La ragazza del lago

Acquista su Ibs.it   Soundtrack La ragazza del lago   Dvd La ragazza del lago   Blu-Ray La ragazza del lago  
Un film di Andrea Molaioli. Con Toni Servillo, Nello Mascia, Marco Baliani, Giulia Michelini, Fausto Sciarappa.
continua»
Drammatico, durata 95 min. - Italia 2006. - Medusa uscita venerdì 14 settembre 2007. MYMONETRO La ragazza del lago * * 1/2 - - valutazione media: 2,84 su 221 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
carlo del monte mercoledì 30 aprile 2008
un film vero sulla sofferenza Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

FINALMENTE DOPO MESI SONO RIUSCITO A VEDERLO ! MEMORE DELL`INTERPRETAZIONE DI TONI SERVILLO NELLE CONSEGUENZE DELL`AMORE , VERAMENTE INCREDIBILE , SOFFERENTE MA CONTROLLATO , ABBANDONATO MA NON DISPERATO; ANCHE QUI IN UN FILM CHE PROVOCATORIAMENTE OSEREI DEFINIRE SU CIO CHE I CRISTIANI CHIAMANO LA CROCE , LA SOFFERENZA CHE COLPISCE GLI UOMINI APPARENTEMENTE INSPIEGABILMENTE. IL BAMBINO MALATO , ANGELO , CHE SOFFRE E FA SOFFIRE I GENITORI AL PUNTO DI FARGLI PREFERIRE DI FARLO DIVENTARE APPUNTO UN ANGELO VERO. I GENITORI CHE INVECE DI STRINGERSI E ABBRACCIARSI SI DIVIDONO PERCHE TROPPO SCANDALIZZATI DALLA SOFFERENZA DELLA PERDITA . IL PADRE PARALITICO LASCIATO DALLA MOGLIE A CAUSA DELA NASCITA DI UN FIGLIO MALATO , CHE LO HA ODIATO PERCHE GLI HA FATTO VEDERE TUTTO NERO CIOE UNA VITA SENZA FUTURO, MA CHE ORA GLI FA COMPAGNIA. [+]

[+] lascia un commento a carlo del monte »
d'accordo?
olga venerdì 28 settembre 2007
un giallo intelligente Valutazione 4 stelle su cinque
80%
No
20%

Di lui si è già vista la mano nella collaborazione con alcuni dei nostri migliori autori: Moretti, Calopresti, Michetti. Altra garanzia di riuscita mi pare la sceneggiatura di Petraglia e la presenza di un cast di tutto rispetto, primo fra tutti Toni Servillo che, come interprete, batte strade non banali e affronta con grande versatilità e una ricca gamma di sfumature ruoli difficili. Accanto a lui, Anna Bonaiuto, Fabrizio Gifuni, Varia Golino, sono tutti impegnati a comporre un piccolo affresco di società che è certo la cosa più riuscita nonché l’obiettivo del film. Guardando alla letteratura e al cinema, Molaioli disegna con delicata passione un microcosmo nel quale importa l’indagine sulla coscienze più che l’identificazione di un colpevole. [+]

[+] il reale non è sociologico (di ariel)
[+] lascia un commento a olga »
d'accordo?
danygor giovedì 13 settembre 2012
malaioli inaugura il giallo italiano al cinema Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

"Finalmente anche in Italia un giallo arriva sul grande schermo!Questo verrebbe da dire vedendo 'La ragazza del lago'. Grazie a Molaioli infatti riusciamo a goderci un film di genere che non sia una delle milioni di fiction televisive con protagonisti un delitto e l'indagine poliziesca,  girate spesso in digitale, con un cast televisivo ed intrighi che debbono essere per forza sciolti nel giro di un'ora (la durata della puntata!) o, quando si tratta di film tv che durano 2-3 serate, volutamente dilungati con scene superflue. Premesso questo, il film si fa apprezzare anzitutto per scelta delle location e della fotografia, nonché per il fatto che la trama è pienamente coerente con lo storico filone del noir, dove fino alla fine non si capisce chi sia realmente il colpevole. [+]

[+] lascia un commento a danygor »
d'accordo?
lella53 lunedì 19 luglio 2010
un bellissimo film.... Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Il cinema italiano si avvale di interpreti davvero capaci, nonostante troppo spesso venga snobbato e "sporcato" da dichiarazioni di persone importanti che, secondo il mio parere, non dovrebbero ricoprire determinate cariche (non entro in particolari, perchè sono già abbastanza disgustata!); bene, uno di questi è Toni Servillo, attore, uomo, persona, dal talento e dall'umanità straordinari. Non mi sono persa praticamente mai un film interpretato da lui, seguo costantemente i suoi lavori, leggo gli articoli che lo riguardano da sempre (d'altronde basta vedere pure il talento di Peppe!, grandi fratelli, davvero. La ragazza del lago è un film delicato nei modi di avvicinarsi alle vicende, bravi tutti gli interpreti, molto particolari i luoghi scelti per la lavorazione e molto bravo Andrea Molaioli, questo regista non molto conosciuto che ora sta terminando la regia de Il gioiellino, sul crac Parmalat, guarda caso con nuovamente Servillo nel cast, con Remo Girone e tanti altri. [+]

[+] lascia un commento a lella53 »
d'accordo?
gianluca stanzani venerdì 19 dicembre 2008
le vite degli altri Valutazione 4 stelle su cinque
71%
No
29%

“La ragazza del lago”, opera d'esordio del regista Andrea Molaioli (scuola Sacher) ripropone attraverso il romanzo della scrittrice norvegese Karin Fossum “Lo sguardo di uno sconosciuto”, le dinamiche più classiche del genere giallo. Giallo da non confondersi con il fin troppo sdoganato e commercializzato noir. Il commissario di Polizia Giovanni Sanzio (Toni Servillo) napoletano atipico (serio e istituzionale tanto per intenderci), trapiantato per esigenze di servizio nel nord-est friulano (Udine) viene chiamato ad indagare in un piccolo paesino montano, a seguito dell'allontanamento di una bambina da casa. Al suo ritorno la piccola racconterà di aver trascorso quel breve lasso di tempo in compagnia di un adulto del luogo (l'ormai tipico matto di paese) e di aver visto il corpo di una ragazza addormentata sulla riva del lago. [+]

[+] lascia un commento a gianluca stanzani »
d'accordo?
cenox martedì 4 ottobre 2011
non eccezionale ma finalmente un giallo italiano Valutazione 3 stelle su cinque
60%
No
40%


In un piccolo paesino del nord Italia, immerso tra le montagne, viene convocato un commissario di polizia (Servillo) , perchè possa far luce sulla morte di una giovane ragazza, trovata morta sulla sponta di un lago. Il cadavere non presenta ferite, ed è stato trovato completamente nudo, in una posizione simile a quella che si assume quando si dorme. Questo giallo italiano rappresenta, quasi, una novità per il panorama dei film prodotti nello stivale, in quanto la maggior parte degli investimenti vengono spesi interamente per la produzione di semplici e, solo a volte interessanti, commediole. Già questo è sicuramente un fattore positivo, anche se vi sono diverse cose che si potrebbero migliorare nel film stesso, ma ciò non gli ha comunque impedito di accaparrarsi ben 10 David di Donatello. [+]

[+] lascia un commento a cenox »
d'accordo?
reservoir dogs mercoledì 23 marzo 2011
il giallo subordinato allo psicologico Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

L'ispettore Sanzio (Servillo) viene inviato in un paesino tra le montagne nei pressi di Udine per indagare sulla morte di una ragazza trovata morta sulla riva di un piccolo laghetto completamente nuda.
Indagine che l'ispettore si appresta ad iniziare lo porterà a scoprire che gli abitanti del posto indirettamente sono tutti colpevoli e innocenti allo stesso tempo.
Andrea Molaioli, collaboratore di Nanni Moretti, al suo primo film decide di porre un problema, l'assassinio della ragazza e di risolverlo ma anche di decentrare il fatto "principale" attraverso l'analisi dei personaggi e quindi della provincia, elemento che invade efficacemente ed impercettibilmente la pellicola; il Giallo subordinato allo Psicologico. [+]

[+] lascia un commento a reservoir dogs »
d'accordo?
paolo schipani sabato 7 novembre 2009
sembrano perfetti e invece... Valutazione 2 stelle su cinque
50%
No
50%

Il film di Andrea Molaioli è tratto dal romanzo di Karin Fossum, Lo sguardo di uno sconosciuto. L'ambientazione è stata trapiantata in un piccolo paese della provincia friulana. La fotografia di Ramiro Civita rende la bellezza naturale della località tranquilla in cui il commissario Sanzio (Toni Servillo) esegue le sue indagini. Il cadavere di Anna, una ragazza splendida del posto, è stato rinvenuto sulle rive del lago. A partire da un omicidio vengono raccontate le storie intime del paese. Malgrado il crimine accaduto, la cittadina rimane quieta: durante le indagini non ci sono le tribolazioni che di solito accompagnano la cronaca nera. Sono le musiche di Teho Teardo che generano un clima di mistero e ansia che sconvolgono la tranquillità. [+]

[+] lascia un commento a paolo schipani »
d'accordo?
danko188 mercoledì 9 marzo 2016
presuntuoso e maledettamente ordinario Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
100%

I numerosi consensi critici (recensioni da 4 stelle) a carico di questo film mi hanno incuriosito, peccato che dopo averlo visto non abbia potuto fare a meno di storcere il naso, ma procediamo per gradi.
E' tratto da un romanzo norvegese la cui vicenda ha da sfondo i fiordi della scandinavia, l'elaborazione di Molaioli tenta, con il contributo della regione Friuli, di trasportare il racconto nella nostra Italia, per farne quello che è da molti considerato un giallo vero e proprio.
Per quanto il genere possa coinvolgere una fascia larga di spettatori, mi assumo la responsabilità di ravvederli, perchè ciò che ho visto di thriller ha solo uno discreto incipit, subito dopo prende la piega (comune purtroppo) da fiction all'italiana in cui ogni famiglia ha i suoi problemi, tutti sono tristi, la vita fa schifo, ecc ecc. [+]

[+] lascia un commento a danko188 »
d'accordo?
bruno leonardini martedì 7 giugno 2011
molaioli imita bene sorrentino Valutazione 3 stelle su cinque
29%
No
71%

Non è un film esaltante, ma è un buon film. Veramente eccessivi i David di Donatello vinti. In effetti, aver consegnato il David di Donatello anche per ruoli secondari, fa pensare che la giuria fosse di parte, non regalando nemmeno un premio di consolazione ad altri film in lizza, pur meritevoli. Il debuttante regista, Andrea Molaioli imita chiaramente le atmosfere tipiche di Paolo Sorrentino (anche nei movimenti di camera). Addirittura sceglie Tony Servillo (attore feticcio di Sorrentino), per rappresentare la figura dell'introverso commissario di polizia, protagonista del film. E Molaioli, costruisce attorno a Servillo, un personaggio a metà strada tra il cantante napoletano Tony Pisapia de L'uomo in più e Titta di Girolamo, commercialista recluso in un albergo svizzero in Le conseguenze dell'amore, entrambi film di Sorrentino. [+]

[+] lascia un commento a bruno leonardini »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
La ragazza del lago | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)
Nastri d'Argento (11)
David di Donatello (28)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 |
Link esterni
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità