Notturno

Acquista su Ibs.it   Dvd Notturno   Blu-Ray Notturno  
Un film di Gianfranco Rosi. Documentario, Ratings: Kids+13, durata 100 min. - Italia 2020. - 01 Distribution uscita mercoledì 9 settembre 2020. MYMONETRO Notturno * * * 1/2 - valutazione media: 3,65 su 44 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
simone bachini martedì 22 settembre 2020
attraverso interminate notti, l''attesa é speranza Valutazione 4 stelle su cinque
68%
No
32%

una macchina da presa, un buon microfono, ed un tempo di ricerca e riflessione. i film così si costruiscono per strada. l'idea all'inizio spinge, poi é la vita a dirigere. é cinema documentario, infatti. l'attesa snervante mi ha ricordato il deserto dei tartari. ma lì il nemico non arrivava. qui, sebbene non si veda chiaramente, é lontano pochi chilometri, presente nei suoni di fondo.
é un film, quindi da vedere assolutamente al cinema, ed é un piacere per gli occhi e uno strazio per il cuore. quelle persone non sono attori, ma fragili presenze in un dramma generale. i confini spesso sono disegnati sulle carte, e prima ancora sulla pelle delle persone. [+]

[+] lascia un commento a simone bachini »
d'accordo?
goldy giovedì 10 settembre 2020
alle volta meglio essere ciechi Valutazione 0 stelle su cinque
64%
No
36%

Il dolore si rispetta, Non lo si usa per dimostrare "quanto bravo sono io, quanta sensibilità mi muove  rispetto all'indifferenza dei più". Tre anni di lavoro, grandi mezzi finanziari spesi, rischi sicuramente corsi dalla troupe per restituire  una serie di bellissime immagini formalmente perfette ma prive di suggestioni significative. Non si contestualizza, e ve bene,  non si adotta un punto di vista e ve bene, non si  esprime un pensiero politico e va bene  ma così facendo poco se non nulla rimane.

[+] lascia un commento a goldy »
d'accordo?
fabrizio funto mercoledì 23 settembre 2020
l''iper-realismo crepuscolare di francesco rosi Valutazione 4 stelle su cinque
62%
No
38%

NOTTURNO
(Gianfranco Rosi)
di
Fabrizio Funtò
 
Al terzo colpo di grancassa che Gianfranco Rosi batte con questo suo Notturno (forse lo avrei chiamato “Crepuscolo”) — dopo Sacro Gra e Fuocoammare, urge una riflessione sull’innovazione che questo autore sta apportando al linguaggio cinematografico e che ci sta proponendo quasi sperimentalmente. E che sta funzionando, vista l’accoglienza.
Non possiamo più dire che si tratti cioè di un caso, né che sia scevro da predeterminazione. Tre indizi, anche qui, fanno una prova.
Urge una riflessione su tre livelli. Primo, sul significato diretto e simbolico che mostra nei suoi lungometraggi. [+]

[+] lascia un commento a fabrizio funto »
d'accordo?
loland10 domenica 13 settembre 2020
fuochi e orizzonti Valutazione 4 stelle su cinque
56%
No
44%

Notturno” (2020) è il quinto lungometraggio del regista-produttore di Asmara Gianfranco Rosi.
Una produzione a più voci, italiana, francese e tedesca. Con varie partecipazioni e tre anni di lavoro. Fotografia dello stesso Rosi e montaggio di Jacopo Quadri collaboratore fisso del regista.
Notti pericolose e voci di sottofondo, rumori minimi, rumori lontani, spari e venti di fuoco. Un documento-film di grande giro nei paesi del MedioOriente. Un vasto mondo difficile da inquadrare è da raccontare. La prova è farlo vedere con voci di madre, camere da assestare, bimbi e i loro disegni, ragazzi e i loro giri di fatica. [+]

[+] lascia un commento a loland10 »
d'accordo?
fabiobo mercoledì 23 settembre 2020
notturno, un film di luce sullo splendore del vero Valutazione 4 stelle su cinque
55%
No
45%

Quattro anni dopo la caduta dello stato islamico di Daesh, lungo i precari confini tra Iraq, Siria, Kurdistan e Libano: una regione che, nei secoli, è sempre stata un’illusione della geopolitica e una impostura della geostoria.
Sono le terre devastate dal Califfato e dalle scaltre contese tra superpotenze, abitate da genti, la cui dignità è stata calpestata frantumandosi nel caos, sopraffatta dal ricordo delle atrocità patite, inabissata in una paura buia e cupa come la notte. 
Una notte perenne, livida e bluastra, nella quale gli spietati guerriglieri del Dio vendicatore rappresentano ancora un temibile nemico. Un nemico diventato spettrale, sempre in agguato, invisibile. [+]

[+] lascia un commento a fabiobo »
d'accordo?
fabrizio funto mercoledì 23 settembre 2020
notturno, ovvero iperrealismo crepuscolare.
56%
No
44%

Al terzo colpo di grancassa che Gianfranco Rosi batte con questo suo Notturno (forse lo avrei chiamato “Crepuscolo”) — dopo Sacro Gra e Fuocoammare, urge una riflessione sull’innovazione che questo autore sta apportando al linguaggio cinematografico e che ci sta proponendo quasi sperimentalmente. E che sta funzionando, vista l’accoglienza.

Non possiamo più dire che si tratti cioè di un caso, né che sia scevro da predeterminazione. Tre indizi, anche qui, fanno una prova.
Urge una riflessione su tre livelli. Primo, sul significato diretto e simbolico che mostra nei suoi lungometraggi. Secondo, sul linguaggio cinematografico che ha adottato. Ed infine sul senso di questa operazione molto sofisticata e complessa. [+]

[+] lascia un commento a fabrizio funto »
d'accordo?
zio mau mercoledì 23 settembre 2020
grazie gianfranco rosi! Valutazione 5 stelle su cinque
52%
No
48%

Un film che nasce in una terra di violenza non può e non deve essere un film “bello". Si rimprovera questo peccato di kalokagathia a Notturno, per il suo essere "bello e buono" e rispettare i 'canoni estetici' di un ellenismo cinefilo che si può apprezzare pienamente solo di fronte a scenari distopici o visionari; la morte e il dolore che partorisce appartengono solo allo squallore che li ospita e che ha l'obbligo di rendere sgradevole ogni tentativo di avvicinamento. La distruzione deve allontanare. E, invece, Rosi si avvicina alla sofferenza, la riscalda e la salva dallo svuotamento della sua stessa natura, la vita. [+]

[+] lascia un commento a zio mau »
d'accordo?
valerio jalongo lunedì 28 settembre 2020
cinema di poesia Valutazione 5 stelle su cinque
10%
No
90%

NOTTURNO

C’è un indizio che suggerisce la grandezza di “Notturno” di Rosi: il non aver ricevuto un premio nel concorso ufficiale al Festival di Venezia. Proprio perché questo film non è solo un racconto di straziante verità, ma testimonianza di un cinema che ha la forza di interrogarsi, di mettere in gioco le proprie stesse radici, di trovare un autentico spazio per qualcosa che non assomiglia a nient’altro.

“Notturno” è un’epifania: lo si guarda ed è come se affiorasse un racconto rimosso, un nucleo di testimonianza umana e partecipazione che mancava dalle centinaia di telegiornali e reportage che ognuno di noi ha visto sul Medio-Oriente. Ciò che non poteva essere raccontato, che non faceva notizia, che non reggeva il ritmo implacabile delle news. [+]

[+] lascia un commento a valerio jalongo »
d'accordo?
Notturno | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 |
Link esterni
Uscita nelle sale
mercoledì 9 settembre 2020
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
mercoledì 25 novembre
High Life
Galveston
martedì 17 novembre
Gli anni amari
La vacanza
Gauguin
mercoledì 11 novembre
Volevo nascondermi
giovedì 5 novembre
L'amore a domicilio
Just Charlie - Diventa chi sei
Almost Dead
mercoledì 4 novembre
Una intima convinzione
mercoledì 28 ottobre
La partita
mercoledì 21 ottobre
L'assistente della star
mercoledì 7 ottobre
Gamberetti per tutti
L'anno che verrà
Nel nome della Terra
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità