Copia Originale

Un film di Marielle Heller. Con Melissa McCarthy, Richard E. Grant, Dolly Wells, Jane Curtin, Ben Falcone.
continua»
Titolo originale Can You Ever Forgive Me?. Biografico, Ratings: Kids+13, durata 106 min. - USA 2018. - 20th Century Fox uscita giovedý 21 febbraio 2019. MYMONETRO Copia Originale * * * - - valutazione media: 3,45 su 17 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Il potere verosimile della scrittura Valutazione 3 stelle su cinque

di Eugenio


Feedback: 22097 | altri commenti e recensioni di Eugenio
giovedý 14 febbraio 2019

All’inizio vediamo una, cinica, sporca e maleducata donna sulla cinquantina impegnata, mentre corregge bozze, a bere e a scatenare improperi verso il proprio superiore e le sue colleghe; poi, quasi istantaneamente, la stessa viene licenziata e con più debiti di Paperino (un po’ le assomiglia anche caratterialmente anche se i tre nipotini sono sostituiti da un’anziana gatta) si mette a cercare un lavoro nella New York degli anni ’90.
Non è così facile, un pò come oggi. C’è un appunto però: la donna in questione è Lee Israel (dal volto di Melissa Mc Carthy), una scrittrice di biografie di donne eccelse, personalità di spicco come Katharine Hepburn o Estee Lauder. Una volta però: il suo best-seller ora giace tristemente nel reparto delle offerte al 75% e la sua agente non sembra molto propensa ad accettare l’intenzione della donna di dedicarsi a una nuova biografia e soprattutto a fornirle un congruo anticipo per l’inizio della medesima.
Mandata al diavolo anche lei con eleganza e scioltezza, Lee si trova a dover fare i conti con la vita quotidiana e soprattutto con la sua misantropa intraprendenza. Incappata per sbaglio in una lettera autografata di Fanny Brice nascosta tra tomi di una biblioteca e rivenduta per settantacinque dollari a una libreria antiquaria, le viene in mente una bizzarra quanto criminale idea: inventarsi, quando la macchina da scrivere non era ancora stata sostituita dal computer, delle lettere inedite da rivendere (rigorosamente in contanti!) a librerie antiquarie interessate a oggetti da collezione con l’aiuto e la complicità di un adorabile mascalzone (anch’esso dall’elevato tasso alcolemico ben reso da Richard E.Grant), sfruttando il suo talento innato di scrittrice-biografa. Fino a quando l’FBI inizia a subodorare l’imbroglio dopo un’autenticazione troppo scrupolosa e a mettersi sulle sue tracce.
Basato su una storia vera da cui è stato tratto il romanzo: Can You Ever Forgive Me scritto dalla stessa Lee Israel, il film di Marielle Heller ci mostra il ritratto di una donna irascibile quanto adorabile e biecamente fiera di essere solitaria ma soprattutto ci fa riflettere sul potere della scrittura e sulla capacità duttile di modificar la realtà, fittizia, grazie all’estro artistico che spesso non fa rima con fama.  
Sullo sfondo, i mitici anni ’90, della carta stampata in grande auge, in cui la paura di emergere, di esporsi pur essendo penna di qualità, diventava sinonimo di presenza. Non viveva più il mistero della penna, dell’autrice che si trincerava dentro la torre d’avorio del suo scrittoio ma l’immagine che essa dava al pubblico negli incontri in libreria e il modo di porsi appunto con i possibili acquirenti. Lee non è mai stata una venditrice, tutt’altro. Schietta e determinata, imbrogliona e capace di falsificare, la donna messa in scena da Mc Carthy non è preda di conformismi e risposte di facciata che possano compiacere agenti e editori ma di deliri comici di gigionismo e di malinconia.
Ed è su di essa che l’intera pellicola, tra un whisky e gin, scorre. Nei fiumi d’alcol tra i due complici si leggono vite solitarie, incapaci di trovare un posto nella conformista società dalla quale in bar e locali di dubbia morale, si elevano in una truffa di cui si sa già l’esito. Se si deve far di necessità virtù, allora il film della Heller, è una graziosa quanto frizzante pellicola in cui si ride, ci si indigna, ci si commuove (attenzione al gatto!) e perché no, si perdona. Perché nonostante tutto, è impossibile rimaner indifferenti al fascino di questa anti-eroina e condannarla nonostante tutto. Dal 21 febbraio al cinema.

[+] lascia un commento a eugenio »
Sei d'accordo con la recensione di Eugenio ?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
80%
No
20%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Eugenio :

Vedi tutti i commenti di Eugenio »
Copia Originale | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Writers Guild Awards (2)
SAG Awards (2)
Razzie Awards (2)
Premio Oscar (3)
Spirit Awards (4)
Golden Globes (2)
Critics Choice Award (3)
BAFTA (3)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Uscita nelle sale
giovedý 21 febbraio 2019
Distribuzione
Il film Ŕ oggi distribuito in 3 sale cinematografiche:
Showtime
  1 | Emilia Romagna
  1 | Lombardia
  1 | Veneto
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità