Copia Originale

Un film di Marielle Heller. Con Melissa McCarthy, Richard E. Grant, Dolly Wells, Jane Curtin, Ben Falcone.
continua»
Titolo originale Can You Ever Forgive Me?. Biografico, Ratings: Kids+13, durata 106 min. - USA 2018. - 20th Century Fox uscita giovedì 21 febbraio 2019. MYMONETRO Copia Originale * * * - - valutazione media: 3,48 su 18 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
francescameneghetti sabato 23 febbraio 2019
una ribelle sotto traccia Valutazione 4 stelle su cinque
89%
No
11%

 Il film  "Copia originale", della regista Marielle Heller, ispirato a una storia vera del 1991, ci procura anzitutto una piacevole full immersion nelle atmosfere di una New York che pare retrodatata, dai colori autunnali e vicina agli stilemi di Woody Allen: strade alberate, qualche stralcio del Central Park, diversi autobus, ma soprattutto molti interni: librerie antiquarie, biblioteche, bar e ristoranti scuri e accoglienti, un appartamento vecchiotto con un immancabile gatto e tanti tanti libri ovunque. Per non parlare delle macchine da scrivere che sovrastano un solo pc su cui lampeggia il vecchio programma di WordStar. Il tutto accompagnato da una colonna sonora discreta e anch’essa “allenesque”. [+]

[+] lascia un commento a francescameneghetti »
d'accordo?
eugenio giovedì 14 febbraio 2019
il potere verosimile della scrittura Valutazione 3 stelle su cinque
80%
No
20%

All’inizio vediamo una, cinica, sporca e maleducata donna sulla cinquantina impegnata, mentre corregge bozze, a bere e a scatenare improperi verso il proprio superiore e le sue colleghe; poi, quasi istantaneamente, la stessa viene licenziata e con più debiti di Paperino (un po’ le assomiglia anche caratterialmente anche se i tre nipotini sono sostituiti da un’anziana gatta) si mette a cercare un lavoro nella New York degli anni ’90.
Non è così facile, un pò come oggi. C’è un appunto però: la donna in questione è Lee Israel (dal volto di Melissa Mc Carthy), una scrittrice di biografie di donne eccelse, personalità di spicco come Katharine Hepburn o Estee Lauder. [+]

[+] lascia un commento a eugenio »
d'accordo?
zarar giovedì 7 marzo 2019
alla fine la perdoniamo Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Coinvolgente interpretazione di Melissa McCarthy, nel film la scrittrice biografa Lee Israel che, in un momento di crisi creativa e conseguente grave difficoltà economica, agli inizi degli anni ’90, divenne una falsaria di lettere autografe di celebri scrittori, attività che esercitò per un certo periodo con successo, abile com’era nell’immedesimarsi nella personalità degli interessati, al punto di ingannare a lungo compratori e collezionisti. La Israel parlò poi di questa esperienza in un libro, che è alla base della sceneggiatura di questo film.  La McCarthy interpreta con ricchezza di sfumature una Lee ridotta alla fame, ma ostinatamente legata al suo destino di scrittrice come unico destino possibile, anche se momentaneamente bloccato e incompreso. [+]

[+] lascia un commento a zarar »
d'accordo?
jl sabato 20 aprile 2019
la banda degli onesti Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

La scrittrice Lee Israel ha da poco perso il suo lavoro come correttrice di bozze presso il New Yorker e per sbarcare il lunario inizia, assistita da Jack Hock, un pusher senza fissa dimora, a creare finta corrispondenza di artisti famosi da rivendere a esperti antiquari. Quando tutto pare andare per il meglio una prima segnalazione giunta all'FBI inizia a generare i primi sospetti riguardo le lettere venduta da Lee.

La scrittrice Lee Israel era in vita tanto odiosa come la Melissa McCarthy che la interpreta sul grande schermo? Chi l’ha realmente conosciuta è pronto a dire senza tema di smentita di sì e ad affermare che l’attrice comica originaria di Plainfield abbia saputo impersonarla come meglio non si poteva. [+]

[+] lascia un commento a jl »
d'accordo?
lucio di loreto lunedì 15 aprile 2019
gli ultimi saranno i primi Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

La storia di Lee Israel - un’eccezionale Melissa McCarthy - underdog per scelta, sociopatica e innamorata della bottiglia, ci viene raccontata con la bellissima New York di trent’anni fa sullo sfondo, che con le sue mille luci e colori, i marciapiedi da cui brillano le insegne di meravigliosi locali, salotti e pub, amplifica da un lato l’incanto della Grande Mela e dall’altro il dramma delle vite da marciapiede. Il blocco dello scrittore che pervade la nostra protagonista, il lavoro perduto e un successo letterario mai raggiunto la porteranno proprio a doversi arrangiare per riuscire ad evadere una difficoltà sia lavorativa che economica nonché a “sopravvivere” nel senso reale del termine. [+]

[+] lascia un commento a lucio di loreto »
d'accordo?
Copia Originale | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Writers Guild Awards (2)
SAG Awards (2)
Razzie Awards (2)
Premio Oscar (3)
Spirit Awards (4)
Golden Globes (2)
Critics Choice Award (3)
BAFTA (3)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità