra i protagonisti, con lunghe discussioni intorno all'ormai classico bicchiere di vino in cui non si ragiona di un mondo che cambia ma si lanciano frasi lapidarie ormai consunte dal tempo. Gli unici momenti "vivi" sono quelli affidati ai filmati d'epoca che ricostruiscono un'Italia ad un bivio e sulle barricate e che ci danno la misura del dramma sociale che si andava vivendo. Però, Valeria Solarino, nei panni di Emma, è troppo bella per quegli anni cupi.

Incassi Signorinaeffe
Primo Weekend Italia: € 127.000
Incasso Totale* Italia: € 346.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 2 marzo 2008
Sei d'accordo con la recensione di Stefano Cocci?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
25%
No
75%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Signorinaeffe

premi
nomination
Nastri d'Argento
0
4
David di Donatello
0
2
* * * - -

Scontri di classe, allora come oggi

giovedì 10 gennaio 2008 di giorgio camisani

Il film vuole innanzitutto raccontare gli eventi accaduti alla Fiat nel settembre 1980. Il film ha il pregio di raccontare fatti che non hanno riguardato soltanto Torino, ma l’Italia intera, direttamente per il ruolo che la Fiat possedeva nell’economia del Paese e, indirettamente, per le tensioni tra datore di lavoro e dipendenti, che possono essere estese a molte altre realtà industriali ed imprenditoriali dell’epoca ed anche di oggi. Il film entra nelle case di chi ha vissuto questi momenti e continua »

* * - - -

La morte del fordismo

martedì 26 febbraio 2008 di Signorina July

Torino, 1980, il centro della vicenda è la Fiat e la lotta operaia contro i tagli annunciati e la cassa integrazione. Agli scioperi e alle lotte operaie seguirà la marcia dei 40.000 colletti bianchi e la fine dei grandi ideali: la sconfitta della lotta operaia e del sindacato. Viene quindi raccontata una situazione politica complessa che si riversa sulle situazioni sentimentali. Tutta la vicenda ruota attorno a due personaggi principali,rappresentanti di due scelte opposte di vita: Sergio è un idealista, continua »

* * * * *

Marcia dei 40.000

venerdì 22 febbraio 2008 di Maurizio

E' un film che affronta una vergognosa pagina della nostra storia in modo duro, essenziale e delicato. I personaggi ripropongono i diversi stereotipi culturali della società italiana di allora senza, però, scadere in facili caricature. I tratti salienti del film sono i dialoghi senza retorica e la colonna sonora di Patty Smith che riempie i vuoti. Apprezzabile anche la cura nella ricostruzione degli ambienti interni del tempo. La sensazione è di vivere in un'Italia che alterna la consapevolezza continua »

Sergio (Filippo Timi)
"Guardami. Scommettiamo che se mi vedi da vicino non ti faccio più paura? Ho solo te nella testa, e mi scivoli giù nella bocca, e ancora più giù nelle mani…"
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Aggiungi una frase
Shop

DVD | Signorinaeffe

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 2 luglio 2008

Cover Dvd Signorinaeffe A partire da mercoledì 2 luglio 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Signorinaeffe di Wilma Labate con Filippo Timi, Valeria Solarino, Sabrina Impacciatore, Fausto Paravidino. Distribuito da 01 Distribution. Su internet Signorinaeffe è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 7,99 €
Aquista on line il dvd del film Signorinaeffe

INCONTRI | Wilma Labate racconta la "marcia dei quarantamila" e quei caldi giorni di sciopero attraverso una storia d'amore.

Innamorarsi a torino (ai tempi della lotta operaia)

mercoledì 16 gennaio 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi

SignorinaEffe: innamorarsi a Torino (ai tempi della lotta operaia) Nel suo nuovo film Wilma Labate, da sempre impegnata a dare voce all'Italia delle minoranze e a descrivere inquietudini, ribellioni e umiliazioni, riporta all'attenzione del pubblico alcuni dei giorni più caldi del 1980 quando Torino era una "città operaia che aveva un grigio dignitoso e un'austerità delle persone e delle masse che non ci sono più". "Di operai si parla sempre meno", ha spiegato la regista nelle note introduttive di SignorinaEffe. "Via via che si dismettono le grandi fabbriche, si smantellano i quartieri dormitorio, l'universo del lavoro non si racconta più.

"Signorinaeffe". Gli anni Ottanta delle lotte operaie. E dell'amore

di Roberta Ronconi Liberazione

Anno 1980, Torino è la Fiat. Soprattutto per una famiglia come quella dei Martano che, abbandonata la Sicilia, ora punta al riscatto. Il padre è stato a lungo operaio, di quelli fedeli e grati all'avvocato per i regali alla befana e le colonie estive gratis per i figli. La sua primogenita Emma ora sta per finire l'università ed è già impiegata nel reparto "dei cervelloni" della fabbrica, quello in cui stanno facendo la loro apparizione i primi computer. E tanto per rincarare la dose, la diligente Emma (Valeria Solarino, rigida ma in parte) si è anche fidanzata con un piccolo e ligio dirigente, Silvio (Fabrizio Gifuni). »

L'ultimo autunno di grandi passioni

di Paolo D'Agostini La Repubblica

Tutt'altro che brutto Signorinaeffe, realizzato con molta cura. Interessante e coinvolgente. Ma è difficile sottrarsi a qualche dubbio. 1980 a Torino. La Fiat annuncia 15 mila licenziamenti. 35 giorni di sciopero con il sostegno di Berlinguer davanti a Mirafiori. Per la prima volta dall'inizio del ciclo di lotte partito nel '68, si organizza un'imponente reazione di capi, impiegati e quadri che, con la storica marcia "dei 40mila", reclamano il diritto di tornare al lavoro. Spia di una svolta, di una fine, di una sconfitta. »

La marcia in souvenir. «Signorina Effe» di Labate vorrebbe raccontare gli scioperi operai a Torino degli anni '80 e il corteo

di Roberto Escobar Il Sole-24 Ore

È imbarazzante, Signorina Effe (Italia, 2007, 95'). Wilma Labate e i suoi cosceneggiatori Domenico Starnone e Carla Vangelista si son dati un compito ambizioso: tornare all'occupazione della Fiat nel 1980, e alla marcia dei 40mila che tanto peso ebbe nelle vicende del nostro Paese. Oltre che ambizioso, il compito si direbbe doveroso, almeno nel senso che il cinema italiano troppo spesso rinuncia ad aver memoria della nostra storia. D'altra parte, non basta ricordare, per avere appunto memoria. Ma torniamo all'imbarazzo che ci prende in sala, man mano che procede il racconto degli amori di Sergio (Filippo Timi), Emma (Valeria Solarino), Silvio (Fabrizio Gifuni), Magda (Sabrina Impacciatore), Antonio ( Fausto Paravidino). »

di Mariarosa Mancuso Il Foglio

Verbale di una riunione preparatoria di "Signorina Effe", come la immaginiamo dopo aver visto il film. Presenti: la regista, soggettista e sceneggiatrice Wilma Labate; la soggettista semplice Francesca Marciano; la soggettista e sceneggiatrice Carla Vangelista; lo sceneggiatore semplice Domenico Starnone (speriamo di averli ricopiati giusti, l'intreccio e la moltiplicazione delle qualifiche ricorda certi uffici dove tutti comandano e nessuno ubbidisce). Problema: come fare incontrare l'impiegata Emma con l'operaio Sergio? Il pensatoio pensa, ripensa, medita, riflette – sono persone colte, che pubblicano romanzi lodati dalla critica, pure tradotti all'estero. »

Signorinaeffe | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Nastri d'Argento (4)
David di Donatello (2)


Articoli & News
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 18 gennaio 2008
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità