Border - Creature di confine

Acquista su Ibs.it   Dvd Border - Creature di confine   Blu-Ray Border - Creature di confine  
Un film di Ali Abbasi. Con Eva Melander, Eero Milonoff, J÷rgen Thorsson, Ann PetrÚn, Sten Ljunggren.
continua»
Titolo originale Grńns. Fantastico, Ratings: Kids+13, durata 108 min. - Svezia, Danimarca 2018. - Wanted uscita giovedý 28 marzo 2019. - VM 14 - MYMONETRO Border - Creature di confine * * * - - valutazione media: 3,41 su 24 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Istantanea di Border ľ Creature di Confine Valutazione 3 stelle su cinque

di CineFoglio


Feedback: 3561 | altri commenti e recensioni di CineFoglio
sabato 23 marzo 2019

Nella stagione primaverile, si fa strada sul grande schermo una storia di confine e di «confinati», a tratti evocativa della fiaba con elementi grotteschi, a tratti in pieno stile detective, inserita in un landscape tutto nordico, dominato dalla natura diafana, dal sottobosco muschioso e dalle alci.

Il giovane regista Ali Abbasi, di origini iraniane, confeziona un secondo lungometraggio coerente in tutti i suoi elementi, dotato di una storia semplice da seguire, ma essenziale nelle sue parti, con quel gusto fisionomico del tutto peculiare che gli è valso il premio Un Certain Regarde allo scorso Festival di Cannes.

La narrazione vede coinvolta Tina, interpretata da una «truccatissima» Eva Melander, operatrice della dogana, all’interno di un’indagine di polizia a seguito della scoperta di materiale pedopornografico trasportato in un telefonino, scovato proprio grazie al fiuto innato della protagonista. Nell vita personale di Tina, si aggiungerà la conoscenza di Vore, interpretato dall’attore finlandese (terra tanto anelata dal personaggio) Eero Milonoff, uomo misterioso anch’egli «benedetto» dalla forma bestiale.

La narrazione procede spedita e ben organizzata, dotata solo degli elementi necessari alla costruzione dell’intreccio tra la vita personale e quella professionale di Tina, valorizzando ogni inquadratura ed ogni informazione visiva e uditiva prodotta.

Il film Border, possedendo un’architettura semplice e solida, racconta sì una storia coerente ed efficace, che colpisce però per l’estetica facciale ed animale dei personaggi. Una fisicità bestiale, che man mano diventa sempre più presente nella vita di Tina, scontrandosi, o meglio amalgamandosi, con l’esperienza umana acquisita, che a volte cede il posto ad un exploit selvaggio (non considerato incivile quanto prossimo al primordiale), altre volte alla morale tipica degli «animali sociali», in grado di discernere (qui si evince la speranza ma anche tutta l’ineluttabilità della perversione umana) tra il bene e la malvagità delle azioni.

La pellicola affronta trasversalmente diverse tematiche, tra le quali (d’impatto è l’analisi del nudo e del sesso) si dipinge il ritratto di una femminilità, trascurata nella forma, ed alla ricerca di una sensibilità non tanto nell’aspetto esteriore, assimilato ed accettato, quanto nelle viscere del grembo materno infertile della protagonista. 

La sfera della nascita e della prole è il leit motiv collante della vicenda: l’abuso di bambini per la produzione di materiale illegale parallelamente all’abuso fisico e psicologico, che Tina, Vore ed i loro genitori biologici (gli essere ai confini della società), hanno dovuto sperimentare dalla nascita; la perdita ed il rapimento del nascituro della giovane coppia (e delle molte altre), contrapposto all’essere embrionale auto-generatosi, privo di una fecondazione genitoriale, ma in grado di sopravvivere, ponendo le basi alla formazione di una nuova famiglia ed al proseguimento della discendenza.

Border è sia confine morale che geologico, dove, nello spazio fiabesco e grottesco, dotato di colori anonimizzanti, le specie lottano per la sopravvivenza e per il riconoscimento, per la vendetta personale o per la morale sociale, in un contesto denso di pregiudizi e pietismi che lasciano il posto tanto rapidamente a questioni ben più importanti: la ricerca della propria natura e la raison d'être, in oscillazione tra umanità ascritta ed animalità innata.

23/03/2019

[+] lascia un commento a cinefoglio »
Sei d'accordo con la recensione di CineFoglio?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
75%
No
25%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di CineFoglio:

Vedi tutti i commenti di CineFoglio »
Border - Creature di confine | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Premio Oscar (1)
Goya (1)
Festival di Cannes (1)
European Film Awards (4)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 |
Link esterni
Sito ufficiale
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 28 marzo 2019
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità