Non ti muovere

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Non ti muovere   Dvd Non ti muovere   Blu-Ray Non ti muovere  
Un film di Sergio Castellitto. Con Sergio Castellitto, Penelope Cruz, Claudia Gerini, Angela Finocchiaro, Marco Giallini.
continua»
Drammatico, durata 125 min. - Italia 2004. MYMONETRO Non ti muovere * * * 1/2 - valutazione media: 3,50 su 57 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
3,50/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * 1/2 - -
 critican.d.
 pubblico * * * 1/2 -
   
   
   
Castellitto porta sullo schermo il best seller di Margaret Mazzantini, vincitrice del Premio Strega 2002 nonché Signora Castellitto.
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi Trailer
primo piano
Castellitto raggiunge con questo omaggio alle donne senza retorica e a cuore aperto la piena maturità artistica come regista e interprete
Giancarlo Zappoli     * * * - -

Un chirurgo vede arrivare nell'ospedale dove lavora, proprio sua figlia, in coma a seguito di un incidente stradale. Nel corso del lungo intervento, Timoteo, disperato, svela sé stesso, confessando, in un immaginario dialogo con la figlia, un segreto doloroso: la storia, di un amore extraconiugale potente e viscerale. Sergio Castellitto raggiunge con questo film la piena maturità artistica come regista e interprete. perchè sa trarre dalla memoria e dal dolore l'energia per raccontare di un amore tanto 'impossibile' quanto alimentato con tenacia e passione. E' un omaggio alle donne senza retorica e a cuore aperto quello dell'attore. La moglie Elsa (con le sue domande inespresse per paura di infrangere la fragile trama di complicità della vita matrimoniale), Italia (con la sua apparenza volgare e con i suoi profondi moti dell'anima)e infine Angela, la figlia, che in qualche misura convoglia nella sua personalità (delineata con pochi ma precisi squarci in flash back)quella delle altre due. "La vita è un deposito di scatole vuote, mancate. Siamo quello che resta, quello che abbiamo arraffato" afferma Timoteo nel libro. Siamo anche, sembra dirci il regista con una delle prime inquadrature del film, un casco pieno di pioggia. La morte e la vita si contendono in ogni istante il nostro essere. Il cinema può aiutarci a leggere meglio questo conflitto. Lo ha già fatto in passato. Continua a farlo con questo film.

Premi e nomination Non ti muovere MYmovies
Non ti muovere recensione dal Dizionario Fumagalli - Cotta
Incassi Non ti muovere
Incasso Totale* Italia: € 8.443.000
Ultima rilevazione:
Box Office di domenica 3 ottobre 2004
Sei d'accordo con la recensione di Giancarlo Zappoli?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
70%
No
30%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico
Premi e nomination Non ti muovere

premi
nomination
David di Donatello
2
3
* * * * *

Ho pianto dall'emozione

venerdì 12 marzo 2004 di carlotta

Intenso, commovente, penetrante, emozionante; ho pianto, riso, tremato… un film unico che difficilmente si può dimenticare con una Penelope sconvolgente e un Castellitto così vero da uscire quasi dallo schermo. continua »

* * * - -

Psicostrazio

lunedì 15 marzo 2004 di Tiziana Stanzani

Non mi è sembrato un film particolarmente coraggioso, o d’amore, oppure originale sotto alcuna angolazione: infatti evoca in tutto e per tutto l’attuale moda cinematografica italiana; lo strazio de La stanza del figlio, lo smorzamento dell’anima di Luce dei miei occhi, i meta messaggi di Buongiorno notte, gli sguardi vacui seppur intensi della famiglia in pezzi di Ricordati di me. Ma con tali premesse, ovvero i vissuti familiari dei protagonisti, è inevitabile continua »

* * * * *

Al cinema vanno anche gli atei

domenica 22 giugno 2008 di Linus

Non ricordo di essere uscito spossato dal cinema mentre sono assai più infastidito dal moralismo bigotto e strisciante, quello della peggiore tradizione cattolica per intenderci, di cui sono intrise tutte le recensioni tratte dal Fumagalli-Cotta. E' proprio necessario (checchè ne dica Dostoevskij) trasformare ogni film in una paraboletta in cui il bene trionfa, magari sotto le insegne vaticane, invece che accontentarsi di una realtà cruda e fastidiosa, ma appunto per questo, assai più reale? E, continua »

* * * * *

Siamo quello che resta

mercoledì 13 gennaio 2010 di Irene Simonetti

E' un film sulla potenza dei sentimenti umani, sulla loro ragion d'essere, sulla vita e sulla morte. "Io non so dove vanno le persone quando muoiono... ma so dove restano": sono queste le parole di Timoteo quando percepisce la gelida corrente della morte che lo riporta ad un passato sopito ma mai dimenticato. Gli amori, quelli veri, sono racchiusi nei nostri fragili cuori... E coloro che sono andati via ci ricordano quanto siamo "vivi". continua »

Sergio Castellitto
Chi ti ama c'è sempre, c'è prima di conoscerti…
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Sergio Castellitto e Penelope Cruz, dopo che lui l’ha abbandonata e lei ha abortito
Tu non mi perdonerai mai, vero?
Dio non ci perdonerà.
Dio non esiste, amore mio.
Speriamo.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Sergio Castellitto e Penelope Cruz, dopo che lui l’ha abbandonata e lei ha abortito
Tu non mi perdonerai mai, vero?
Dio non ci perdonerà.
Dio non esiste, amore mio.
Speriamo.
vota questa frase: 0 1 2 3 4 5
Shop

DVD | Non ti muovere

Uscita in DVD

Disponibile on line da mercoledì 12 dicembre 2012

Cover Dvd Non ti muovere A partire da mercoledì 12 dicembre 2012 è disponibile on line e in tutti i negozi il dvd Non ti muovere di Sergio Castellitto con Sergio Castellitto, Penelope Cruz, Claudia Gerini, Angela Finocchiaro. Distribuito da Warner Home Video. Su internet Non ti muovere (DVD) è acquistabile direttamente on-line su IBS.

Prezzo: 9,99 €
Aquista on line il dvd del film Non ti muovere

SOUNDTRACK | Non ti muovere

La colonna sonora del film

Disponibile on line da venerdì 19 marzo 2004

Cover CD Non ti muovere A partire da venerdì 19 marzo 2004 è disponibile on line e in tutti i negozi la colonna sonora del film Non ti muovere del regista. Sergio Castellitto Distribuita da EMI.

di Lietta Tornabuoni La Stampa

Penelope Cruz è la vera sorpresa di Non ti muovere, di e con Sergio Castellitto: dopo averla vista, magari piacevole ma insipida, in tanti film insulsi o che le riservavano personaggi poco interessanti, vederla recitare con la forza di un'attrice di Pasolini una coatta di periferia randagia, violenta e vittima di violenze, appassionata e ingenua, suscita stupore e ammirazione. Pure Claudia Gerini, che molte volte s'è vista esagerata o stonata, fa quel che deve fare con naturalezza ed efficacia. Questo vuol dire che il bravo attore Serio Castellitto, da regista, ha saputo scegliere e dirigere bene le due attrici, che rappresentano nel suo film la furia erotico-sentimentale del proletariato o degli artisti, la misura e il buon senso della borghesia benestante: le due opposte pulsioni verso l'ordine e il disordine che lacerano tutti e anche il protagonista. »

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Due vite in parallelo. Una in tempo presente, vissuta; l’altra quindici anni prima, ricordata. Protagonista di entrambe è Timoteo, un chirurgo, sposato e con una figlia adolescente. Si comincia da lei, coinvolta in un terribile incidente con la moto sul selciato bagnato. La trasportano d’urgenza all’ospedale, dove il padre sta operando. Mentre l’assistono, tra la vita e la morte, Timoteo torna con il pensiero a una situazione analoga ormai lontana nel tempo quando, dopo un incontro fortuito e un primo approccio solo sesso violento, aveva finito per innamorarsi di una ragazza di periferia, Italia, dai modi quasi zingareschi, con cui aveva iniziato una relazione troncata dalla morte di lei per una emorragia (dopo un aborto) cui Timoteo aveva inutilmente tentato di porre riparo in un ospedale di provincia, durante un loro viaggio. »

di Roberto Silvestri Il Manifesto

La figlia teenager non porta il casco, il motorino fa crash all'incrocio e il papà medico se la vede trasportare in sala operatoria con un trauma cranico devastante. Possibilità di sopravvivere quasi zero. Inizio educativo. Durante l'operazione - quasi un transfert - il padre rivive i momenti salienti e rimossi, oscurati, della sua vita. L'epocale «terrore di amare» superato dal chirurgo, di nome Timoteo, non senza brividi, in una scena parapasoliniana scatenata dalle ferite di un grave lutto (e un disperato Timoteo rischia pure una denuncia per violenza sessuale, che per qualche motivo - il film finirebbe troppo presto ? - non scatta). »

di Enrico Magrelli Film TV

Timoteo e Italia se ne stanno silenziosi, su una scala mobile. In moto e fermi. Lui accarezza, stringe, afferra e si aggrappa al viso di lei. Il loro amore rancido, sudato, bagnato, violento, disperato, disgraziato, tenero e assoluto è come quella carezza. Un amore violento e forte, ma non abbastanza violento e forte da fermare il tempo. I due protagonisti di questo melodramma borghese che deflagra in una periferia squallida, in una casetta abborracciata e schiacciata tra palazzoni scheletrici, tra strade sterrate, buste di surgelati, suppli, bicchieri di vodka, partite a calciobalilla, si preparano ad un’altra separazione e, come sempre, non sembrano pronti. »

Non ti muovere | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | carlotta
  2° | irene simonetti
  3° | tiziana stanzani
  4° | linus
  5° | annalisa
  6° | cri
  7° | marilyn
  8° | massimo
  9° | matilde perriera
10° | intra
11° | luigi chierico
12° | loretta
13° | barbara
14° | manuela
15° | marcella
16° | miriam
17° | puck
David di Donatello (5)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 |
Link esterni
Sito ufficiale
prossimamente al cinema Oggi al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2016 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità