La regola del silenzio - The Company You Keep

Acquista su Ibs.it   Dvd La regola del silenzio - The Company You Keep   Blu-Ray La regola del silenzio - The Company You Keep  
Un film di Robert Redford. Con Robert Redford, Shia LaBeouf, Julie Christie, Sam Elliott, Brendan Gleeson.
continua»
Titolo originale The Company You Keep. Thriller, durata 117 min. - USA 2012. - 01 Distribution uscita giovedì 20 dicembre 2012. MYMONETRO La regola del silenzio - The Company You Keep * * * - - valutazione media: 3,09 su 68 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
andrea giostra domenica 30 dicembre 2012
wheather underground today! Valutazione 3 stelle su cinque
59%
No
41%

 The Company You Keep (2012)
Il film – impropriamente tradotto dalla distribuzione italiana in “La regola del silenzio” - è liberamente tratto dall'omonimo romanzo di Neil Gordon, pubblicato negli USA nel 2003, che vede la luce in Italia nel 2012. Il film è sceneggiato da Lem Dobbs che immagina uno degli attivisti sessantottini – interpretato dallo stesso Robert Redford, protagonista e regista - rifarsi una vita ed essere, dopo trent’anni di vita “dormiente” con un’altra identità, casualmente scoperto. Il riemergere dei tragici fatti di allora, fanno precipitare il vecchio militante di ispirazione comunista-rivoluzionaria Weather Underground, in una riflessione conturbante e fino ad allora negata. [+]

[+] lascia un commento a andrea giostra »
d'accordo?
jaylee sabato 19 gennaio 2013
cose sbagliate dalla parte giusta Valutazione 3 stelle su cinque
71%
No
29%

Nona regia per il mito del cinema americano, Robert Redford, icona del cinema impegnato e sociale USA. Dopo aver affrontato il pericoloso connubio tra stampa e politica in Leoni Per Agnelli, e la difficile convivenza tra giustizia e garantismo in The Conspirator, stavolta Redford porta sulla scena una tematica molto europea (ed italiana in particolare), ovvero la riconciliazione di un passato violento con la giustizia del presente: la trama racconta di alcuni appartenenti al movimento di sinistra radicale Weather Underground, che avevano realizzato delle dimostrazioni violente a cavallo tra gli anni ’60 e ’70, per poi dileguarsi nella clandestinità sotto false identità. Quando una di queste viene catturata, un giovane cronista (Shia LeBoeuf) riuscirà a far venire allo scoperto Jim Grant (Redford), che si era ricostruito una vita come avvocato, mettendo su famiglia. [+]

[+] lascia un commento a jaylee »
d'accordo?
nino pell. lunedì 21 gennaio 2013
efficienza e contraddizioni del sistema Valutazione 3 stelle su cinque
86%
No
14%

Film sicuramente interessante che racconta uno spaccato di storia americana a partire dal periodo risalente alla fine degli anni '60 caratterizzato dal movimento dei pacifisti radicali contro la guerra in Vietnam. "La regola del silenzio" mette soprattutto in evidenza l'efficienza dell'FBI ma anche le contraddizioni del sistema, queste ultime messe in risalto dalle parole pronunciate dal protagonista J. Grant al giornalista Ben Shepard nel corso delle sequenze conclusive relative al suo inseguimento. Il livello interpretativo degli attori è naturalmente di un certo livello e il regista Robert Redford cura con maturità e mestiere questo film più che discreto. Peccato per qualche lungaggine di troppo, elemento quest'ultimo, tra l'altro, tipico della produzione cinematografica americana degli [+]

[+] lascia un commento a nino pell. »
d'accordo?
angelo bottiroli - giornalista domenica 23 giugno 2013
bello, intenso e con un cast eccezionale Valutazione 3 stelle su cinque
80%
No
20%

A cinque anni di distanza dall’ultimo film (Leoni per Agnelli) e a 75 anni computi, Robert Redford torna sul grande schermo come regista e come attore di questo nuovo film “La regola del silenzio”.

Insieme a lui un casti eccezionale di attori come Shia LaBeouf, Julie Christie, Nick Nolte, Susan Sarandon, Sam Elliott, Brendan Gleeson, Terrence Howard, Richard Jenkins, Anna Kendrick, Brit Marling, e molti altri. [+]

[+] lascia un commento a angelo bottiroli - giornalista »
d'accordo?
luigi chierico mercoledì 8 gennaio 2014
quanti non la conoscono Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Sono trascorsi 32 anni da quando si sono svolti i fatti che ora tornano a galla perché qualcuno non ha continuato a tacere ed un giovane intraprendente giornalista coglie l’occasione per riportare alla luce fatti e personaggi. Il tempo ha cambiato i volti, i pensieri e le tendenze di tutti coloro che un tempo erano uniti nel condurre una pacifica battaglia contro la guerra, non è possibile immaginare personaggi obesi, con i capelli bianchi, col volto carico di rughe, dagli occhi spenti, senza vigore fisico, in azioni di lotta continua, rischiare la vita per un mondo pulito, la galera per il proprio concetto di libertà e di pace. Tra questo manipolo di vecchi decrepiti emerge la figura di un imberbe giornalista che conduce, anche lui, la sua battaglia per la verità. [+]

[+] lascia un commento a luigi chierico »
d'accordo?
andreafalci sabato 26 gennaio 2013
la legge è legge Valutazione 3 stelle su cinque
75%
No
25%

Un film che toccando marginalmente i movimenti pacifisti contro la guerra fatta dagli Americani nel Vietnam, in quanto per autofinanziarsi tali movimenti effetuano una rapina in banca e ci scappa il morto; per ben trentanni probabilmente grazie allo stile di vita e al silenzio tenuto dagli ormai ex pacifisti, questi la fanno franca;  ma grazie alle tecnologie moderne e all errore di una componente della banda che usa la propria carta di credito, l '  FBI  l'arresta e da qui iniziano i guai per il resto della banda, tra i quali Robert Redford, che riesce a fuggire alla cattura, fino a che riesce a trovare la compagna che aveva ucciso durante la rapina, ma questa si rifiuta di consegnarsi, nel rattempo Robert viene catturato,  ma la vera colpevole ci rioensa e si costituisce scagionando Robert che può finalmente vivere libero e felice con la piccola figlia di dodici anni. [+]

[+] lascia un commento a andreafalci »
d'accordo?
iuriv domenica 25 gennaio 2015
se ne può fare a meno. Valutazione 2 stelle su cinque
60%
No
40%

Redford ci propone un thriller ad inseguimento che, nelle intenzioni, vorrebbe essere adrenalinico e nel contempo tenta di offrire una riflessione su certi movimenti di protesta. Per se, il buon Reddy, sceglie il ruolo di protagonista: un ex membro della rivolta studentesca che si è rifatto una vita, ma che a causa di un tardivo pentimento da parte di una compagna, si ritrova a dover cercare qualcuno in grado di scagionarlo da un omicidio. Che Redford voglia fare la parte del buono e incompreso ci può stare. Ma, non contento dell'aura di perfezione che si auto-distribuisce, ci mette anche il carico da novanta, affidandosi una figlia di undici anni e una fresca vedovanza. Questo finisce per distruggere ogni possibilità di empatizzare con il padre di famiglia attempato e sostanzialmente perfetto, che il rosso-grigio attore porta sullo schermo. [+]

[+] lascia un commento a iuriv »
d'accordo?
ennas domenica 13 gennaio 2013
vecchie foto e nuovi profili Valutazione 3 stelle su cinque
56%
No
44%

Jim Grant, avvocato , vedovo con figlia adolescente, è costretto a compiere un viaggio a ritroso nel suo passato, occultato da falsa identità : è stato un giovane militante pacifista di un movimento ( Weather Underground ) di contestazione al sistema, di opposizione alla guerra nel Vietnam, nell’America degli anni ’70.

Ricercato per l’assalto ad una banca, compiuto da membri del movimento  e concluso con l’omicidio  di una guardia giurata. [+]

[+] lascia un commento a ennas »
d'accordo?
tiaulicchiu mercoledì 2 gennaio 2013
vivere negli errori del passato Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

è arrivato il momento della resa dei conti. Il film è un grande punto interrogativo teso a capire se coloro che tra la fine degli anni 60  e l'inizio 
degli anni 70 si sono spesi in lotte politiche hanno avuto ragione a contrastare ferocemente i governi, se hanno visto attecchire nella società
quegli ideali per i quali hanno lottato, se ne è valsa la pena sacrificare un'esistenza. Se loro stessi, alla fin fine, hanno saputo mantenere gli 
ideali per i quali hanno lottato .
il tempo li ha piegati alla "ragionevolezza" di una vita moderata ? Ed oggi, i giovani, come vedono il mondo e come vedono coloro che hanno lottato? 
beh, è un tema questo intrigante anche perchè non è solo una questione americana, ma squisitamente occidentale ed attuale. [+]

[+] lascia un commento a tiaulicchiu »
d'accordo?
matt found sabato 29 dicembre 2012
la ricerca della verità Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

Un film intricato ed intrigante, in cui Redford ci presenta la storia di uomini e donne vissuti per un'idea di ribellione e cambiamento, e costretti ad averla vista fatalmente degenerare. Una storia di uomini e donne totalmente votati al loro ideale, tanto da sacrificare per questo le loro vite e le loro identità. È proprio la lotta tra ideale e morale, diversamente affrontata in ogni personaggio, a fare da sfondo all'intera pellicola. Da una Susan Sarandon divorata dai rimorsi, e per questo costituita, delle prime battute, si arriva ad una Julie Christie innamorata (forse....!) più di qualsiasi altra cosa della ribellione eterna contro il sistema, passando per i due ex (. [+]

[+] lascia un commento a matt found »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
La regola del silenzio - The Company You Keep | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Trailer
1 | 2 | 3 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 20 dicembre 2012
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Chat | Shop |
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità