Escobar - Il Fascino del Male

Acquista su Ibs.it   Dvd Escobar - Il Fascino del Male   Blu-Ray Escobar - Il Fascino del Male  
   
   
   

Escobar visto da una donna che lo ha amato

di LucaScialo


Feedback: 74293 | altri commenti e recensioni di LucaScialo
domenica 22 aprile 2018

Negli ultimi tempi, il cinema sembra aver scoperto la figura di Pablo Escobar, potentissimo narcotrafficante colombiano che tra la fine degli anni '70 ed inizio anni '90, mise a ferro e fuoco la Colombia. O, quanto meno, chi provò ad ostacolarlo.
Se con Escobar del 2014, diretto da Andrea De Stefano, con il grande Benicio Del Toro, il criminale-benefattore veniva ritratto dalla prospettiva del nipote e si metteva in luce il suo aspetto ambiguo (violento con rivali e istituzioni, dolce e compassionevole nel privato), in questa pellicola ci viene ritratto con gli occhi innamorati e affascinati della presentatrice e giornalista Virginia Vallejo. Del quale libro biografico della sua esperienza con Escobar, il film trae spunto.
Ossia, un Escobar passionale, forte, determinato, che otteneva sempre ciò che voleva. Affascinante per il potere che aveva raggiunto, a cui la Vallejo non seppe resistere. Arrivando perfino a ricoprire il ruolo di Senatore e ad uccidere il Ministro della giustizia che lo aveva pesantemente accusato in Parlamento. Facendo morire di crepacuore anche il Magistrato che lo indagava, regalandogli una bara.
Ma Pablo Escobar era anche un padre affettuoso, un marito infedele ma rassicurante. Nonché un benefattore con la povera gente costretta a vivere in baracche tra rifiuti. Per loro stava facendo costruire molte abitazioni. Perchè la criminalità è come un fiore del male che sorge laddove si cova solo odio e rancore verso le istituzioni. Per la loro non curanza.
Il film è riuscito, per l'ottima regia di de Aranoa. La cui filmografia era fino a questo film quasi interamente dedicata a raccontare la Spagna più nascosta e meno conosciuta. Del resto, è andato sul sicuro, affidandosi al camaleontico Javier Bardem nel ruolo di Escobar e a Penelope Cruz in quello di Virginia Vallejo. Ottima però anche la fotografia e il montaggio di alcune scene spettacolari, come l'autostrada bloccata per far atterrare l'aereo carico di coca e lo stanamento di Escobar nel suo nascondiglio. Tante altre poi le scene coinvolgenti, come il tentativo di omicidio di Virginia nella gioielleria.
Il confronto tra Del Toro e Bardem scatta automatico, sebbene andrebbe come sempre evitato. Del Toro è stato bravo nel mostrarci un Escobar in formato boss temuto e rispettato, con la sua stazza fisica imponente e il suo sguardo penetrante. Un uomo rassicurante, sicuro di sé, tutto d'un pezzo. Già all'apice e verso la decadenza. Il Don Pablo di Bardem è più pittoresco, umano, con debolezze e tentazioni. Talvolta anche buffo e ridicolizzato, come la scena della fuga nudo tra le fitte piantagioni.
Se vale la regola "non c'è due, senza tre" ci aspettiamo un film sulle origini di Escobar.

[+] lascia un commento a lucascialo »

Ultimi commenti e recensioni di LucaScialo:

Vedi tutti i commenti di LucaScialo »
Escobar - Il Fascino del Male | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | robert eroica
  2° | felicity
  3° | andrea
  4° | loland10
  5° | maramaldo
  6° | udiego
  7° | deadman
  8° | lucascialo
Rassegna stampa
Emiliano Morreale
Video recensione
la video recensione
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 19 aprile 2018
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità