Qui rido io

   
   
   

Eduardo m''Ŕ pat'' a mmÚ Valutazione 4 stelle su cinque

di FabioFeli


Feedback: 24449 | altri commenti e recensioni di FabioFeli
sabato 18 settembre 2021


Un nostro amico definisce “straripante” Toni Servillo, nel film Qui rido io, nel ruolo di Eduardo Scarpetta; e così doveva essere l’interpretazione dell’uomo di teatro che con le sue commedie imperniate sul personaggio Felice Sciosciammocca avrebbe dovuto cancellare la memoria di Pulcinella dalle scena teatrale comica della Napoli popolare. Scarpetta all’inizio del ‘900 crea a raffica appoggiandosi sull’Umore Napoletano, un misto di tragedia e commedia, agevolato da un dialetto ricco di detti a metà tra il buon augurio e lo scongiuro. Questo è uno dei numerosi lasciti di espressività che la splendida città regala ai suoi figli, spesso a un passo dalla consacrazione nella notorietà ed importanza, che poi a volte per una inezia sfuma. Il Capocomico in un momento di scarsa vena - sta avanzando un concorrente “sleale” per il teatro: il Cinema, che può migliorare le scene venute male ripetendole finché non sono perfette - cerca un acuto comico aggrappandosi alla Figlia di Iorio di D’Annunzio per farne una parodia, che si può avvalere della notorietà teatrale del poeta come “spoiler”. Non basta più, infatti, imitare sulla scena la camminata a piedi piatti e bastoncino di bambù di Chaplin, anche se Scarpetta ha il marchio di fabbrica teatrale dei “maccheroni” mangiati con le mani, che Totò arricchì col gesto di infilarseli belli e cotti in tasca come provvista per i momenti di magra. La sua compagnia funziona con i figli legittimi e illegittimi, testimonianza di una bulimia sessuale del capocomico, proprio straripante. A raccontare i tradimenti, “nobilitandoli”, sono le poetiche parole di Salvatore Di Giacomo in Voce ‘e notte. In teatro raccoglieranno il testimone i figli “enne enne”, i De Filippo: Titina, Eduardo e Peppino. Grandi nel cinema e a teatro, come in un gioco di specchi. Ma questa è un’altra storia …

Martone prosegue il suo percorso nel cercare l’ “Oro di Napoli” e puntualmente lo trova nelle sue opere cinematografiche e teatrali. La sua bravura è guidata dal grande Amore per la sua Città e la sua Cultura e Umanità. Cerca di tenere la mano leggera in questo film, ma non era possibile raccontare in modo “neutro” il personaggio principale, un padre-padrone implacabile, che fa dire a suo figlio Eduardo, che si rivelerà il più dotato, per convincere Peppino, recalcitrante a recitare: “la nostra libertà è sul palcoscenico”. Regia, sceneggiatura, recitazione, montaggio, ambientazione sono l’amalgama che porta al grande film, con il valore aggiunto delle meravigliose canzoni con le voci di Murolo e Sergio Bruni. Una piccola civetteria: c’è una sola foto di Napoli al tramonto con il protagonista di spalle, nei panni di Chaplin, naturalmente. Valutazione **** FabioFeli



[+] lascia un commento a fabiofeli »
Sei d'accordo con la recensione di FabioFeli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
50%
No
50%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di FabioFeli:

Vedi tutti i commenti di FabioFeli »
Qui rido io | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1░ | carloalberto
  2░ | telor
  3░ | fabiofeli
  4░ | mauridal
  5░ | frankmoovie
  6░ | scudiscione
  7░ | massimo cortese
  8░ | goldy
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Link esterni
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità