No - I giorni dell'arcobaleno

Acquista su Ibs.it   Dvd No - I giorni dell'arcobaleno   Blu-Ray No - I giorni dell'arcobaleno  
Un film di Pablo Larrain. Con Gael García Bernal, Alfredo Castro, Antonia Zegers, Luis Gnecco, Marcial Tagle.
continua»
Titolo originale No. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 110 min. - Cile 2012. - Bolero Film uscita giovedì 9 maggio 2013. MYMONETRO No - I giorni dell'arcobaleno * * * - - valutazione media: 3,42 su 38 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   
donni romani venerdì 8 febbraio 2013
gioco di rimandi ed emozioni fra cinema e storia Valutazione 4 stelle su cinque
91%
No
9%

Accolto calorosamente all'ultimo Festival di Cannes e candidato agli Oscar come Miglior Film Straniero il film di Larrain è una ricostruzione storica accurata, una pagina di ottimo cinema e una analisi antropologica sottile. L'azione si svolge in Cile, 1988, nazione schiacciata e ferita da quando nel 1973 il generale Pinochet, con un colpo di stato, prese il potere spodestando il presidente Allende. Gli anni di repressione, torture, con migliaia di uomini e donne scomparsi hanno alzato il livello della tensione e le critiche internazionali costringono Pinochet ad indire un referendum che legittimi la sua posizione. [+]

[+] lascia un commento a donni romani »
d'accordo?
filippo catani martedì 21 maggio 2013
l'allegria malinconica che sconfisse il regime Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Cile 1988. Dopo 15 anni di dittatura sanguinaria, il generale Pinochet è costretto ad indire un plebiscito sulla sua persona e sulla nuova costituzione a seguito delle fortissime pressioni della comunità internazionale. La campagna del no decide di affidarsi ad un giovane ed esuberante pubblicitario.
Quindici minuti al giorno era il tempo destinato al regime per la campagna del no e perdipiù a notte fonda. Effettivamente anche il sì aveva a disposizione quindici minuti ma ovviamente nella fascia di maggiore ascolto e all'interno di un palinsesto ovviamente asservito al regime. Come era possibile trionfare in un referendum indetto da Pinochet allo scopo di vincere in carrozza? E' forse questo uno dei momenti più toccanti di questo splendido film di Larrain. [+]

[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
writer58 lunedì 19 agosto 2013
la alegrìa yà viene... Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Nel 1988 il Cile si trova di fronte a uno spartiacque: decidere, tramite un referendum, se confermare per 8 anni Pinochet come presidente della Repubblica oppure voltar pagina dopo 15 anni di repressione, migliaia di oppositori assassinati, desaparecidos, toturati, esiliati. Visto dall'esterno,con gli occhi di chi scendeva in piazza per manifestare solidarietà ai compagni cileni, l'esito sembrerebbe scontato, la fine del dittatore inevitabile. In realtà, Pinochet,oltre a massacrare l'opposizione e sospendere le garanzie costituzionali, riusci' a saldare un blocco di potere ampio, rafforzato dalla crescita economica avvenuta tra gli anni '70 e '80 - in cui fu introdotto un modello economico liberista che face aumentare il PIL, ma anche le disuguaglianze tra la parte più ricca e la maggioranza dei cileni-. [+]

[+] lascia un commento a writer58 »
d'accordo?
enzo70 domenica 19 maggio 2013
film originale per un no alle dittature Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Nel 1988 Pinochet fu costretto ad indire un referendum per ottenere il sostegno al suo Governo. Il Cile, quindi, fu chiamato ad esprimersi per un si, a favore del dittatore, o per un no, il che significava un nuovo corso politico. Al fronte del no furono concessi quindici minuti di comunicazione in tv, in una par condicio di natura sudamericana; e si, perché lo stesso tempo era, sulla carta, concesso alla comunicazione politica del dittatore. Ed il film diretto dall’ottimo Pablo Larrain racconta i giorni che condussero al termine della dittatura del generale cileno dal lato di un giovane creativo pubblicitario interpretato alla grande da Gael Garcia Benal, il Che nello splendido "i diari della motocicletta". [+]

[+] lascia un commento a enzo70 »
d'accordo?
flyanto lunedì 13 maggio 2013
come vinse il partito del no Valutazione 3 stelle su cinque
80%
No
20%

 In questo film viene rappresentata tutta la campagna pubblicitaria e politica che venne realmente condotta nell'anno 1988 in Cile dal partito dell'opposizione al Governo di Pinochet e la sua conseguente vitoria. Un film interessante nella sua tematica e girato in maniera chiara ed essenziale  al fine della comprensione di tutte le manovre e posizioni politiche, forse non a tutti troppo conosciute. Pertanto il film è in un certo qual modo anche avvincente  e per nulla noioso nella sua presentazione di un clima politico a noi distante e gli stralci aggiunti dei reali filmati di repertorio ne aumentano il valore e la resa. Forse, in certi punti, esso può risultare anche un pò romanzato ma, ripeto, girato in maniera esplicita e notevolmente semplificata. [+]

[+] lascia un commento a flyanto »
d'accordo?
renato volpone domenica 19 maggio 2013
la potenza mediatica Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Sono passati 25 anni dal referendum che ha decretato in Cile l'abbandono del potere da parte di Pinochet ed ecco un film che racconta le dinamiche di quella campagna elettorale sia dalla parte del NO, che dalla parte del SI. Il film, girato con immagini leggermente sfuocate per dare la sensazione di un tempo all'imperfetto, è un interessante documento sulle dinamiche della comunicazione e della manipolazione delle masse attraverso media e pubblicità.  Manifesto di una rivoluzione pacifista, non calcando mai la mano sulla violenza, offre interessanti spunti di meditazione sull'evoluzione del modo di fare politica, sulla difficoltà dei partiti politici di conciliare le vecchie idee con le nuove modalità  del comunicare. [+]

[+] lascia un commento a renato volpone »
d'accordo?
diomede917 venerdì 17 maggio 2013
la forza dell'allegria Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Nonostante la pigrizia (o furbizia) di alcuni distributori “La festa del cinema” ci ha liberato dai magazzini un piccolo gioiello premiato nella sezione Quinzane des realisateurs di Cannes 2012 e candidato all’Oscar come miglor film straniero.
Con No-I giorni dell’arcobaleno il regista Pablo Larrain conclude la sua triologia sulla dittatura di Pinochet vista dal basso portandola dai chiaroscuri di Tony Manero e di Post Mortem al multicolore che ha segnato la fine di un periodo molto doloroso non solo della storia cilena ma anche della Storia Contemporanea Mondiale.
Il film mette al centro la pagina finale del periodo di Augusto Pinochet che , di fronte alle pressioni internazionali, indisse un referendum nel 1988 sulla sua presidenza. [+]

[+] lascia un commento a diomede917 »
d'accordo?
stefanoadm lunedì 28 ottobre 2013
enjoy democracy Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Quel NO a Pinochet, quel NO che Pinochet stesso rese possibile solo perché era convinto che i cileni non avrebbero osato pronunciarlo viene ricostruito con un rigore formale e una precisione storica impressionanti. L’archiviazione della dittatura passò attraverso la consapevolezza del passato recente, il dolore causato da lutti ed esilii, l'indignazione per il sopruso, la resistenza dell'attività politica propriamente detta. Ma fu anche frutto di un lavoro pubblicitario che utilizzò strumenti inaspettati: l’ironia, la patinatura e il “volemose bbene” in stile Coca Cola, la naturalezza artificiale dei balli che Alan Parker, pochi anni prima, aveva disseminato in Fame – Saranno famosi. Tutto concentrato in una campagna televisiva furba, smaliziata, per i tempi all’avanguardia. [+]

[+] lascia un commento a stefanoadm »
d'accordo?
gianni lucini giovedì 19 settembre 2013
un bel film nonostante critiche artificiose Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

La trilogia di Pablo Larrain sul Cile della dittatura si conclude in modo inaspettatamente luminoso. Dopo il feroce "Tony manero" e l'allucinante "Post mortem" il regista porta sullo schermo la vittoria della fiducia e della positività contro le ombre dell'oscurantismo. Non sono mancate le critiche a questo film. Tra le principali se ne possono citare tre: 
a) Larrain nasconde il fatto che la vittoria contro Pinochet è stata frutto di una grande mobilitazione capillare dei militanti, soprattutto della sinistra, e non di una trovata pubblicitaria;
b) La figura di Renée Saveedra nella realtà è ambigua perchè nella sua parentela figurano sostenitori di primo piano della giunta di Pinochet
c) Il film negli USA è stato accolto tiepidamente. [+]

[+] lascia un commento a gianni lucini »
d'accordo?
catcarlo martedì 4 giugno 2013
no - i giorni dell'arcobaleno Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Come dice a un certo punto Antonio (il personaggio interpretato da Marcial Tagle) dopo aver visto le immagini delle donne di alcuni desaparecidos, ‘io mi sono commosso’. Un po’ perché Augusto Pinochet Ugarte è stato uno degli uomini neri della mia generazione, un po’ perché questo film narra, con partecipazione ed efficacia cinematografica, l’incruenta fine della feroce dittatura cilena. Un referendum voluto dall’esterno – compresi gli Stati Uniti, che stavano ormai pensando di mollare il loro fdp a Santiago – e vinto a sorpresa dall’opposizione: per riuscire nell’impresa, malgrado il clima difficile e gli spazi televisivi ristretti, è necessario un colpo d’ala, quello regalato dal pubblicitario René Saavedra (vagamente ispirato a Eugenio Garcia) che è capace di convincere i riottosi esponenti del ‘No’ ad utilizzare, nei loro quindici minuti giornalieri, una campagna basata sulla speranza e sull’allegria piuttosto che sul ricordo e sul dolore. [+]

[+] lascia un commento a catcarlo »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
No - I giorni dell'arcobaleno | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 |
Link esterni
Facebook
Twitter
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 9 maggio 2013
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità