Il cacciatore di aquiloni

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Il cacciatore di aquiloni   Dvd Il cacciatore di aquiloni  
Un film di Marc Forster. Con Khalid Abdalla, Homayoun Ershadi, Shaun Toub, Atossa Leoni, Saïd Taghmaoui.
continua»
Titolo originale The Kite Runner. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 131 min. - USA 2007. - Filmauro uscita venerdì 28 marzo 2008. MYMONETRO Il cacciatore di aquiloni * * * - - valutazione media: 3,07 su 234 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,07/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (Italia)
 dizionari * * * - -
 critica * * - - -
 pubblico * * * 1/2 -
Trailer Il cacciatore di aquiloni
Il film: Il cacciatore di aquiloni
Uscita: venerdì 28 marzo 2008
Anno produzione: 2007
   
   
   
La storia di amicizia e separazione di Amir, ragazzo afgano pashtun di Kabul, e Hassan, figlio del suo servo hazara.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
La storia dei due amici afgani che ha commosso milioni di lettori nel mondo rimane fedele sullo schermo
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Kabul 1978. Amir è figlio di Baba, un uomo facoltoso di etnia Pashtun. Il suo migliore amico è Hassan, figlio del servitore di casa e appartenente alla inferiore etnia degli Hazara. Entrambi amano molto far volare gli aquiloni per i quali sono previste gare che coinvolgono molti ragazzi della città. Il vincitore è chi riesce a far restare il proprio aquilone in volo per ultimo dopo che tutti gli altri hanno avuto il filo tranciato. Amir, che ha ritrovato la stima di suo padre proprio in seguito alla vittoria (insieme ad Hassan) nella gara più importante di lì a poco assiste (senza avere il coraggio di intervenire) alla sodomizzazione di Hassan da parte di un terzetto di ragazzi ricchi e razzisti. Da quel momento si porterà dentro un senso di colpa che lo allontanerà dall'amico che vede come denuncia vivente della sua vigliaccheria. Finché un giorno, trasferitosi negli Stati Uniti e divenuto scrittore di successo, gli giungerà una telefonata.
Premessa: non bisognerebbe mai aver letto prima il libro da cui un film è tratto. Perché, pur non volendolo, si finisce con il fare confronti che andrebbero evitati dato che si tratta di due forme di comunicazione molto diverse. Come centinaia di migliaia di italiani però ho letto il libro di Khaled Hosseini. E, consapevole della tentazione, proverò a dividere la recensione in due parti. La prima (che è ineludibile ma che lo spettatore che non conosce il romanzo può non tenere in considerazione) mi spinge a pensare che Marc Forster, pur avendo realizzato un film più che dignitoso, non riesce a restituire (nella inevitabile sintesi della sceneggiatura che, ad esempio, quasi elide la difficoltà d'inserimento del protagonista della parte finale) l'emozione complessa che il libro suscita nel lettore. La vicenda che giunge sullo schermo è assolutamente fedele ma è come se nelle pagine fosse rimasto un vissuto, un sentire, un'atmosfera che il regista occidentale non è riuscito a tradurre in immagini.
Se però si prova ad allontanarsi dalla parola scritta e si pensa al film in sé allora si apprezzano senz'altro l'intensità di un attore come Homayoun Ershadi nel complesso ruolo del padre di Amir oppure la scena della gara degli aquiloni in cui, vedendo tutta la città partecipe del gioco dei ragazzi, non si può non pensare che anche questo venne proibito dai Talebani una volta giunti al potere. Così come si passa sopra all'omertà sulle armi fornite dagli americani a questi ultimi quali forza di contrasto nei confronti dei Sovietici colpiti come si è dalla convinta bravura dei due giovani interpreti. I quali hanno rischiato gravi sanzioni (sono entrambi afgani) per aver partecipato alla scena della sodomizzazione (peraltro trattata con grande delicatezza visiva nel film).
Si resta poi piacevolmente affascinati dalla ricostruzione della Kabul anni Settanta realizzata girando in... (sembra difficile crederci vedendo il film ma se avete la pazienza di seguire lo scorrere dei titoli di coda lo verificherete direttamente) Cina. Ovviamente nei territori di confine con l'Afghanistan.

Premi e nomination Il cacciatore di aquiloni MYmovies
il MORANDINI
Il cacciatore di aquiloni recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Il cacciatore di aquiloni
Primo Weekend Italia: € 1.890.000
Incasso Totale* Italia: € 8.192.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 12 aprile 2009
Incasso Totale* Usa: $ 15.753.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 23 marzo 2008
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
77%
No
23%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Il cacciatore di aquiloni

premi
nomination
Golden Globes
0
2
* * * - -

Se la vita potesse essere una gara di aquiloni

domenica 6 aprile 2008 di Eleonora

Ispirato all’omonimo primo romanzo di Khaled Hosseini , il film è ambientato in Afghanistan ma girato nella Cina occidentale e in lingua persiana. Le scene si svolgono sempre inserite in ambientazioni suggestive, di strade polverose e di mercati arabi colmi di cibi speziati. Ben girato, la cinepresa si muove vorticando in questo caleidoscopio di rumori e colori, tra i vapori e i fumi odorosi del kebab e accrescendo il contrasto con la Kabul devastata dalla guerra, quando ormai siamo nell’anno 2000 continua »

* * * - -

Gli aquiloni volano alto, ma non troppo

lunedì 31 marzo 2008 di andrea

Due ragazzi sono legati da una forte amicizia nella Kabul anni Settanta, e partecipano a delle grandi gare con gli aquiloni. Amir è il figlio di un ricco afgano, Hassan è il figlio del suo servo. Il primo faticherà a sopportare il rapporto di passiva "inferiorità" da parte del suo amico, e colpito dal senso di colpa - che però non viene reso benissimo - farà in modo che lasci la sua casa. Trent'anni dopo, gli aquiloni non volano più su Kabul, gli alberi in città sono stati spezzati, e Amir, emigrato continua »

* * * * *

Oltre ogni aspettativa

martedì 1 aprile 2008 di iris

Rarissimo esempio di come da un buon libro si possa trarre un magnifico film. Merito di questo miracolo cinematografico è una sceneggiatura che mette molto bene in evidenza i temi portanti della narrazione letteraria sfrondandola dai particolari che avrebbero avuto un sapore diverso se resi visivamente. La classe dell'impianto è impreziosita da una regia asciutta, essenziale ma molto elaborata dove serviva, cioè nella resa della Kabul in festa, teatro di una gara che acquista un significato simbolico, continua »

* * * - -

Il privilegio di essere occidentali

lunedì 31 marzo 2008 di Giulia

Non dev'essere facile ricavare una pellicola da uno dei più grandi successi letterari degli ultimi anni. Il peso dell'eredità è forte, e il regista Marc Forster se ne fa capo diligentemente. Fatta questa piccola, ma doverosa, premessa non resta che recensire uno dei più attesi film dell'anno, merito, ripetiamo, del forte eco del successo planetario del romanzo di Khaled Hosseini, una commovente e sorprendente storia di amicizia. Essendo gli spettatori già stati in gran parte lettori dello splendido continua »

Rahim Kahn (Shaun Toub)
È meglio essere feriti dalla verità che consolati da una menzogna.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Rahim Kahn (Shaun Toub)
I figli non sono album da colorare come piace a noi.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Rahim Kahn (Shaun Toub)
Esiste un modo per tornare a essere buoni.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Il cacciatore di aquiloni

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 8 ottobre 2008

Cover Dvd Il cacciatore di aquiloni A partire da mercoledì 8 ottobre 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Il cacciatore di aquiloni di Marc Forster con Khalid Abdalla, Homayoun Ershadi, Shaun Toub, Atossa Leoni. Distribuito da FilmAuro. Su internet Il cacciatore di aquiloni (2 DVD) è acquistabile direttamente on-line a prezzo speciale su IBS. Sono inoltre disponibili altri DVD in versione speciale del film. altre edizioni »

Prezzo: 7,99 €
Prezzo di listino: 12,99 €
Risparmio: 5,00 €
Aquista on line il dvd del film Il cacciatore di aquiloni

SOUNDTRACK | Il cacciatore di aquiloni

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 25 gennaio 2008

Cover CD Il cacciatore di aquiloni A partire da venerdì 25 gennaio 2008 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Il cacciatore di aquiloni del regista. Marc Forster Distribuita da Deutsche Grammophon.

APPROFONDIMENTI | L'Afghanistan raccontato attraverso la colpa, l'amicizia, il perdono, la perdita.

Il viaggio di un giovane afgano verso la redenzione

martedì 25 marzo 2008 - Tirza Bonifazi Tognazzi

Il cacciatore di aquiloni: il viaggio di un giovane afgano verso la redenzione Sono diventato la persona che sono oggi all'età di dodici anni, in una gelida giornata invernale del 1975. Ricordo il momento preciso: ero accovacciato dietro un muro di argilla mezzo diroccato e sbirciavo di nascosto nel vicolo lungo il torrente ghiacciato. È stato tanto tempo fa. Ma non è vero, come dicono molti, che si può seppellire il passato. Il passato si aggrappa con i suoi artigli al presente. Sono ventisei anni che sbircio di nascosto in quel vicolo deserto. Oggi me ne rendo conto". Inizia così "Il cacciatore di aquiloni".

Tratto dal bestseller di Khaled Hosseini, una trasposizione di grande potenza narrativa

di Cristina Borsatti Film TV

Poetico, emozionante, spettacolare, commovente. Premesso che è sempre pericoloso aver letto e amato il libro da cui un film è tratto, è inevitabile non farci i conti. Per prima cosa va detto che Il cacciatore di aquiloni diretto da Marc Forster è un bellissimo film: attori intensi, affascinanti ricostruzioni storiche, potenza narrativa. Eppure, il complesso turbamento che il bestseller di Khaled Hosseini è stato capace di suscitare nel lettore non viene completamente restituito. E Forster non riesce a tradurre in immagini un sentire e un'atmosfera che nelle pagine hanno il sapore del vissuto. »

Vi racconto i piccoli cacciatori di aquiloni che, dopo il film, devono vivere nascosti.

di Arianna Finos Il Venerdì di Repubblica

Minacciati dai talebani per aver prestato i loro volti ai protagonisti del bestseller di Hosseini, i due bambini hanno dovuto cambiare Paese. Ora, mentre si attende l'arrivo del suo lavoro nelle sale italiane, il regista Marc Forster, che li aveva scovati a Kabul, non si dà pace: «Spero che almeno siano felici...» Nonostante tutto quello che è successo dopo, reso l'idea che Amir e Hassan potevano essere portati sullo schermo solo da due bambini afgani...»: Mare Forster, regista del Cacciatori dï aquiloni non ha dubbi: è convinto di aver fatto la scelta giusta, anche se poi i guai sono stati tanti e, alla fine, dopo le minacce dei talebani, la produzione ha dovuto trasferire velocemente i piccoli attori, insieme con le loro famiglie, negli Emirati Arabi Uniti. »

Dal libro al film con intelligenza

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

«Il cacciatore di aquiloni» dello scrittore afghano Khaled Hosseini ha avuto, da quando è uscito nel 2004, uno straordinario successo editoriale. Pubblicato in quarantanove Paesi, ha venduto a tutt'oggi 1.700.000 copie. Di intenzioni spiccatamente autobiografiche, ci diceva di un ragazzino che in Afghanistan aveva vissuto la caduta della monarchia e l'invasione sovietica, tornandovi da adulto, dopo essere emigrato negli Stati Uniti, per riparare, nonostante la fosca tirannia dei talebani, a una colpa commessa da piccolo ai danni di un coetaneo. »

Sul grande schermo addio alle emozioni del libro

di Massimiliano Zampini Ventiquattrominuti

Molta professionalità per nulla. Ha tutti i difetti del prodotto su commissione Il cacciatore di aquiloni, versione cinematografica del bestseller da otto milioni di copie di Khaled Hosseini. Non bastano infatti un regista talentuoso, anche se discontinuo, come Marc Forster (tra i suoi film Monster's ball e Neverland), né David Benioff, uno degli sceneggiatori più quotati a Hollywood, per restituire le emozioni di un libro, per altro non perfetto. La forza del romanzo d'altronde è quasi tutta racchiusa nella commovente amicizia tra i due bambini Amir e Hassan, nell'Afghanistan della fine degli anni '70. »

Il cacciatore di aquiloni | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Golden Globes (2)


Articoli & News
Trailer
1 | 2 |
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2014 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità