Fuga dal Bronx

Film 1983 | Avventura 89 min.

Regia di Enzo G. Castellari. Un film con Henry Silva, Mark Gregory, Moana Pozzi, Giancarlo Prete, Carla Brait, Eva Czemerys. Cast completo Genere Avventura - Italia, 1983, durata 89 minuti. Valutazione: 2,50 Stelle, sulla base di 1 recensione.

Condividi

Aggiungi Fuga dal Bronx tra i tuoi film preferiti
Riceverai un avviso quando il film sarà disponibile nella tua città, disponibile in Streaming e Dvd oppure trasmesso in TV.



Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.


oppure

Accedi o registrati per aggiungere il film tra i tuoi preferiti.

Un gruppo di sbandati che abita nel sottosuolo si oppone ad una potente società che ha intimato lo sfratto a tutti gli abitanti di una zona del Bronx.

Fuga dal Bronx è disponibile a Noleggio e in Digital Download
su TROVA STREAMING Compralo subito

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 2,25
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,00
CONSIGLIATO NÌ
Scheda Home
News
Critica
Premi
Cinema
Trailer
Nel calderone dei postatomici nostrani, un film che ha una rilevanza indiscutibile.
Recensione di Marco Chiani
Recensione di Marco Chiani

Col progetto di trasformare il Bronx in un complesso residenziale, una multinazionale in mano a uomini politici spinge i suoi abitanti a trasferirsi nel Nuovo Messico. A capo di una gang, Trash cerca come meglio può di resistere alle pressioni degli sterminatori, un battaglione inviato per liberare l'area a qualsiasi prezzo. Insieme ad una giornalista, l'indomito teppista porta avanti il piano di riunire tutte le bande sopravvissute al fine di ribellarsi allo sterminio.
Nel calderone dei postatomici nostrani, Fuga dal Bronx ha una rilevanza indiscutibile, merito di un Enzo G. Castellari in forma smagliante e di una sceneggiatura più compatta e meno peregrina del solito. All'insegna della congiunzione tra I guerrieri della notte e 1997 - Fuga da New York, il regista e il fidato Tito Carpi riescono, infatti, a ricavare una storia sì derivata dai due illustri precedenti, ma tanto funzionale da tenere sveglia l'attenzione. E proprio quando qualcosa sembra scricchiolare a livello di scrittura, magari per troppa aderenza ai modelli, a salvare il tutto intervengono sequenze d'azione benedette da un senso di giocosa disperazione che ha pochi uguali nel sottogenere di appartenenza.
Più estremo di 1990: I guerrieri del Bronx, del quale ripropone il personaggio di Trash pur non diventando mai un sequel effettivo, rimane probabilmente il lavoro più spettacolare di Castellari, non il migliore, ma quello in cui emerge in maniera lampante una vera e propria poetica dell'esplosione. Ben oltre il filo narrativo, del resto, rimangono impresse le innumerevoli morti violente, i corpi che saltano per aria, le mitragliate, gli uomini in tuta argentata, i fucili a pompa sempre pronti a colpire. Come richiesto dalla produzione, il regista dirige un prodotto di riconoscibile marca e destinato ad un pubblico ben preciso, riuscendo tuttavia a starne fuori, quasi si trattasse di un pretesto in cui mescolare elementi a loro modo "spuri" come la dilatazione del tempo, ottimo il montaggio, o la citazione in filigrana delle predilette dinamiche western. Sta forse in questo la cifra che distingue Castellari da tutti gli altri nomi a cui spesso è, a torto, accomunato.
Insieme a 1990: I guerrieri del Bronx e I nuovi barbari compone la cosiddetta trilogia postatomica del cineasta romano. Nel cast di facce note agli affezionati del cinema italiano di genere, in cui spicca uno spietato Henry Silva nel ruolo del capo degli sterminatori, si riconosce anche una giovane Moana Pozzi. Ebbe un enorme e inaspettato successo in giro per il mondo.

Sei d'accordo con Marco Chiani?
Su MYmovies il Dizionario completo dei film di Laura, Luisa e Morando Morandini

Proseguimento di 1990-I guerrieri del Bronx . C'è il Bronx in fermento: una società immobiliare, con l'aiuto di politici corrotti, intende raderlo al suolo per costruire una piccola città del futuro. Un bel concentrato di "messaggi" sulla violenza della vita, la corruzione, il cinismo, la disperazione data dalla miseria e dal degrado. E.G. Castellari (pseudonimo di Enzo Girolami) gestisce il tutto in maniera superficiale. Nelle scene d'azione il film guadagna.

Tutte le recensioni de ilMorandini
CONSULTALO SUBITO
FANTAFILM
Cento anni di cinema di fantascienza

Un potentissimo gruppo economico assolda Wangler, mercenario senza scrupoli, e gli affida l'incarico di distruggere l'intero Bronx, rifugio di poveri ed emarginati. Trash, che già nutre del rancore verso Wangler (questi è infatti responsabile della morte dei suoi genitori), impugna le armi e tenta in tutti i modi di opporsi alla distruzione del quartiere. Dopo innumerevoli duelli e combattimenti il ragazzo guerriero riesce ad uccidere il mercenario, ma questo non basta ad evitare che il Bronx sia raso al suolo. Seguito ideale del precedente 1990: i guerrieri del Bronx, il film non devia da una descrizione a dir poco pessimistica della società prossima ventura e si articola attraverso una buona dose di sequenze shock, al limite dello splatter, che richiamano da vicino l'impostazione degli horror di Lucio Fulci. Terzo appuntamento con la fantascienza di Castellari, dopo il film citato e dopo I nuovi barbari.

FUGA DAL BRONX
in streaming
NOLEGGIA
streaming
ACQUISTA
download
SD HD HD+ SD HD HD+
CHILI
-
-
-
-
iTunes
-
-
-
-
-
-
Google Play
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
lunedì 9 novembre 2020
HULK1

Anche i film di Carpenter, come quelli di Romero erano a basso costo, serie B, certo quattro o cinque milioni di dollari i nostri se li sognavano, comunque il gotico, il poliziesco, l'horror sfidavano le grosse produzioni, ma si potevano realizzare con budget modesti e con il geniaccio italico , come diceva il maestro Bava., capolavori questi post apocalittici no, fanno schifo, sono pretenziosi, [...] Vai alla recensione »

mercoledì 9 dicembre 2009
alcoholfueledtommy

Seguito di "1990- I guerrieri del Bronx" e dunque ispirato ad una combinazione tra "1997 Fuga da New York" e "I Guerrieri della Notte", la città futuribile post-apocalittica e il dominio delle gang. Girato tra Roma e New York con discreti mezzi (soprattutto stunt ed esplosioni), è il classico prodotto d'imitazione molto più attento alle continue scene d'azione (in cui Castellari sa indubbiamente il [...] Vai alla recensione »

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati