Spider-Man: Homecoming

Acquista su Ibs.it   Dvd Spider-Man: Homecoming   Blu-Ray Spider-Man: Homecoming  
Un film di Jon Watts. Con Tom Holland, Marisa Tomei, Zendaya, Robert Downey Jr., Michael Keaton.
continua»
Titolo originale Spider-Man: Homecoming. Fantastico, Ratings: Kids+13, durata 133 min. - USA 2017. - Warner Bros Italia uscita giovedý 6 luglio 2017. MYMONETRO Spider-Man: Homecoming * * 1/2 - - valutazione media: 2,96 su 45 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Uno Spiderman gradevole ma con molti limiti Valutazione 2 stelle su cinque

di PaoloSalvaro


Feedback: 8481 | altri commenti e recensioni di PaoloSalvaro
martedý 1 agosto 2017

Diversamente dal reboot del 2012, Spider-Man Homecoming non si presenta con la presunzione di far qualcosa di meglio rispetto alla trilogia di Raimi, riproponendo molte delle medesime situazioni ma in modo assai meno profondo e riflessivo e rendendo sia il povero Peter che la povera Gwen insopportabili (almeno questa è l'impressione che io ho avuto all'epoca ed è il motivo per il quale odio quei due film):  il nuovo Spider-Man anzi se ne distacca il più possibile e ci propone un Parker liceale e ribelle, dicesi anche cazzone bimbominchioso per il quale non ho fatto esattamente i salti di gioia ma è un interessante cambio di prospettiva e di sviluppo del personaggio.  il Peter Parker di Homecoming non è divorato dai sensi di colpa come quello di Raimi ed i suoi genitori non sono scomparsi a causa di un qualche complotto o attentato governativo o di qualsiasi altra sorta come quello di Amazing (non hanno ancora finito di cadermi i coglioni per quella sottotrama), il nuovo Peter Parker è un semplice idiota dal cuore d'oro; credo che non lo si possa descrivere in un modo migliore.  Prima di essere reclutato da Tony Stark per la guerra civile contro Captain America il nostro nuovo Peter sfruttava infatti i propri poteri ed i vantaggi che essi offrivano quasi come fossero un gioco o un passatempo (come dicevo, ad anni di luce di distanza dai grandi poteri dai quali derivano grandi responsablità);  si rivelerà anche in questo film talmente ingenuo e stupido da non rendersi nemmeno conto dei rischi mortali ai quali andrà incontro, tuttavia proprio l'ingenuità, la stupidità e la testardaggine che lo contraddistinguono diverranno le sue armi migliori, consentendogli di divenire, alla fiine, il vero eroe che era destinato ad essere fin dall'inizio.

L'interpretazione di Tom Holland non è stata forse molto espressiva ma l'ho trovato perfetto nel ruolo atipico del teenager imbranato ma al tempo stesso dotato di un'incredibile forza fisica; inoltre a dispetto delle stupidaggini che combina ho trovato questo Spider-Man molto più piacevole e molto meno irritante e fastidioso di quello di Amazing.  Menzione d'onore la meritano la sua intesa sullo schermo con Marisa Tomei che interpreta un'inedita zia May attraente e premurosa e l'interpretazione di un come sempre meraviglioso Michael Keaton nei panni del rapace Avvoltoio, personaggio al quale è dedicata un'interessante sequenza iniziale e che offre dei buoni spunti narrativi oltre che un ottimo colpo di scena.  Tom e Marisa sono invece perfetti insieme e francamente avrei voluto vedere questa nuova versione di May molto più presente nella storia... questo però probabilmente è dovuto al fatto che a dispetto dei suoi 53 anni Marisa Tomei è ancora una figa da far paura e dunque non mi sarebbe dispiaciuto poterla vedera un po' più spesso, visto che del resto l'alternativa era Liz Allan interpretata da Laura Harrier, una 27enne nei panni di una sexy liceale (un ruolo che a non sapere che è una classe '90 non le calza poi così male, le avrei dato al massimo 20 anni), un interesse amoroso purtroppo alquanto piatto e fine a se stesso al cui cospetto perfino la Mary Jane Watson di Raimi era ben caratterizzata.  Non sapremo mai nulla di lei se non che piace a Peter Parker e che è una supergnocca per qualche motivo attratta da un coglione al cui confronto Dave di Kick-Ass è un cazzo di Casanova.  Un grosso punto interrogativo lo metto invece sul personaggio di Michelle Jones (la nuova MJ), interpretato da Zendaya, a quanto pare una stella della Disney;  non dice praticamente nulla, segue Peter Parker come un'ombra e risulta utile soltanto durante il torneo di Decathlon... mi ci gioco anche le palle che sarà il nuovo interesse amoroso di Peter Parker nel prossimo film, ma per il momento è solo un grosso punto interrogativo.  Il personaggio del quale invece si sentiva la necessità nella storia quanto di una diarrea al mattino e che risulta col passare dei minuti sempre più irritante e fastidioso è invece quello di Ned, migliore amico di Peter Parker, interpretato da tal Jacob Batalon; proprio no ragazzi, proprio no.  L'ultima cosa che volevo vedere era un "Robin" obeso che affiancasse Spider-Man nelle sue imprese, come se non ci fossero già stati Iron-Man e tutta quella continuity degli Avengers a rubargli fin troppo la scena.  

Arrivando appunto al difetto principale del film, ho avuto a più riprese la sensazione che stavolta la Marvel/Disney/Sony abbia calcato fin troppo la mano sul merchandising o sui prodotti del franchise che dir si voglia;  ogni film non d'autore o non di nicchia è innanzitutto o soprattutto un prodotto commerciale che deve far comprare al pubblico il maggior numero possibile di biglietti e di gadget o accessori correlati al film, su questo siamo tutti d'accordo, ma forse in questo caso la cosa si è rivelata fin troppo palese.  Le continue apparizioni di Iron-Man, il mettere in primo piano il suo elmo, i camei di Captain America, il tirar in ballo in modo del tutto non necessario personaggi come Thor e la Vedova Nera ed i numerosi riferimenti ai precedenti film degli Avengers mi sono spesso sembrati eccessivi;  trattasi di un'intrusione funzionale alla trama e al contesto ma che non ho gradito particolarmente.  E' un film di Spider-Man, quindi è soprattutto Spider-Man che ci terrei a vedere, non gli altri vendicatori.  Sarà forse vero che il Peter Parker dei film di Sam Raimi era un piagnucolone logorroico come sostengono i suoi detrattori, ma almeno aveva la decenza, il coraggio e la determinazione necessaria per sistemare da solo i casini da lui stesso causati senza che dovessero arrivare papà Iron-Man o un Robin obeso a salvargli le chiappe.  Del tutto inopportuna invece la presenza reiterata della "Morte Nera in Lego" e la citazione ai film di Guerre Stellari che ritengo una palese operazione commerciale o promozionale della Disney in vista dell'uscita dei prossimi film della saga e sulla quale preferisco stendere un velo pietoso.

Parlando rapidamente degli altri campi, il regista Jon Watts mi è sembrato ispirato al punto giusto ed ha trattato il materiale a sua disposizione con grande rispetto e professionalità;  Michael Giacchino ha scritto l'ennesima grande colonna sonora, forse non al livello di quelle di Danny Elfman ma sicuramente lodevole;   la fotografia, le scene d'azione e gli effetti speciali non raggiungono il livello dei film di Raimi ma hanno sicuramente giovato dell'evoluzione tecnologica avvenuta nel frattempo e delle nuove possibilità che la computer grafica consente,  Salvatore Totino ha fatto un buon lavoro e l'Industrial Light & Magic probabilmente porterà a casa l'ennesimo Oscar sebbene abbia fatto cose ben più grandiose in passato.  

Nel complesso non lo ritengo un film poi così malvagio, ma l'eccessivo taglio adolescenziale (vedasi John Hughes), il quasi nauseante politicamente corretto e "da poter vendere anche ai bambini" che si respira fino alla fine del film e l'annichilimento del personaggio di Spider-Man a vantaggio degli altri vendicatori e del marketing generale mi hanno portato a non andare oltre le due stelle.  Probabilmente potendo gliene avrei date 2 e mezzo.  Sono d'accordo con i critici che lo ritengono il miglior film su Spider-Man da Spider-Man 2 ad oggi, ma visti i tre macelli usciti nel frattempo aggiungo che non si tratta poi di questo gran complimento.  

[+] lascia un commento a paolosalvaro »
Sei d'accordo con la recensione di PaoloSalvaro?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
25%
No
75%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di PaoloSalvaro:

Vedi tutti i commenti di PaoloSalvaro »
Spider-Man: Homecoming | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1░ | lucacapaccioli
  2░ | fabiant.
  3░ | glaukobarbagallo
  4░ | loland10
  5░ | arox95
  6░ | cianoz
  7░ | sora97
  8░ | scavadentro65
  9░ | tmpsvita
10░ | jlkbest72
11░ | scavadentro65
12░ | sca
13░ | paolosalvaro
14░ | lupo67
15░ | abcde
16░ | alexmanfrex
17░ | gipsydanger
18░ | giorgiogiannola
19░ | willywillywilly
20░ | annalisarco
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 |
Link esterni
Facebook
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 6 luglio 2017
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità