Good Night, and Good Luck.

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Good Night, and Good Luck.  
Un film di George Clooney. Con David Strathairn, Frank Langella, Robert Downey Jr., Patricia Clarkson, George Clooney.
continua»
Drammatico, Ratings: Kids+16, b/n durata 90 min. - USA 2005. uscita venerdì 16 settembre 2005. MYMONETRO Good Night, and Good Luck. * * * - - valutazione media: 3,21 su 46 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Il giornalismo televisivo USA diffamato dal Senato Valutazione 4 stelle su cinque

di GreatSteven


Feedback: 62982 | altri commenti e recensioni di GreatSteven
sabato 20 ottobre 2018

GOOD NIGHT, AND GOOD LUCK (USA, 2005) diretto da GEORGE CLOONEY. Interpretato da DAVID STRATHAIRN, GEORGE CLOONEY, ROBERT DOWNEY JR., FRANK LANGELLA, ALEX BORSTEIN, DAVID CHRISTIAN, PATRICIA CLARKSON, JEFF DANIELS, REED DIAMOND, TATE DONOVAN, JOSEPH DOWD, SIMON HELBERG, GRANT HESLOV, ROBERT JOHN BURKE, THOMAS MCCARTHY, GLENN MORSHOWER, KATHARINE PHILLIPS MOSER, MATT ROSS, RAY WISE
Negli anni ’40 e ’50, concluso il Secondo Conflitto Mondiale e iniziata la Guerra Fredda, negli Stati Uniti il terrore delle infiltrazioni comuniste era alle stelle. Il senatore del Wisconsin Joseph McCarthy diede dunque il là alla cosiddetta caccia alle streghe, per estirpare quello che era considerato un male capace di minare la stabilità della secolare democrazia liberale più potente al di là dell’Atlantico. Nel 1953 Edward R. Murrow, pioniere della televisione statunitense e stimato giornalista televisivo, alla guida di un programma impegnato dipendente dalla Columbia Broadcasting System, insieme al suo valido ed affiatato gruppo e al produttore Fred Friendly, è sempre alla ricerca di storie interessanti da raccontare. Un giorno il suo studio si ritrova fra le mani il caso del tenente dell’aviazione Milo Radulovich, pilota della Marina sospettato di attività antiamericane e radiato senza aver subito un regolare processo. Murrow si convince che il senatore McCarthy possa avere qualche forte responsabilità in merito e decide di mandare in onda l’inchiesta, scatenando la risposta del parlamentare che lo taccia di comunismo. L’attacco di McCarthy getta benzina sul fuoco, ma gli audaci giornalisti non lo temono e decidono di proseguire ugualmente, conducendo in porto una vittoria difficile ma oltremodo soddisfacente. La sceneggiatura del regista scritta col produttore G. Heslov è al servizio di un irripetibile Straitharn (candidato all’Oscar; e lo avrebbe meritato!) che imbastisce l’interpretazione mirabile di un patriota coraggioso che seppe sfidare un avversario che avrebbe potuto facilmente metterlo nei pasticci e invece trionfò con una determinazione flemmatica e imperterrita. Ispirato, com’è ovvio comprendere, a fatti successi davvero, il film affronta la dura battaglia di Murrow contro McCarthy il quale fu propugnatore della lista di proscrizione contro i presunti comunisti, causando perdite di lavoro, incentivazioni alla delazione e perfino suicidi, il tutto in una pagina drammatica e buia della storia americana. Da americano fin nel midollo spinale, Clooney vuole rendere merito a tutti i giornalisti con la scorza difficile da scalfire perché intende che, come tali, debbano essere ricordati, raccontando dell’ieri con una chiara visione dell’oggi. Alla sua seconda prova registica, si affida ad un bianco e nero (direttore della fotografia: il bravissimo Robert Elswit) che accentua la lucidità quanto il livore di questo episodio che per alcuni anni gettò in uno scompiglio di tensione pronta ad esplodere l’intero Paese. Clooney si ritaglia per sé un ruolo di attore di secondo piano per dare spazio all’ottimo Straitharn che recita con un carisma invidiabile, tenendosi prudentemente sotto le righe e assumendo le responsabilità del suo personaggio perfino nelle espressioni facciali, spesso imperturbabili e significative proprio per il precedente motivo. Fra le altre interpretazioni, spiccano: Langella come il senatore Bill Pelley, colui che finanzia il programma televisivo di Murrow da tempo immemorabile e che alla fine gli cambia giorno di trasmissione e gli aumenta in modo sostanzioso i giorni di proiezione sul piccolo schermo, a costo però di non occuparsi più di politica; e Clarkson e Downey jr., rispettivamente i giornalisti Shirley e Joe Wershba, dei quali il secondo viene licenziato in primis perché due coniugi, secondo il regolamento della CSB, non possono lavorare insieme nel medesimo quotidiano, e in secundis perché Joe è considerato a ragione un simpatizzante comunista con un passato piuttosto attivo di cooperazione. In generale, l’opera riporta indietro nel tempo dimostrando come fosse la televisione poco tempo dopo i suoi stessi esordi: densa di spessore culturale, senza frivolezze celebrative, ampia nel trattare argomenti di una pesantezza pur sempre funzionale e molto più intelligente delle emittenti attuali di tutto il mondo, non solo negli USA, nella sua inarrestabile perseveranza. È anche un gesto d’amore verso il giornalismo, osservato con un occhio magari critico e che strizza sé stesso all’orgoglio nazionalistico che il regista-attore non manca comunque di instillare nel suo opus n°2 – e questa è l’unica pecca –, ma parla di tale mestiere con una verità spiazzante, identificandolo come il quarto potere di wellesiana memoria e adducendo a ragioni tutt’altro che giustificanti per la sua invasività il desiderio impellente di far luce sui misteri senza trascurare nulla, dare per scontato alcunché o lasciare in pasto ai negazionisti le loro opinioni erronee. In una sequenza compare Peter Jacobson, che qualche anno dopo avrebbe interpretato con stabilità il ruolo del chirurgo plastico Christopher Taub in Dr. House – Medical Division.

[+] lascia un commento a greatsteven »
Sei d'accordo con la recensione di GreatSteven?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di GreatSteven:

Vedi tutti i commenti di GreatSteven »
Good Night, and Good Luck. | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (2)
Premio Oscar (8)
Golden Globes (5)
David di Donatello (1)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità