Qualcosa di buono

Acquista su Ibs.it   Dvd Qualcosa di buono   Blu-Ray Qualcosa di buono  
Un film di George C. Wolfe. Con Hilary Swank, Emmy Rossum, Josh Duhamel, Stephanie Beatriz, Jason Ritter.
continua»
Titolo originale You're Not You. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 104 min. - USA 2014. - Koch Media uscita giovedì 27 agosto 2015. MYMONETRO Qualcosa di buono * * 1/2 - - valutazione media: 2,90 su 18 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

“Polacca in La bemolle maggiore” Valutazione 4 stelle su cinque

di RONGIU


Feedback: 142319 | altri commenti e recensioni di RONGIU
domenica 13 marzo 2016

Kate \ Hilary Swank /,  Bec \ Emmy Rossum /,  Evan \ Josh Duhamel /, una nefasta diagnosi identificata con la sigla SLA conosciuta anche con il nome di malattia di Lou Gehrig e per ultimo ma non meno importante “Lei” l’INTERIORITA’; ovvero, la realtà più intrinseca di ogni essere umano. Dove il “vero”, il quasi sempre “taciuto”, il “latente”, sempre presente e vivo, ha la sua sede. Una  sede con un suo nome -CUORE - ed una precisa allocazione - la parte più intima dello stesso. Ed è proprio in questo luogo, che prima o poi, tutti s’incontreranno col Perfetto, l’Immenso, l’Assoluto.
 
Con tali premesse, intendo entrare nel rapporto tra due diversi tipi di donna, naturalmente ognuna con il proprio bagaglio di esperienze, ma entrambe esploratrici, mi par di capire. Razionale e perfezionista la prima, Kate. Alla ricerca di una propria identità, sovversiva ed esplosiva la seconda, Bec. Le due saranno  amiche “vere”. Ma perché? Perché imparano l’una dall’altra a sondarsi, a rendere comprensibile ciò che fino a non molto tempo prima era incomprensibile. Imparano a Conoscere e conoscersi ad Amare ed amarsi per essere Libere di decidere. “Ma cavoli!" ci si potrebbe dire "Un altro fine settimana a contatto con malattie strappalacrime!” Non è così, "Qualcosa di buono", diretto da George C. Wolfe adattamento del romanzo  di Michelle Wildgen “You’re Not You”, 2006 (Qualcosa di Buono, edito in Italia da Vallardi) è l’evoluzione a ranghi più elevati di un genere il cui prototipo rimane e risale al 1983 come campione d'incassi, di James L. Brooks, "Voglia di tenerezza". Come tutti sicuramente sanno la SLA colpisce le cellule nervose del cervello che controllano il movimento dei muscoli volontari. Il peggioramento  delle cellule, aumenta nei pazienti la difficoltà nel camminare, parlare e respirare. Molti muoiono per insufficienza respiratoria.

Meticolosa, spietata, straziante è la rappresentazione di Hilary Swank, proveniente sicuramente dal profondo. Vicino a lei, ma non meno brava Bec. La sua iniziale imbarazzante professionalità, attira immediatamente Kate che con il suo modo di percepire persone, situazioni e compagnia bella, impiega men che meno ad assumerla. (quanto poco valgono i curriculum in certi momenti della vita). Bec è impacciata, non sa cucinare e non ha esperienza di assistenza al malato al di là di un periodo di volontariato durante la frequenza del liceo. Un'indicazione della sua incapacità domestica è il caos che segue nell’utilizzare un frullatore. Nonostante il disprezzo di sua madre, Bec è presa da suo nuovo umano lavoro. Impara, aiutata da Kate come cucinare e tante altre cose, diventandone avvocato e medico.
Il film ha inizio col 35° compleanno di Kate. Lei e suo marito Evan, innamoratissimi, lo trascorrono in casa circondati dagli amici. Quando Kate, invitata dagli amici ed un po’ controvoglia si siede al pianoforte, pian piano si scioglie. Il brano che esegue  è il famosissimo “Polacca in La bemolle maggiore” di Chopin. I brillanti, vivaci, sciolti virtuosismi mostrati durante l’esecuzione del “pezzo” si spengono diventando impacciati, insicuri, imbarazzanti. Un tremito involontario attraversa le dita della mano di Kate. Non è più in grado di continuare. Col tempo diventa sempre più debole, la ritroveremo poi, su di una sedia a rotelle. Impara a riconoscere e registrare ogni sottile cambiamento del suo corpo. Alla disperazione di una musicista le cui capacità sono portate via, si aggiungono rabbia ed umiliazione quando scopre che Evan la tradisce.

Le esperienze drammatiche dell’essere umano, proiettano l’uomo in un’altra dimensione quella della ricerca del senso dell’esistere; del cosa sei stato; del cosa volevi essere, del cosa sei. Ed è cos’ che inizia lo “scontro” o il “dialogo” tra la parte di noi ascetico/illuminista – contemplativa/razionalista –  spirituale/   terrena.
 
Nota: Le elevate esigenze tecniche della Polacca in la bemolle maggiore consentono ai pianisti di mostrare le loro abilità. Le battute iniziali, che annunciano l'ingresso della Polacca, rappresentano una «audacia del gesto, così come dignità e forza», spiega Mieczysław Tomaszewski, dell'istituto polacco. Chopin arriva in questa maniera a una «sonorità assoluta» sorprendente.  Buona visione.

[+] lascia un commento a rongiu »
Sei d'accordo con la recensione di RONGIU?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di RONGIU:

Vedi tutti i commenti di RONGIU »
Qualcosa di buono | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | flyanto
  2° | rongiu
  3° | nike22
  4° | franci9292
  5° | no_data
  6° | maumauroma
Rassegna stampa
Maurizio Acerbi
Libri
il libro
Link esterni
Facebook
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 27 agosto 2015
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 22 giugno
Cosa sarà
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità