I sequestrati di Altona

Un film di Vittorio De Sica. Con Françoise Prévost, Maximilian Schell, Fredric March, Sophia Loren.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+13, b/n durata 113 min. - Italia 1962. MYMONETRO I sequestrati di Altona * * 1/2 - - valutazione media: 2,79 su 7 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
Consigliato sì!
2,79/5
MYMONETRO®
Indice di gradimento medio del film tra pubblico, critica e dizionari + rapporto incassi/sale (n.d.)
 dizionari * * - - -
 critican.d.
 pubblico * * * - -
Françoise Prévost
Françoise Prévost 13 Gennaio 1930 Interpreta Leni von Gerlacht
Maximilian Schell
Maximilian Schell 8 Dicembre 1930 Interpreta Franz von Gerlacht
Fredric March
Fredric March 31 Agosto 1897 Interpreta Albrecht von Geralch
Sophia Loren
Sophia Loren (83 anni) 20 Settembre 1934 Interpreta Johanna
Robert Wagner
Robert Wagner (87 anni) 10 Febbraio 1930 Interpreta Werner von Gerlacht
Gabriele Tinti
Un ufficiale della Wehrmacht si è rinchiuso, alla fine della guerra, in casa del padre, per paura di essere imprigionato. Una volta conosciuta Johanna...
Richiedi il passaggio in TV di questo film
Chiudi Cast Scrivi
    * * * - -
Locandina I sequestrati di Altona

Un ufficiale della Wehrmacht si è rinchiuso, alla fine della guerra, in casa del padre, per paura di essere imprigionato. Una volta conosciuta Johanna, moglie del fratello, capisce di non potere più vivere in quelle condizioni e fugge dal proprio nascondiglio. Arrestato, viene subito rilasciato grazie alla stessa Johanna; la vita però gli riesce difficile anche al di fuori della prigione e dell'antico nascondiglio: sconterà la sua codardia ed il suo amore per la cognata con la morte in un banale incidente.

Stampa in PDF

Premi e nomination I sequestrati di Altona MYmovies
Premi e nomination I sequestrati di Altona

premi
nomination
David di Donatello
1
1
* * * - -

De sica sartriano

giovedì 9 giugno 2016 di fedeleto

Johanna e suo marito si recano dal padre di quest'ultimo ad Altona, scoprendo che l'uomo è ammalato gravemente con pochi mesi di vita.La donna scoprirà che in casa vi è il fratello del marito,un ex nazista che da quindici anni vive in un una stanza convinto che la Germania fuori sia disintegrata.Johanna si innamorera di lui,fino a quando scoprirà la sua colpevolezza e lo abbandonerà.Il padre ora ha solo un desiderio continuare la sua industria navale lasciando continua »

Non ci sono ancora frasi celebri per questo film. Fai clic qui per aggiungere una frase del film I sequestrati di Altona adesso. »

di Gian Luigi Rondi Il Tempo

Les séquestrés d’Altona non era cento il dramma più solido di JeanPaul Sartre, ma era tra quelli in cui, con più fermo rigore e con logica più serrata, si affrontavano i temi tanto dibattuti della responsabilità collettiva e della giustificazione dei propri atti di fronte a se stessi ed ai posteri. Suo protagonista era il figlio di un potente industriale tedesco che, durante la guerra, non aveva esitato a diventare un torturatone; tornato a casa, l’incubo della punizione e il contrasto fra il suo fanatismo distruttore e la rapida rinascita del suo Paese lo avevano indotto a rinchiudersi in volontaria prigionia nella villa dei suoi, avvicinato solo da una sorella cui lo legavano torbidi rapporti. »

di Giuseppe Marotta

Terque quaterque. Sono, accidenti a me, di nuovo malato. La Befana delle amarezze, che quest'anno mi ha fatto già trascorrere un memorabile agosto di cento sospiri al minuto, è ancora una volta qua con l'intenzione di versarmi in grembo l'ultimo contenuto del suo dannato sacco. Be', nonna, accomodati. A questo punto non c'è che da arrovesciarsi come Venere sui guanciali, e ridere. Sì. Berretti a sonagli e gobbe dei più famosi buffoni di corte d'ogni tempo e di ogni paese, ammucchiatevi sul mio capo e sulla mia schiena, fate di me un palazzo di allegria, di incoscienza. »

di Adelio Ferrero Cinema Nuovo

L'accostamento di Zavattini (e De Sica) al Sartre de I sequestrati di Altona, un "incontro" per molti versi difficile e contraddittorio, si può comprendere benissimo alla luce di un'idea che deve avere colpito profondamente l'intelligenza e la passione civile degli sceneggiatori nell'atto in cui si apprestavano alla rielaborazione cinematografica di quel testo. Nel dramma di Sartre infatti si propone l'allucinante vicenda di un ex ufficiale della Wermacht, figlio di uno dei "giganti" della grande industria pesante di ieri e del "miracolo" tedesco di oggi, il quale si "sequestra" per tredici anni nella sua camera, testimone delirante al cospetto della Storia di alternative angosciose e di interrogativi senza risposta, mentre intorno a lui e sotto il pavimento stesso della sua stanza, nella "sala dei consigli" di famiglia, la Germania e il popolo tedesco, che egli crede siano ancora, come nel tragico dopoguerra, un cumulo di macerie e una folla miserabile di schiavi, non solo hanno rapidamente "ricostruito" la nazione, ma sono tornati a essere «il pomo della discordia e la posta in giuoco», come dirà a un certo punto Gerlach padre, "il vecchio Hindenburg", per il quale, ieri come oggi, gli uomini di governo «non sono che la plebe sul trono» e «fanno la guerra per trovarci dei mercati». »

I sequestrati di Altona | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies

Pubblico (per gradimento)
  1° | fedeleto
Rassegna stampa
Gian Luigi Rondi
Rassegna stampa
Adelio Ferrero
David di Donatello (2)


Articoli & News
Scheda | Cast | News | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2017 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità