Ore 15:17 - Attacco al treno

Acquista su Ibs.it   Dvd Ore 15:17 - Attacco al treno   Blu-Ray Ore 15:17 - Attacco al treno  
Un film di Clint Eastwood. Con Anthony Sadler, Alek Skarlatos, Spencer Stone, Jenna Fischer, Judy Greer, Ray Corasani, Paul- MikÚl Williams, Bryce Gheisar, William Jennings (II), Thomas Lennon.
continua»
Titolo originale The 15:17 to Paris. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 94 min. - USA 2018. - Warner Bros Italia uscita giovedý 8 febbraio 2018. MYMONETRO Ore 15:17 - Attacco al treno * * - - - valutazione media: 2,17 su 38 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Film biografico dal titolo fuorviante Valutazione 2 stelle su cinque

di PaoloSalvaro


Feedback: 8378 | altri commenti e recensioni di PaoloSalvaro
martedý 27 febbraio 2018

Un Clint Eastwood a tratti irriconoscibile racconta la storia della vita di tre (In realtà due) giovani americani, dal momento del loro incontro a scuola fino all'episodio che li vide coinvolti in un tentato attacco terroristico che ebbe luogo nel 2015 all'interno di un treno in corsa.  Quesro rappresenta a mio avviso uno dei punti più bassi della sua carriera da regista;  purtroppo a quanto pare nemmeno a lui tutte le ciambelle escono col buco.   Il film in sè non sarebbe nemmeno poi così male, il suo intento era quello di raccontare la storia di questi tre (due) ragazzi, la loro infanzia problematica, le difficoltà nel trovare la loro strada comuni a quelle di un qualsiasi altro individuo e da questo punto di vista raggiunge sicuramente il suo obiettivo, ossia il comunicare che qualsiasi persona può diventare un eroe ed aiutare il prossimo anche senza per forza avere dei superpoteri o essere un cavaliere senza macchia e senza paura; basta avere la giusta dose di coraggio, decisione e (soprattutto) fortuna come del resto si sottolinea anche nel film.  

Il messaggio arriva, il film raggiunge il suo intento ed alcuni movimenti della macchina da presa sono tutt'altro che scontati o disprezzabili;  tuttavia, il grosso problema di questa pellicola è che nè il trailer nè il titolo lasciavano presagire un film di questa tipologia, specialmente quello italiano che ha enfatizzato sull'Attacco al treno;  tuttavia anche quello internazionale pone l'accento sul viaggio dei tre amici e la locandina lasciava presagire che il loro atto eroico sarebbe stato dedicato buona parte del film.  Nel complesso, la pellicola è stata presentata male e venduta peggio, facendo passare un di per sè anche rispettabile lungometraggio biografico, incentrato sulla comune vita e crescita di tre (due) comuni americani come un film d'azione, drammatico o intenso, tutti aggettivi che gli si attribuiscono con grande fatica anche nel momento in cui si arriva finalmente al dunque; il confronto finale viene infatti reso nella maniera più realistica ma anche meno coinvolgente possibile e non è un caso se buona parte della critica e del pubblico hanno giudicato in maniera negativa questa pellicola ed invece elogiato, a suo tempo, un capolavoro come l'Elephant di Gus Van Sant.   In quel film la storica strage avviene solo negli ultimi minuti della pellicola, eppure quasi nessuno rimase deluso quando lo vide poichè (oltre al fatto di essere un grandissimo film) venne presentato nella maniera corretta, venduto nel modo giusto ed il titolo stesso lasciava ad intendere come il fulcro non sarebbe stato affatto l'evento in sè, quanto piuttosto ciò che è sotto gli occhi di tutti ma che nessuno vuol vedere.  La stessa cosa non si può assolutamente dire di un film intitolato The 15:17 to Paris in cui si passa più tempo a Venezia che dentro il treno in cui effettivamente si sviluppa la vicenda che si sarebbe dovuta collocare al centro della narrazione.  

Sottolineo che a me non ha dato fastidio tanto lo spazio concesso al racconto della normale vita dei tre normali americani, quanto piuttosto il fatto che dei tre soltanto due siano al centro della vicenda (Stone e Skarlatos), mentre il terzo (Anthony Sadler) è collocato totalmente ai margini della storia, anzi quasi si va ad ironizzare sul fatto che lui essendo nero non possiede un arsenale di armi nella sua cameretta (non che ci sia niente di male a possedere un'arma giocattolo o due), a quanto pare a differenza di un qualsiasi ragazzino bianco americano che si rispetti (ma poi il problema sono i film ed i videogiochi violenti!).   Dei primi due ragazzi si arriva a sapere vita, morte e miracoli di tutto ciò che hanno fatto dai tempi della scuola fino al momento in cui sono saliti sul treno;  del terzo manco mi ricordo che mestiere stesse facendo, non so nemmeno se se abbiano effettivamente parlato, mentre dei poveri ma altrettanto eroici europei rimasti coinvolti quanto loro e che hanno a loro volta contribuito mi sa che non hanno detto nemmeno i nomi.  Oltre a ciò, molte delle sequenze riguardanti la loro vita sono totalmente inutili ai fini della storia e montate solo per allungare un brodo sempre più annacquato ed indisponente, fino a toccare il fondo con la sequenza della discoteca con postumi della sbornia annessi uscita direttamente dagli inferi.  Nel complesso viene quindi gestito male lo spazio da dedicare a ciascuno dei personaggi, confinando poi il potenziale attentatore all'ingrato ruolo di anonimo squilibrato che senz'altro pure meriterebbe, ma visto che si è dedicata più di un'ora a raccontare la vita di due dei tre e più eroi della situazione, un minimo di approfondimento anche su chi era costui e sulle influenze religiose o meno che lo hanno portato a prendere la decisione di progettare un così folle e disumano atto a mio avviso sarebbe stato degno di lode; questo ovviamente senza voler mancare di rispetto a coloro che hanno probabilmente salvato la vita a centinaia di persone.   

Nel complesso risulta un film non disprezzabile ma che si presenta come qualcosa che assolutamente non è, come se non bastasse fiacco o banale anche in quelle parti in cui vorrebbe comunicare qualcosa allo spettatore e che non eccelle sotto nessun punto di vista.  Due stelle credo siano il massimo che merita.  

[+] lascia un commento a paolosalvaro »
Sei d'accordo con la recensione di PaoloSalvaro?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di PaoloSalvaro:

Vedi tutti i commenti di PaoloSalvaro »
Ore 15:17 - Attacco al treno | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1░ | carloalberto
  2░ | andrea19
  3░ | paolosalvaro
  4░ | samanta
  5░ | lbavassano
  6░ | maurizio.meres
  7░ | elia76
  8░ | ninopellino
  9░ | flyanto
10░ | udiego
11░ | raysugark
12░ | francescoizzo
Video recensione
la video recensione
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 8 febbraio 2018
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità