La ragazza del lago

Acquista su Ibs.it   Soundtrack La ragazza del lago   Dvd La ragazza del lago   Blu-Ray La ragazza del lago  
Un film di Andrea Molaioli. Con Toni Servillo, Nello Mascia, Marco Baliani, Giulia Michelini, Fausto Sciarappa.
continua»
Drammatico, durata 95 min. - Italia 2006. - Medusa uscita venerdý 14 settembre 2007. MYMONETRO La ragazza del lago * * 1/2 - - valutazione media: 2,84 su 221 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
danko188 mercoledý 9 marzo 2016
presuntuoso e maledettamente ordinario Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

I numerosi consensi critici (recensioni da 4 stelle) a carico di questo film mi hanno incuriosito, peccato che dopo averlo visto non abbia potuto fare a meno di storcere il naso, ma procediamo per gradi.
E' tratto da un romanzo norvegese la cui vicenda ha da sfondo i fiordi della scandinavia, l'elaborazione di Molaioli tenta, con il contributo della regione Friuli, di trasportare il racconto nella nostra Italia, per farne quello che è da molti considerato un giallo vero e proprio.
Per quanto il genere possa coinvolgere una fascia larga di spettatori, mi assumo la responsabilità di ravvederli, perchè ciò che ho visto di thriller ha solo uno discreto incipit, subito dopo prende la piega (comune purtroppo) da fiction all'italiana in cui ogni famiglia ha i suoi problemi, tutti sono tristi, la vita fa schifo, ecc ecc. [+]

[+] lascia un commento a danko188 »
d'accordo?
danygor giovedý 13 settembre 2012
malaioli inaugura il giallo italiano al cinema Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

"Finalmente anche in Italia un giallo arriva sul grande schermo!Questo verrebbe da dire vedendo 'La ragazza del lago'. Grazie a Molaioli infatti riusciamo a goderci un film di genere che non sia una delle milioni di fiction televisive con protagonisti un delitto e l'indagine poliziesca,  girate spesso in digitale, con un cast televisivo ed intrighi che debbono essere per forza sciolti nel giro di un'ora (la durata della puntata!) o, quando si tratta di film tv che durano 2-3 serate, volutamente dilungati con scene superflue. Premesso questo, il film si fa apprezzare anzitutto per scelta delle location e della fotografia, nonché per il fatto che la trama è pienamente coerente con lo storico filone del noir, dove fino alla fine non si capisce chi sia realmente il colpevole. [+]

[+] lascia un commento a danygor »
d'accordo?
cenox martedý 4 ottobre 2011
non eccezionale ma finalmente un giallo italiano Valutazione 3 stelle su cinque
60%
No
40%


In un piccolo paesino del nord Italia, immerso tra le montagne, viene convocato un commissario di polizia (Servillo) , perchè possa far luce sulla morte di una giovane ragazza, trovata morta sulla sponta di un lago. Il cadavere non presenta ferite, ed è stato trovato completamente nudo, in una posizione simile a quella che si assume quando si dorme. Questo giallo italiano rappresenta, quasi, una novità per il panorama dei film prodotti nello stivale, in quanto la maggior parte degli investimenti vengono spesi interamente per la produzione di semplici e, solo a volte interessanti, commediole. Già questo è sicuramente un fattore positivo, anche se vi sono diverse cose che si potrebbero migliorare nel film stesso, ma ciò non gli ha comunque impedito di accaparrarsi ben 10 David di Donatello. [+]

[+] lascia un commento a cenox »
d'accordo?
lauraama lunedý 26 settembre 2011
tanto clamore per nulla Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

non capisco il clamore, i david di donatello vinti da questo film, ben recitato dai vari interpreti, ma quello che non riesco a a capire il senso del film, del perche'
e' accaduto l'omicidio, una storia basata su tanti controsensi, che porta il film al nulla, al dire che esiste una provincia dove tutti sanno tutto di tutti, dove i problemi di qualche famiglia, esiste ed e' stata riportata in questo film, ma er dire cosa?

[+] lascia un commento a lauraama »
d'accordo?
stolencar venerdý 23 settembre 2011
imperdibile fra le opere prime Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Se il buon giorno si vede dal mattino non possiamo altro che attendere il regista ad altre prove che giocoforza si confronteranno con questo splendido esordio. Si potrebbe essere indotti a credere che con un Servillo misurato e pienamente inserito nel ruolo di commissario sia stato tutto in discesa. In relatà i meriti vanno ricercati anche in una validissima sceneggiatura in parte penalizzata da una sonorizzazione discutibile con musiche di sottofondo troppo alte e modaiole: tra qualche hanno strideranno e eticheteranno il film nella prima decade del nuovo millennio.

L'intreccio è convincente e pure l'ambientazione. Un giallo con una ricerca di analisi psicologica di molti personaggi davvero inusuale. [+]

[+] lascia un commento a stolencar »
d'accordo?
bruno leonardini martedý 7 giugno 2011
molaioli imita bene sorrentino Valutazione 3 stelle su cinque
29%
No
71%

Non è un film esaltante, ma è un buon film. Veramente eccessivi i David di Donatello vinti. In effetti, aver consegnato il David di Donatello anche per ruoli secondari, fa pensare che la giuria fosse di parte, non regalando nemmeno un premio di consolazione ad altri film in lizza, pur meritevoli. Il debuttante regista, Andrea Molaioli imita chiaramente le atmosfere tipiche di Paolo Sorrentino (anche nei movimenti di camera). Addirittura sceglie Tony Servillo (attore feticcio di Sorrentino), per rappresentare la figura dell'introverso commissario di polizia, protagonista del film. E Molaioli, costruisce attorno a Servillo, un personaggio a metà strada tra il cantante napoletano Tony Pisapia de L'uomo in più e Titta di Girolamo, commercialista recluso in un albergo svizzero in Le conseguenze dell'amore, entrambi film di Sorrentino. [+]

[+] lascia un commento a bruno leonardini »
d'accordo?
gianluca78 martedý 29 marzo 2011
intimista ed elegante Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Abituati come siamo, al solito tram tram cinematografico, infarcito di effetti speciali, che poi di speciale non hanno gran chè, trovandoci di fronte a film come questo, si può avvertire un senso di disorientamento....quasi stupefatti da una realtà che non ci appartiene...Ecco come si possono smuovere le acque, aprire le menti, con un tocco delicato e tono deciso, rispettivamente come la camera di molaioli e la voce edi toni servilo.Accompagnata da una forte sceneggiatura e da un dolcezza e intimità di fondo che rendono il film un ...."gioiellino"

[+] lascia un commento a gianluca78 »
d'accordo?
gianluca78 lunedý 28 marzo 2011
la provincia come introspezione del mondo reale Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Abituati come siamo, al solito tram tram cinematografico, infarcito di effetti speciali, che poi di speciale non hanno gran chè, trovandoci di fronte a film come questo, si può avvertire un senso di disorientamento....quasi stupefatti da una realtà che non ci appartiene...Ecco come si possono smuovere le acque, aprire le menti, con un tocco delicato e tono deciso, rispettivamente come la camera di molaioli e la voce edi toni servilo.Accompagnata da una forte sceneggiatura e da un dolcezza e intimità di fondo che rendono il film un ...."gioiellino"

[+] lascia un commento a gianluca78 »
d'accordo?
reservoir dogs mercoledý 23 marzo 2011
il giallo subordinato allo psicologico Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

L'ispettore Sanzio (Servillo) viene inviato in un paesino tra le montagne nei pressi di Udine per indagare sulla morte di una ragazza trovata morta sulla riva di un piccolo laghetto completamente nuda.
Indagine che l'ispettore si appresta ad iniziare lo porterà a scoprire che gli abitanti del posto indirettamente sono tutti colpevoli e innocenti allo stesso tempo.
Andrea Molaioli, collaboratore di Nanni Moretti, al suo primo film decide di porre un problema, l'assassinio della ragazza e di risolverlo ma anche di decentrare il fatto "principale" attraverso l'analisi dei personaggi e quindi della provincia, elemento che invade efficacemente ed impercettibilmente la pellicola; il Giallo subordinato allo Psicologico. [+]

[+] lascia un commento a reservoir dogs »
d'accordo?
ultimoboyscout lunedý 31 gennaio 2011
opera prima non del tutto convincente. Valutazione 2 stelle su cinque
23%
No
77%

Due stelle di incoraggiamento. Sinceramente noioso, lento e poco accattivante per lo spettatore. Caso in cui un attore, ovviamente Toni Servillo, che si prende sulle spalle il film, che altrimenti sarebbe stato un fallimento totale. Servillo è veramente attore geniale, in grado di misurarsi in più ruoli, più generi e situazioni totalmente diverse l'una dall'altra. Un giallo, giallo scuro tendente al nero non da buttare comunque.

[+] lascia un commento a ultimoboyscout »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 »
La ragazza del lago | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)
Nastri d'Argento (11)
David di Donatello (28)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 |
Link esterni
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità