Corpo e Anima

Acquista su Ibs.it   Dvd Corpo e Anima   Blu-Ray Corpo e Anima  
Un film di Ildikò Enyedi. Con Alexandra Borbély, Morcsányi Géza, Ervin Nagy, Pál Mácsai, Júlia Nyakó.
continua»
Titolo originale A teströl és a lélekröl. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 116 min. - Ungheria 2017. - Movies Inspired uscita giovedì 4 gennaio 2018. MYMONETRO Corpo e Anima * * * 1/2 - valutazione media: 3,99 su 29 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
evak. venerdì 5 gennaio 2018
opera di rara ed elegante poesia Valutazione 5 stelle su cinque
86%
No
14%

Questo non è il solito film. Questa è un'opera cinematografica alla quale raramente si assiste. 

Stile, linguaggio e fotografia in perfetta sintonia.
Prove attoriali al di sopra dell'eccellenza.
Una regia maestra.
Endre e Mària. Due corpi mancanti di qualcosa.
Un pò lontano dalla vita e una paralisi fisica ad un braccio lui. In un mondo tutto suo e una paralisi emotiva lei.
Due cervi. Le loro anime.
Ciò che di giorno risulta mancante, li va a trovare di notte in un sogno. Un sogno comune. Identico.
Le catene dei corpi e della mente si spezzano. La libertà del desiderio si compie. [+]

[+] interessante storia d'amore, anomala e onirica (di antoniomontefalcone)
[+] lascia un commento a evak. »
d'accordo?
valterchiappa domenica 7 gennaio 2018
perche' l'amore diventi realta' Valutazione 5 stelle su cinque
82%
No
18%

L’anima ha il colore blu e risiede in un bosco innevato. Il corpo è rosso di sangue che sgorga in stanze oscure. Colori che non riescono a fondersi. Due spiriti predestinati, quelli di Endre (Morcsányi Géza) e Maria (Alexandra Borbély), incapaci di incontrarsi: occhi che si osservano a distanza, corpi fra cui si interpongono distanze orizzontali o che giacciono su piani diversi.
Un uomo e una donna paralizzati. Maria, con un’infanzia presumibilmente difficile da cui non sa staccarsi, è un’anima bambina. Il suo mondo, governato da una memoria autistica, si racchiude in un’algida perfezione dove i millimetri hanno valore e la polvere va rimossa. [+]

[+] l'importanza dei dettagli (di jackbeauregard)
[+] lascia un commento a valterchiappa »
d'accordo?
zarar lunedì 8 gennaio 2018
la forza di chi dà corpo a metafore e sogni... Valutazione 4 stelle su cinque
64%
No
36%

Quello che dà un tono assolutamente inusuale e spiazzante a questo film è l’idea straordinaria di dare corpo – per così dire – ad una serie di metafore del nostro tempo relative alla nostra condizione e ai rapporti interpersonali. Diciamo che viviamo in un macello di società, che sopportiamo con cinismo e indifferenza, pena venirne schiacciati? Ebbene, il film è ambientato in un macello, che esibisce ad ogni momento la straziante sofferenza dell’animale di fronte all’indifferenza tranquilla, al tran tran, alle battute di operai e impiegati. [+]

[+] lascia un commento a zarar »
d'accordo?
mauridal lunedì 5 marzo 2018
cuori e vetrate infranti Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

   Un corpo ,  specie quello umano ha un linguaggio, un modo di parlare a sé e agli altri , e in questo film il linguaggio dei corpi  del maschio e della femmina  dialogano sul tema dell’amore ,. ,Infatti i due protagonisti , lui  dirigente  e lei una “diligente dipendente,”  addetta al controllo  qualità, dello stesso  mattatoio dove entrambi lavorano , una sorta di fabbrica dove  si macellano buoi e mucche in maniera tecnologicamente precisa , non conoscendosi   conducono  una condizione di solitaria esistenza , vivono una vita anaffettiva  e i loro corpi comunicano un senso di blocco di statica paura ,dove lui è proprio bloccato in un braccio paralizzato , e lei mostra un blocco di relazione e di comunicazione con tutti. [+]

[+] lascia un commento a mauridal »
d'accordo?
angeloumana sabato 13 gennaio 2018
anche le corazze si aprono Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 La difficoltà di due adulti di arrivare all'amore, questo è il nòcciolo del film Corpo e Anima, le corazze e armature che vietano a molti adulti che le loro anime comunichino. Una curiosità resta: è quella di sapere il significato del titolo ungherese A testrol és a lélekrol. In relazione a ciò cito le parole di Cristina Piccino del Manifesto, che ha scritto: (qst film è) “un bel modo per iniziare il nuovo anno cinematografico 2018, nonostante il doppiaggio, a cui ci si deve rassegnare visto che il pubblico per film come questo è quello che preferirebbe le versioni originali”. [+]

[+] lascia un commento a angeloumana »
d'accordo?
eugenio mercoledì 11 aprile 2018
la nascita e la morte dell'amore Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

La costruzione di un amore.
La passione passo dopo passo.
E il sangue, la costante a tratti metaforica, a tratti reale, della pellicola dell’ungherese Ildikó Enyedi, vincitrice dell’Orso d’Oro all’ultimo Festival del cinema di Berlino.
Corpo e animaè il titolo di una commedia che sfugge ai canoni del semplice linguaggio d’amore. Non la sdolcinatezza del sentimento nella sua lontana voce, quanto un amore passionale, fatto di umori, di corpi, un amore fatto di anima, di cui ne viene mostrata la sua nascita, la sua crescita, la sua apparente ostilità, passo dopo passo.
Ambientato in un mattatoio, luogo paradigmatico di sangue e morte, in una struttura quasi ad “imbuto” dove gli operai in basso macellano mucche intontite e i dirigenti sopra, curano la qualità della carne secondo precisi standard, due persone, un uomo e una donna, si guardano, si studiano, si incontrano. [+]

[+] lascia un commento a eugenio »
d'accordo?
kimkiduk domenica 18 febbraio 2018
particolare .... forse troppo Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Film ungherese e quindi sicuramente diverso da quello che è il mediamente programmato.
Ma io amo la cinematografia dell'Est con le sue caratteristiche spesso di essenzialità. La ricerca del particolare, sin dall'inizio, con primi piani sulle mani, sugli oggetti, sui volti e su un pò tutto, affascina da subito.
La ricerca della caratterizzazione dei personaggi nelle loro particolarità e soprattutto nelle loro manie, quasi al limite della psichiatria, è meravigliosa.
Ma proprio qui forse il film eccede, nel creare una storia d'amore tra due persone non ai margini della società, ma ai margini loro stessi di sè stessi. [+]

[+] lascia un commento a kimkiduk »
d'accordo?
erostrato lunedì 8 aprile 2019
vecchie ferite che si possono rimarginare Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Non sappiamo nulla dei protagonisti di questo film. Da dove vengono, quali storie hanno vissuto, perché sono così soli, persi irrimediabilmente? L'opera è imperniata sulle parole non dette, sui particolari che sapientemente la regista ci mostra durante lo scorrere della vicenda, li semina e ci invita con delicatezza, nonostante l'ambientazione, a seguirne il tracciato in modo che sia lo stesso spettatore a coglierne le chiavi di lettura. Bravissimi i due protagonisti nella gestualità, a trasmetterci con le loro espressioni ciò che nel profondo stanno provando. Due individui lontanissimi all'apparenza, ma estremamente vicini nel profondo, entrambi portatori di gravi ferite ancora visibilmente aperte, che potranno solo incancrenirsi, ma un percorso comune potrebbe miracolosamente guarire. [+]

[+] lascia un commento a erostrato »
d'accordo?
carlosantoni giovedì 30 agosto 2018
il sogno è un velo di frine Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Poteva la storia svolgersi in altro contesto che non fosse un mattatoio di Budapest? Sì, indubbiamente, però il fatto che come location sia stato scelto quel luogo di distruzione di vite e di corpi, serve a ricordarci l’importanza della nostra materialità, e al tempo stesso la sua essenziale polarità di fronte a ciò che siamo come pensiero, desiderio, sentimento: ciò che intendiamo col termine anima. Come esplicita il titolo stesso, il film ci parla del nostro “di fuori” e del nostro “di dentro” e ce ne parla attraverso una storia asciutta, scabra, ma delicatissima e potente, che si regge in un difficile equilibrio tra un versante romantico-onirico ed un altro prosaico e problematico. [+]

[+] lascia un commento a carlosantoni »
d'accordo?
venerdì 9 marzo 2018
il desiderio dell'amore Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Due sconosciuti, un uomo e una donna che ignorano della reciproca esistenza, s'incontrano e s'innamorano nei loro sogni. Tutti gli ostacoli che impediscono loro di riconoscersi nella realtà scompaiono nel sogno. Abbandonato l'habitus sociale, spezzate le catene culturali, nello spazio onirico restano soltanto due animali: l'amore non è forse istinto e desiderio?
Ma Enyedi non si ferma solo a questo: se il ruolo sociale rischia di disumanizzarci sostituendo i nostri desideri con pulsioni artificiali, fino a privarci della sola cosa che dia senso alla vita, l'amore, forse è necessario tornare al sè ancestrale/animale per riconoscere che tutto quello di cui abbiamo bisogno è essere amati e amare. [+]

[+] lascia un commento a »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Corpo e Anima | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | evak.
  2° | valterchiappa
  3° | zarar
  4° | angeloumana
  5° | mauridal
  6° | eugenio
  7° | kimkiduk
  8° |
  9° | erostrato
10° | carlosantoni
11° | gianniquilici
12° | francesca
13° | freerider
Premio Oscar (1)
European Film Awards (5)
Festival di Berlino (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 4 gennaio 2018
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità