L'inquilino del terzo piano

Acquista su Ibs.it   Dvd L'inquilino del terzo piano   Blu-Ray L'inquilino del terzo piano  
   
   
   
chriss sabato 21 agosto 2010
viaggio nella psiche di monsieur trelkovsky... Valutazione 5 stelle su cinque
86%
No
14%

L' inquilino del terzo piano è un thriller psicologico geniale ed illuminante, sia per i contenuti espressi ( solitudine, angoscia interiore, claustrofobia, visioni inquietanti, alienazione, sdoppiamento di personalità e follia), sia per i modi con i quali il regista, Roman Polanski, veste magnificamente i panni del protagonista, un modesto impiegato polacco (naturalizzato francese) in cerca di un appartamento a Parigi. Il film è molto più di un incubo insoluto. Si tratta di un viaggio allucinante nella psiche di Monsieur Trelkovsky: il quale, lentamente, si trasforma in Simone (si legge Simon) Choule. [+]

[+] lascia un commento a chriss »
d'accordo?
piano 3 mercoledì 21 gennaio 2009
dramma nella psicosi dell'essere alla fine Valutazione 5 stelle su cinque
72%
No
28%

La domanda che ci si pone mentre e dopo il maestoso capolavoro di R. polanski è la seguente: PERCHè?! vedendo e rivedendo il film mi verrebbe difficile, anzi praticamente impossibile poter dare una definizione a ciò che è e sempre sarà la prova che anche il più buono e audace cuore può perdere la ragione....!ma come vi ho spiegato prima appunto perchè?!perchè il film inizia già con il dramma della ex inquilina dell'apparteamento avvenuto?!perchè quei geroglifici?!perchè tutte quelle maschere nascoste dietro i volti degli inquilini?!perchè quel dente nella parete?! perchè invece di impazzire non fugge?!perchè tutte le persone fissavano quei segni contro la parete del bagno?!ma la domanda, tra le mille che potrei ancora porvi è. [+]

[+] lascia un commento a piano 3 »
d'accordo?
chriss giovedì 9 settembre 2010
delirio mentale paranoico... Valutazione 5 stelle su cinque
77%
No
23%

Prendete un uomo qualunque: Trelkovski, per esempio. Un tipo così fa proprio al caso nostro. Di lui sappiamo tutto: modesto impiegato polacco, naturalizzato francese, in cerca di un appartamento a Parigi. Quest' uomo di mezza età ha tutte le caratteristiche di una personalità fragilissima. Mettetelo dentro un palazzo abitato da vicini grotteschi ed assillanti; rinchiudetelo, per buona parte del suo tempo, dentro 'la fogna che ha affittato' per parecchi franchi. Ora aggiungete un dramma sociale: Simone Choule. Questa ragazza, che prima abitava proprio lì, si è da poco gettata dal terzo piano per motivi affettivi od instabilità mentale. [+]

[+] il senso profondo del film è un'altro (di emaspac)
[+] lascia un commento a chriss »
d'accordo?
chriss martedì 7 settembre 2010
the tenant... Valutazione 5 stelle su cinque
90%
No
10%

The tenant (l' inquilino) è un' opera d' arte: un incubo psicologico che colpisce profondamente nell' anima. A me ha lasciato un forte senso d' amarezza, inquietudine e smarrimento interiore. Il dramma comincia con l' inquadratura di un uomo (Trelkovski?) affacciato alla finestra; l' inquadratura si sposta in basso (vetrata rotta da una caduta), poi ancora in alto: l' uomo diventa misteriosamente una donna (Simone?). Infine si muove esternamente nel bagno: stavolta la donna diventa stranamente un uomo! E' il primo segno dell' incubo che stà per abbattersi sul protagonista. E' come se ci dicesse che qualcosa andrà storto. [+]

[+] lascia un commento a chriss »
d'accordo?
chriss mercoledì 25 agosto 2010
tre possibili soluzioni... Valutazione 5 stelle su cinque
54%
No
46%

L' inquilino del terzo piano è davvero un bel rompicapo psicologico. Io credo di aver trovato tre possibili soluzioni dopo aver rivisto alcune scene che lo dimostrano, ma potrebbero essercene delle altre. La prima soluzione è che Trelkovski fosse malato di una malattia mentale. La scena-chiave (67' minuto) comincia a casa di Stella. Trelkovski fa uno strano discorso sulle parti del corpo che si staccano. Dice: "Me e la mia testa o me ed il mio corpo; che diritto ha la mia testa di chiamarsi me?". L' altra scena-chiave (83'min.) avviene nel bagno dei geroglifici: dalla finestra vede sé stesso nel suo appartamento. Ciò dimostra uno sdoppiamento di personalità. [+]

[+] lascia un commento a chriss »
d'accordo?
antonio tramontano giovedì 7 febbraio 2013
frattura tra uomo e società Valutazione 5 stelle su cinque
86%
No
14%

L’inquilino del terzo piano è un’inquietante storia di follia, quella di un semplice impiegato (che a tratti ci ricorda il Josef K. kafkiano), figura identificabile nell’immaginario collettivo quale “uomo comune” ed in cui tutti possono rappresentarsi.

Trelkovski è un eroe moderno, un personaggio dotato di una particolare sensibilità, circondato da un’umanità indifferente che si rispecchia principalmente negli inquilini del palazzo in cui egli, straniero (polacco, (solo)naturalizzato francese) in una Parigi triste e cupa, affitta un piccolo appartamento. [+]

[+] lascia un commento a antonio tramontano »
d'accordo?
chriss domenica 5 settembre 2010
grotesque... Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Trelkovski è un uomo solo e la mezza età incalza pure per lui. A prima vista sembrerebbe timido, impacciato ed estremamente vulnerabile. Fragile: così fragile che un barbone gli sfila dei soldi dal portafoglio. E' piccolo, goffo e poco pieno di sé. Di origini polacche, giunge in terra straniera: Parigi, le coeur de la France. Non ha familiari con sé e nemmeno un animale da compagnia: non un gatto, non un cane od un pappagallino. Fa l' impiegato senza fissa dimora. Non conosce nessuno e non ha uno straccio di amico. E' questo l' attuale quadretto della sua vita. Deve darsi da fare. Decide in fretta e furia di affittare uno squallido e sinistro appartamento senza bagno a Parigi. [+]

[+] lascia un commento a chriss »
d'accordo?
ipno74 lunedì 7 marzo 2011
metamorfosi di un uomo Valutazione 5 stelle su cinque
67%
No
33%

Il film inizia con un timido ritmo, dove un Polansky giovanissimo, interpreta un ruolo di persona buona in cerca di un appartamento. Proprio in questo appartamento avverrà la sua metamorfosi psicologica, con scene che toccano l'horror, il thriller, il giallo. Dopo averlo visto vi verrà voglia di rivederlo per poter capire alcune scene che nella visione del film non avete dato la giusta interpretazione o semplicemente non le avete capite. Stupenda la scena che passeggia nell'appartamento e ad ogni passo i mobili diventano sempre più grandi. I film di oggi avrebbero realizzato tutto al computer, ma quella volta hanno costruito tutto a mano, e devo dire che la visione è stata ancora più angosciante. [+]

[+] lascia un commento a ipno74 »
d'accordo?
fedeleto domenica 31 luglio 2011
l'inquilino polanski Valutazione 5 stelle su cinque
60%
No
40%

Dopo l'epico chinatown ,polanski firma un altro capolavoro ,dove l'atmosfera malsana  ricorda quella di rosemary's baby.Un inquilino si stabilisce in una casa dove poco prima si e' suicidata una donna .Incontrera' un'amica della medesima, e ricostruira' la sua vita ,convincendosi che gli inquilini siano ossessivi e tentino di portare anch'egli al delirio,e travestendosi da donna  l'inquilino fingera' di essere la donna morta prima,arrivando a compiere un gesto di puro delirio.Chissa' che la spiegazione non si trovi in una scrittura egiziana?un vero capolavoro del regista polacco che colpisce e incolla alla poltrona ,non vedendo l'ora di arrivare all'inaspettato finale. [+]

[+] lascia un commento a fedeleto »
d'accordo?
gisele domenica 22 gennaio 2012
senza fine Valutazione 5 stelle su cinque
67%
No
33%

Il tutto è ambientato a Parigi,ma non nella Parigi che siamo abituati a vedere,ma in una Parigi claustrofobica. Il regista,Roman Polanski,riesce ad occludere anche le riprese girate all'aperto,non dando allo spettatore la possibilità di riprendere fiato,neanche per un istante. Il protagonista della pellicola è Trelkovski,impiegato polacco,che si trasferisce nell'appartamento che era stato precedentemente occupato da una certa Simone Chule,giovane donna gettatasi dal terzo piano. Da questo momento il giovane polacco,naturalizzato francese,dovrà fare i conti con dei vicini a dir poco grotteschi. Quei 50mq di pura follia rappresentano la psiche stessa del protagonista. E' proprio attraverso l'appartamento che Trelkovski assiste,dapprima in modo del tutto passivo,più tardi sempre più attivamente,al fagocitamento del suo stesso io. [+]

[+] lascia un commento a gisele »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
L'inquilino del terzo piano | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Chiara Renda

Pubblico (per gradimento)
  1° | chriss
  2° | chriss
  3° | piano 3
  4° | chriss
  5° | chriss
  6° | antonio tramontano
  7° | chriss
  8° | ipno74
  9° | gisele
10° | fedeleto
11° | toniozzo
12° | ugogigio
13° | carloalberto
14° | giulio andreetta
15° | gioelegentile
16° | painno
17° | taniamarina
18° | dario
19° | dany101
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità