Flirt (New York-Berlino-Tokyo)

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * * - -
 critican.d.
 pubblicon.d.
Paul Austin
Paul Austin   Interpreta Un uomo nel bagno degli uomini
Martin Donovan
Martin Donovan (63 anni) 19 Agosto 1957 Interpreta Un cameriere
Erica Gimpel
Erica Gimpel (57 anni) 25 Giugno 1964 Interpreta Una infermiera
Michael Imperioli
Michael Imperioli (55 anni) 26 Marzo 1966 Interpreta Michael
Holt McCallany
Holt McCallany (57 anni) 3 Settembre 1963 Interpreta Il barman
Lianna Pai
Lianna Pai   Interpreta La donna nella cabina del telefono
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast
    * * * - -

New York: il protagonista è un giovane che passa da una donna all'altra. Il marito di una delle tante lo affronta, ha una pistola e (involontariamente) parte un colpo. Il seduttore è ferito a una guancia. Viene curato e poi dimesso. Il futuro è aperto. Berlino: la stessa situazione, con le stesse parole, viene vissuta da due omosessuali. L'unica differenza fra i personaggi è che il primo, sotto anestesia, sogna "le mie mani sul suo seno" e il secondo "le mie mani sul suo sedere". Tokyo: la medesima vicenda proposta nell'ambito di una scuola di ballo, protagonista una donna. Nel frattempo alcuni personaggi, che fungerebbero da coro,cercano di dare una chiave di lettura: le situazioni possono ripetersi in maniera identica perché gli esseri umani sono gli stessi in tutte le parti del mondo, anche in culture molto diverse. Contrariamente ai primi due episodi, vere carte carbone, il terzo produce dei cambiamenti sostanziali, per esempio c'è l'intervento di un amante occidentale, e tutto viene rappresentato mediato da qualcuno che assiste. Non c'è la perentorietà occidentale, ma attenzione e discrezione. Forse il significato che emerge vuole essere questo: le differenze non ci sono, rispetto a nessuno dei tre sessi. Caso mai sono le latitudini a cambiare le cose. Una volta accettata la tesi gay-unisex il film mostra rigore e originalità. Il "trittico" di ispirazione pirandelliana è indubbiamente un'idea singolare.

Stampa in PDF

Premi e nomination Flirt (New York-Berlino-Tokyo) MYmovies
Parker Posey, Bill Sage Dominik Bende, Dwight Ewell, Toshizo Fujiusawa
Mi devi dire se c'è un futuro per noi due.
Cosa vuoi che ti dica?
Si o no!
Non leggo nel futuro.
Non hai bisogno di leggerlo se sai che c'è...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Parker Posey, Bill Sage Dominik Bende, Dwight Ewell, Toshizo Fujiusawa
Mi devi dire se c'è un futuro per noi due.
Cosa vuoi che ti dica?
Si o no!
Non leggo nel futuro.
Non hai bisogno di leggerlo se sai che c'è...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Parker Posey, Bill Sage Dominik Bende, Dwight Ewell, Toshizo Fujiusawa
Mi devi dire se c'è un futuro per noi due.
Cosa vuoi che ti dica?
Si o no!
Non leggo nel futuro.
Non hai bisogno di leggerlo se sai che c'è...
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5

di Irene Bignardi La Repubblica

“Sassi/ che il mare ha consumato, / sono le mie parole / d’amore per te,” cantava Gino Paoli quasi quarant’anni fa. Dubito che Hal Hartley - uno dei registi più interessanti della scena americana, ma pronto a scivolare sui piano inclinato dell’intellettualismo verso pasticciacci come il suo recente Amateur - dubito, dicevo, che Hal Hartley conosca la canzone (o la lirica di Rilke che comincia “Immer Wieder”, sempre di nuovo, e che parla della stessa cosa...). Ma con Flirt Hartley racconta lo stesso sentimento: le parole e le situazioni d’amore sono consunte - oppure, più ottimisticamente, sono talmente uguali da costituire un esperanto di gesti, azioni, risposte. »

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Civetteria, gioco, capriccio, minima passione volubile, sentimento leggero e cangiante senza impegno e senza avvenire, emozione curiosa e irresponsabile, il flirt è forse l'unico modo di vivere l'amore nella precarietà e ambiguità contemporanee che non prevedono risposte definitive a condizioni contingenti: in Flirt l'idea è questa, mentre l'esperimento cinematografico consiste nel comparare la dinamica di situazioni analoghe in luoghi differenti. Per tre volte, in tre città diverse (New York, Berlino, Tokyo) e con personaggi diversi, il film ripete la stessa piccola storia d'amore e disamore, di gelosia e sbadataggine, di pulsioni di violenza e ansie di certezza (“Voglio che tu mi dica se c'é un futuro per noi”), vissuta da due coppie eterosessuali e da una coppia di omosessuali tedeschi: a commentarla come un coro da tragedia, sono persone casualmente presenti. »

Flirt (New York-Berlino-Tokyo) | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Scheda | Cast | News | Frasi | Rassegna Stampa | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 22 giugno
Cosa sarà
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità