La prima cosa bella

Acquista su Ibs.it   Soundtrack La prima cosa bella  
   
   
   

La prima cosa.....non bella. Valutazione 3 stelle su cinque

di redrose


Feedback: 1655 | altri commenti e recensioni di redrose
martedì 16 marzo 2010

Questo film ha tutti gli ingredienti per essere definito “un bel film” e Virzì ha saputo dosare con sapiente maestria tutti i giusti ingredienti: soggetto toccante e commovente, cast buono e affiatato (compresi i superbi attori-bambini), location di provincia come la migliore tradizione della commedia all’italiana vuole…eppure c’è qualcosa che stona e che ci lascia non proprio convinti (e non sono solo Mastandrea e la Pandolfi che parlano livornese!)
Le stazioni di questo ‘amarcord’ Virziniano (così come sono state definite), nella Livorno degli anni '70, ripercorrono la vita e le imprese di Anna, madre esuberante e bellissima che si concede in maniera ingenua e a volte goffa agli uomini e alla vita: domestica, segretaria, ragioniera, ‘attricetta’ senza mai avere un reale successo, passa attraverso tutti i dolori della vita col sorriso sulle labbra e l'intenzione di essere soltanto una brava mamma.
A reggere il peso di questa angoscia che ci pervade per tutta la durata della visione, c’è d’altro canto una instancabile Stefania Sandrelli ed il film è tutto nel suo personaggio che, libero di pregiudizi, vive in uno stato di perenne disponibilità nei confronti della vita, offrendo agli uomini  e a noi spettatori quello che può e sente ed è proprio la sua incompletezza ma anche la sua naturale gioia di stare al mondo a renderla un personaggio unico e delicato.
In fin di morte, sposerà chi le è stato accanto da una vita e riconcilierà il figlio Bruno alla vita con un pallido messaggio di redenzione (il liberatorio e catartico bagno al mare): troppo poco però per tutta la violenza che abbiamo visto durante un film che si presenta come "commedia" ma che invece appartiene forse più al genere drammatico o melo -drammatico (botte, violenza, disperazione, povertà) : forse il regista da buon ‘stratega’ del cinema ha saputo scegliere e miscelare tutti gli ingredienti in maniera fluida e vibrante in modo da toccare le corde più sensibili della nostra anima, e sicuramente lo ha fatto bene ed il risultato è convincente.
Il riferimento, lo dice per primo il regista, è la commedia all'italiana, esplicitata dall'omaggio a Dino Risi che vediamo nel film in una breve apparizione. E dunque di un cinema sentimental-popolare d'altri tempi non si può trattenere evidentemente la stessa leggerezza e nella moderna versione Virziniana, forse contaminata da troppe distrazioni, gli uomini sono tutti irrisolti e problematici e le donne maltrattate, fisicamente e psicologicamente, soffocate dalla loro energia e voglia di vivere.  E così non possiamo non portarci a casa un sapore dolce-amaro e la sensazione di aver ricevuto la stessa pallonata in faccia che prende Bruno (Mastandrea) all’inizio del film.

[+] lascia un commento a redrose »
Sei d'accordo con la recensione di redrose?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
29%
No
71%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
marezia venerdì 16 luglio 2010
e' vero.
10%
No
90%

E' un film che NON EMOZIONA ASSOLUTAMENTE perché è costruito (e non poteva essere altrimenti per la mole di intrecci che dipana) a blocchi senza un attimo di sosta; si passa repentinamente dal passato al presente e viceversa in un attimo con l'effetto di stordire lo spettatore senza dargli il tempo di assimilare dal punto di vista emotivo niente e questa velocità finisce per sgonfiare quel pathos che la pellicola avrebbe potuto avere sulla carta. Secondo me dei due percorsi il più riuscito è senz'altro "il passato" anche perché la Ramazzotti è davvero STRAORDINARIA non solo nel rendere l'idea di quel tipo di donna ma anche perché riesce ad adeguarsi alla Sandrelli avvicinandosi in modo impressionante ai suoi vezzi, al suo modo di parlare rendendo quindi il passaggio dall'una all'altra non traumatico però purtroppo è "il presente" a debordare con l'evoluzione del rapporto dei due fratelli (la cui scena più riuscita è quella del chiarimento in cucina) con l'aggiunta del terzo (altra scena irresistibile). [+]

[+] lascia un commento a marezia »
d'accordo?

Ultimi commenti e recensioni di redrose:

La prima cosa bella | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marzia Gandolfi
Pubblico (per gradimento)
  1° | viacolvento
  2° | nino pell.
  3° | alespiri
  4° | asterione
  5° | claudia75
  6° | il sora
  7° | fabrizio cirnigliaro
  8° | ivanod
  9° | olgadik
10° | siper
11° | nsiotto
12° | dano25
13° | sprock93
14° | lume_hc
15° | accettoilcaos
16° | stefano capasso
17° | tina galante tisbe
18° | doni64
19° | fabio57
20° | elgatoloco
21° | enzo70
22° | sixy89
23° | redrose
24° | lucalip
25° | marezia
26° | doctorw58
Nastri d'Argento (19)
European Film Awards (1)
David di Donatello (22)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 | 25 |
Link esterni
Scheda | Cast | News | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità