Fast Food Nation

Un film di Richard Linklater. Con Wilmer Valderrama, Esai Morales, Luis Guzmßn, Catalina Sandino Moreno, Greg Kinnear.
continua»
Commedia, durata 116 min. - USA, Gran Bretagna 2006. - DNC Entertainment uscita venerdý 20 luglio 2007. MYMONETRO Fast Food Nation * * 1/2 - - valutazione media: 2,95 su 48 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
kondor17 mercoledý 5 agosto 2015
una denuncia a metÓ Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Mi piace Linklater e il suo stile narrativo, ma qui fa un pò di confusione. Non ho letto il libro di Schlosser ma la denuncia è monca, perché  non sfiora minimamente  molti altri aspetti dell'impatto ecologico che la produzione intensiva di carni, soprattutto bovine, ha sull'intero pianeta. In questo film, infatti, vengono messi in risalto principalmente  l'aspetto economico e quello igienico-etico, oltre al danno che la globalizzazione imposta dalle lobbie ha causato ai "poveri" cowboy americani, costretti a vendere le bestie a 80 cent al chilo. Niente a confronto al consumo di acqua, alla produzione di gas tossici che alimentano l'effetto serra, al depauperamento dei terreni e alla loro esclusiva destinazione  per produzione dei mangimi. [+]

[+] lascia un commento a kondor17 »
d'accordo?
gianleo67 domenica 13 aprile 2014
junk food nation Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
100%

Dirigente del marketing di una (immaginaria) catena di fast food viene incaricato di verificare qualità e rispetto delle norme igieniche nella filiera di lavorazione della carne da parte del loro principale fornitore. Il suo viaggio dalla California al Colorado, sede della società di produzione, lo aiuterà a scoperchiare una realtà che ,sotto le apparenze di legalità e rispetto delle regole, cela uno sconvolgente intreccio di contaminazioni alimentari e sfruttamento della manodopera messicana, ma anche le oscure trame di una politica aziendale con cui è meglio non fare i conti.
Dal best seller di Eric Schlosser e da quest'ultimo sceneggiato insieme all'autore, Richard Linklater si misura con un racconto corale che ha il sapore (sintetico?) della docu-fiction senza esserlo veramente, cercando di mettere molta carne al fuoco nella rappresentazione romanzata di una realtà sociale ed economica dove si intrecciano e intersecano le vicende di personaggi (dagli allevatori ai produttori, dai venditori agli esperti di marketing, dai mercanti di schiavi tex-mex alla manodopera 'low price') che ruotano attorno al fiorente mercato di una 'colazione dei campioni' che fa degli Stati Uniti la patria indiscussa di quello stile alimentare che dallo 'junk food' transita insensibilmente verso lo 'shit food'. [+]

[+] lascia un commento a gianleo67 »
d'accordo?
marcos1999 venerdý 27 dicembre 2013
film di valore,sottovalutato e snobbato dalla crit Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 Ottimo film. Vedere questa pellicola non può che aprire gli occhi con una visione diversa delle cose che ci stanno attorno. Ben interpretato, ottimamente diretto, scorrevole e poco retorico (molto meno di mille altre baggianate spacciate come colossal). Indegna è stata la distribuzione in Italia, pare quasi boicottato. Vedere per credere.

[+] lascia un commento a marcos1999 »
d'accordo?
sinkro domenica 26 dicembre 2010
parliamo di quello che ci sta dietro Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Ecco una ulteriore buona ragione per diventare vegetariano. Di seguito alcune cose che il film non dice: 22kg di cibo per un kg di carne. 22kg sfamano 5 persone per un mese. 33% del pianeta utilazzato per allevare bovini. IL MAGGIOR INQUINANTE AL MONDO (Gas, liquami, feci, parti non edibili e inquinanti) Con un consumo di carne che si Ŕ decuplicato negli ultimi 20 i casi di tumore al colon battono i tumori causati dal fumo. Meno carne = Pi¨ salute = Meno spesa per la sanitÓ pubblica = pi¨ soldi per altre spese. Meno carne = Meno inquinamento E a livello etico non c'Ŕ che dire. Speriamo che film del genere vi aprano gli occhi. GO VEG!

[+] lascia un commento a sinkro »
d'accordo?
lucido71 martedý 2 novembre 2010
doveva/poteva esser fatto meglio Valutazione 2 stelle su cinque
67%
No
33%


credevo di trovarmi di fronte ad una gran bella denuncia, ben confezionata e dettagliata, alla Moore tanto x intenderci, ma devo dire che purtroppo sono rimasto deciamente deluso. I gravi problemi vengono solo in parte affrontati, cosi come certi "pericolosi discorsi".. mi aspettavo sicuramente qualcosa in più, xché questa pellicola, resta come un hamburger mezzo crudo e mezzo cotto... inutili le comparse di LaVigne e di Willis. Su internet, si trovano filmati più corti e meglio realizzati che aiutano a capire molto neglio la vera Fast Food Nation Global.

[+] lascia un commento a lucido71 »
d'accordo?
francescol82 domenica 24 ottobre 2010
interessante ma poteva essere fatto meglio Valutazione 2 stelle su cinque
50%
No
50%

Due gravi problemi dei giorni nostri vengono trattati in questo film, il primo è quello degli immigrati clandestini sfruttati dalle grosse aziende - in questo caso messicani impiegati nei macelli - le quali approfittano dell'estremo bisogno di queste persone facendole lavorare in condizioni disumane, il secondo argomento trattato é quello delle cattive abitudini alimentari di tutti noi legate alla diffusione dei fast food che a prezzi stracciati vendono panini appetitosi ma contenenti le sostanze peggiori che si possano ingurgitare.
Senz'altro un film originale ma con troppe scene inutili e dialoghi troppo lunghi, per conoscere meglio cosa si cela dietro le grosse catene di f. [+]

[+] lascia un commento a francescol82 »
d'accordo?
rescart domenica 6 giugno 2010
cala la maschera sul sogno americano Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

Contro ogni ipocrisia. A partire da quella degli incensatori dei fast food, che avrebbero permesso a tutti l'accesso a un pasto a base di carne a prezzi stracciati. Fino a quella dei movimenti animalisti che pretenderebbero di importare un modello ascetico di matrice induista che poggia la sua forza solo sulla truculenza delle immagini di macellazione, documentate nel film con dovizia di particolari. Richard Linkater non si smentisce e lancia senza mezzi termini il suo monito per mettere in guardia chi dipinge un'America a stelle e strisce luccicante, capace di attirare dal Messico migliaia di immigrati clandestini, che rischiano la vita per inseguirne il sogno.

[+] lascia un commento a rescart »
d'accordo?
kaspar.hauser sabato 5 giugno 2010
dimenticanza Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Nel cast non compare Bruce Willis

[+] neanche in pulp fiction (di rescart)
[+] lascia un commento a kaspar.hauser »
d'accordo?
hatecraft mercoledý 24 marzo 2010
there's shit in the meat. Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
100%

Da grande regista quale Ŕ Linklater, ne viene fuori una pellicola di lucida denuncia condita in salsa piccante, che raggiunge il suo scopo narrando la vicenda attraverso personaggi tratteggiati col lapis, e le musiche sospese dei Friends of Dean Martinez. Il piatto Ŕ servito.

[+] lascia un commento a hatecraft »
d'accordo?
nalduz12 sabato 27 giugno 2009
pesante, ma interessante Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Ammetto che ho incontrato qualche difficoltÓ a vederlo tutto, in quanto molto lento e pesante da vedere (o digerire visto il film in questione), ma film parecchio interessante da vedere anche se certe parti mi sembrano un p˛ pacchiane e scontate, tipo la sgridata perchŔ mette della carne buona in mezzo a quella che fa a costituire il panino finale

[+] lascia un commento a nalduz12 »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
Fast Food Nation | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdý 20 luglio 2007
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità