La solitudine dei numeri primi

Acquista su Ibs.it   Dvd La solitudine dei numeri primi   Blu-Ray La solitudine dei numeri primi  
Un film di Saverio Costanzo. Con Alba Rohrwacher, Luca Marinelli, Martina Albano, Arianna Nastro, Tommaso Maria Neri.
continua»
Drammatico, durata 118 min. - Italia, Francia, Germania 2010. - Medusa uscita venerdì 10 settembre 2010. MYMONETRO La solitudine dei numeri primi * * - - - valutazione media: 2,19 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Trasposizione labile, mancante di nerbo ed energia Valutazione 2 stelle su cinque

di Great Steven


Feedback: 70003 | altri commenti e recensioni di Great Steven
venerdì 5 settembre 2014

LA SOLITUDINE DEI NUMERI PRIMI (IT, 2010) diretto da SAVERIO COSTANZO. Interpretato da ALBA ROHRWACHER – LUCA MARINELLI – ISABELLA ROSSELLINI – ROBERTO SBARATTO – MAURIZIO DONADONI – FILIPPO TIMI § Scritto dal regista con Paolo Giordano, autore del fortunato romanzo, e spinto da un produttore lungimirante che ne aveva comprato i diritti prima che diventasse un best-seller, è il 3° film di Costanzo, e il 1° su commissione, frutto di un’operazione difficile e ambiziosa: farne qualcosa di nuovo e diverso. Costanzo ne ha fatto “un horror sentimentale sulla famiglia” (parole sue) e la sua impossibile emancipazione, citando Bava, Argento e Kubrick (con occhiate a Polanski e Bellocchio) e circondandosi di collaboratori affidabili o di moda tra cui il poliedrico, quasi schizofrenico, musicista californiano Mike Patton, ma anche i Goblin nelle sequenze iniziali. Del romanzo ha ingarbugliato i fili, alternando le vicende dei due protagonisti e i tre livelli temporali (bambini, adolescenti, adulti), cercando al montaggio (Francesca Calvelli) di far emergerne i temi latenti delle vite (quasi) parallele di Alice e Mattia, sconvolti nell’infanzia da dolorosi eventi. S’incontrano, si sfiorano, forse si amano nell’incertezza, ma si trovano sempre nel posto sbagliato al momento sbagliato. Cercando di riconciliarsi col passato: l’uno con l’altra? Finale aperto. Messo in immagini, purtroppo, il film perde la sua magica sensibilità e il suo plasticismo figurativo e romanzesco, toccando talvolta il ridicolo involontario e mettendosi sulla falsariga di imitare le vicende sulla carta con una pappagallesca recitazione che non prende le frasi parola per parola ma le trasfigura in dialoghi poveri e blandi. Inoltre, molte scene vengono scipitamente eliminate, e alcuni aspetti che nel libro sono fondamentali sullo schermo non trovano la corretta e giusta applicazione audiovisiva: per fare qualche esempio, l’anoressia di Alice, l’autolesionismo di Mattia, il matrimonio della ragazza col medico Fabio, la sorella autistica e ritardata del protagonista maschile e la sua successiva dispersione, le nozze della compagna di scuola Viola Bai, l’azzoppamento di Alice durante le sciate in alta montagna, l’insegnamento di matematica all’estero, il primo contatto sessuale di Mattia con un’amica di un collega professore, il viaggio in automobile quando entrambi sono nuovamente in Italia e il loro ultimo, increscioso incontro (in realtà mostrato nel film, ma in una maniera debole e poco espressiva, che non rende tutta la drammatica sofferenza che dal romanzo fuoriesce e trapela con un’autentica forza della natura che sembra zampillare con energia inesauribile). Presentato in concorso al 67° Festival cinematografico di Venezia e distribuito nelle sale a partire dal 10 settembre 2010. Complessivamente, incassò quasi tre milioni e mezzo di euro. Distribuito da Medusa. La fotografia di Fabio Cianchetti carezza amorevolmente le immagini, senza trascurare un’ingenuità rappresentativa che però ben combacia col tono melodrammatico, inserendosi non alla perfezione ma agevolmente con il quadro triste e melanconico che traspare dalla messa in scena del libro, in ogni caso decisamente migliore del film (come quasi sempre accade) per maggiore ricchezza di particolari e superiore potenza evocativa di emozioni e sensazioni umane. La scenografia di Antonello Geleng e Marina Pinzuti Ansolini è un punto a favore della pellicola, che alza di una spanna la media medio-bassa in cui quest’opera ristagna per scarsa creatività e fedeltà non troppo vicina al testo scritto (e una fedeltà maggiore non sarebbe guastata, ad essere sinceri, e un ingarbugliamento meno confuso e spezzettato avrebbe giovato alquanto). Non male i costumi di Antonella Cannarozzi: sobri, decorativi, zelanti e adeguati. In conclusione, non un film che resterà nella storia del cinema italiano, ma sicuramente un timido tentativo di tradurre cinematograficamente discorrendo un’opera prima eccezionale, vincitrice del Premio Strega e del Premio Campiello contestualmente, che dedica pagine intense e vitali all’esistenza quasi interamente combinata di due esseri umani sensibili, capaci di amare e di odiare, auto-commiseranti eppure forti e decisi quanto basta, che sono costretti a rimanere lontani vicendevolmente come i numeri primi, incredibilmente vicini ma inesorabilmente distanti, per via dell’impossibilità di incontrarsi e riempirsi in modo reciproco per colmare i vuoti di serenità e felicità che un destino troppo arcigno e beffardo ha riservato per loro con tanta crudeltà e animosità.    

[+] lascia un commento a great steven »
Sei d'accordo con la recensione di Great Steven ?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Great Steven :

Vedi tutti i commenti di Great Steven »
La solitudine dei numeri primi | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | mtth
  2° | erixon
  3° | popsa1111
  4° | great steven
  5° | stefano capasso
  6° | viola96
  7° | ultimoboyscout
  8° | francesco2
  9° | goldy
10° | pietro muratori
11° | ralphscott
12° | molinari marco
13° | luigi.blu
14° | rhino
15° | nicolac
16° | hatecraft
17° | spike
18° | leonor
19° | arscritica
20° | tuesday
21° | jayan
22° | anna1
23° | m.d.c
24° | ginger snaps
25° | stefano73
26° | francesca50
27° | zozner
28° | cesare antonio borgia
29° | francesco giuliano
30° | kalibano
31° | vanreese
32° | jewel
33° | giulinet
34° | paride86
35° | maurizio
36° | domenico a
37° | giorgios23
38° | giugy3000
39° | graves
Nastri d'Argento (7)
David di Donatello (4)


Articoli & News
Approfondimenti
a venezia 2010
Libri
il libro
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 | 26 | 27 | 28 | 29 | 30 | 31 | 32 | 33 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 10 settembre 2010
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità