American Life

Acquista su Ibs.it   Soundtrack American Life   Dvd American Life   Blu-Ray American Life  
Un film di Sam Mendes. Con John Krasinski, Maya Rudolph, Carmen Ejogo, Catherine O'Hara, Jeff Daniels.
continua»
Titolo originale Away We Go. Commedia, durata 98 min. - USA, Gran Bretagna 2009. - Bim Distribuzione uscita venerdì 17 dicembre 2010. MYMONETRO American Life * * * - - valutazione media: 3,04 su 49 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
laulilla mercoledì 29 dicembre 2010
le avventure e i dubbi di due giovani genitori Valutazione 4 stelle su cinque
65%
No
35%

 La prima parte del film ci presenta Burt e Verona, due trentenni, molto innamorati, in attesa di un figlio. Essi, come  tanti coetanei, vivono all'insegna della precarietà: precario e mal retribuito è il lavoro di lui, che fingendosi più adulto e simulando la voce dello yankee ottimista, vende per telefono qualche prodotto assicurativo; mal pagato anche il telelavoro di lei, che fa illustrazioni per manuali di anatomia patologica. La provvisorietà della loro condizione influisce sulle loro scelte: cercano, per il futuro del loro primo figlio, un punto di riferimento solido e e credono di averlo trovato nei genitori di lui (lei non li ha più), vicino ai quali abitano. [+]

[+] lascia un commento a laulilla »
d'accordo?
francesco giuliano mercoledì 29 dicembre 2010
guardare ascoltando! Valutazione 4 stelle su cinque
53%
No
47%

Questo film è un vero gioiello del regista Sam Mendes. È, a mio modesto parere, uno di quei “capolavori nascosti” di cui si parla poco, e del quale viene la voglia di “guardare ascoltando” la descrizione singolare di quei molteplici aspetti, caratterizzanti la moderna società americana, molti dei quali sfuggono ovviamente allo spettatore durante la prima visione. Per ciò questi esce dalla sala con il desiderio di rivedere questo film, che va gustato attimo dopo attimo come quando si assapora un dolce composito come una cassata siciliana in cui si trovano mescolati armonicamente pandispagna, ricotta, canditi, zucchero, cioccolata, glassa e altro. [+]

[+] lascia un commento a francesco giuliano »
d'accordo?
eugenio giovedì 17 luglio 2014
viaggio nella generazione new age Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Cos’è il viaggio? Il con l’articolo. Non è facile rispondere con certezza.  
Un’occasione per partire, certamente, una fuga, un movimento di rinnovamento necessario per l’animo e per il fisico, una ricerca di una nuova sfida per conoscere i propri limiti, una metafora di una nuova genesi per definizione.
L’ignoto ha sempre affascinato molta letteratura e anche la cinematografia ha spesso condito questo elemento con altri topoi propri della commedia in connubi non sempre ottimali. Sam Mendes, regista premio Oscar per American Beauty ritorna nel suo territorio prediletto, quello della grande terra delle opportunità, L'America, per narrare con occhio lucido e disincantato, “l’epopea dell’incertezza” di una giovane coppia prossima ai trent’anni in procinto del lieto evento: la nascita di un figlio. [+]

[+] lascia un commento a eugenio »
d'accordo?
shanks venerdì 13 aprile 2012
sottrarre spesso paga Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

La ricerca, che sia un qualcosa di astratto o di pratico, sta alla base della condizione umana; il viaggio l'elemento in grado di donarle la meta. Con queste premesse Sam Mendes crea un opera leggiadra, di una semplicità sensazionale, giocando le carte della paura e del dubbio con polso tanto deciso quanto delicato. Una giovane coppia, in procinto di avere un figlio, parte alla ricerca del luogo ideale dove crescerlo, il tanto agognato posto perfetto che sappiamo gia non esistere. Un viaggio dove impareranno (impareremo) a fidarsi (fidarci) dell'esperienza ed a credere in loro stessi (in noi stessi). Esattamente come non erano Frank ed April, e prima ancora i protagonisti di quel capolavoro chiamato American Beauty, Burt e Verona sono dannatamente simpatici, complici nella vita,nei momenti più seri e in quelli leggeri, miscelando la classica sindrome da peter pan al desiderio di essere genitori responsabili. [+]

[+] lascia un commento a shanks »
d'accordo?
pinkpunk martedì 22 marzo 2011
l'epica on the road tramonta e si torna a casa Valutazione 4 stelle su cinque
55%
No
45%

Per chi come me si è formato nei decenni 60/70 questo è un film che stringe il cuore, per due motivi: perchè è un film on the road e per la colonna sonora che ricorda il rock californiano e cantautorale di quei decenni. Inoltre lo spirito critico nei riguardi della società (allora si diceva del sistema) pervade tutto il film. Ci sono poi altri riferimenti, la figura di lui, ragazzo infantile e un po' imbranato, riecheggia il loser, cioè il perdente che fu eroe di tanta letteratura e tanto cinema che lo rappresentò come colui che non si adegua alle regole e ne accetta le conseguenze (nel film i due si interrogano esplicitamente sul fatto se siano dei falliti, qui però il loser perde la sua valenza eroica). [+]

[+] lascia un commento a pinkpunk »
d'accordo?
variabiley domenica 23 gennaio 2011
leggera amministrazione ordinaria Valutazione 3 stelle su cinque
52%
No
48%

Attraverso il sapore fruttato della compagna, Burt ne scopre la gravidanza. Da qui comincia la simbiosi vissuta da Burt e Verona, legata alle ansie del diventare genitori. I due sono una coppia affiatata, che dimostra di saper vivere, ma il panico di non riuscire a gestire la nuova vita in arrivo, condito da un contorno di vecchi amici non proprio esemplari, coglie anche chi della vita ha fatto il suo gioco preferito.
Veniamo immediatamente trascinati in casa Farlander e ci sentiamo subito ben accolti da una coppia semplice e ironica, che sembra in grado di poter vivere ovunque, purchè si stia insieme. [+]

[+] lascia un commento a variabiley »
d'accordo?
stefano capasso giovedì 26 marzo 2015
confontarsi per trovare le proprie regole Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Un coppia di trentenni, Burt e Verona sono in attesa della loro bambina. Ormai al sesto mese scoprono che i genitori di lui di lì a breve partiranno per passare due anni in Belgio. Delusi dal fatto di non avere più dei nonni per la loro figlia, decidono di trovare un posto dove trasferirsi e poter ricominciare una nuova vita con nuovi amici. Visitano una serie di coppie, vecchie conoscenze, in giro per gli Stati Uniti per cercare un appoggio ed un sostegno per questa nuova parte della loro esistenza così impegnativa, ma gli incontri che faranno saranno deludenti.
Una commedia che fa riflettere questa di Sam Mendes. Semplice, tocca con delicatezza e ironia temi importanti che sono quelli della ricerca dell’identità. [+]

[+] lascia un commento a stefano capasso »
d'accordo?
giovannicucca martedì 30 ottobre 2012
leggero e piacevole... Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Sam Mendes, dopo l'acclamato American Beauty ci regala una commedia sempre "American"...
I protagonisti di questa pellicola, sono due fidanzati che aspettano un figlio.
I due alle soglie dei 35anni, fanno un resoconto della loro vita e si interrogano sul futuro.
Iniziano così un tour di alcune città americane dove avrebbero intenzione di mettere su radici; un susseguirsi di incontri strambi con parenti e vecchi amici ci trasporteranno fino all'epilogo...quando i due innamorati dovranno prendere una decisione.
Decisamente piacevole...

[+] lascia un commento a giovannicucca »
d'accordo?
gabriella martedì 23 agosto 2011
il collante giusto Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Burt e Verona sono una giovane coppia di trentenni che stanno per diventare genitori, lavoro precario per entrambi, una casa vicina ai genitori di lui,ma la coppia sulla quale i due fanno affidamento per poter crescere ed educare la loro bambina, delude le apettative in quanto i nonni vogliono trasferirsi per almeno un paio d'anni ad Anversa, cosicchè i nostri protagonisti si mettono a girare gli States in lungo e in largo presso parenti e amici nella speranza di un approdo sicuro . Il viaggio però riserverà loro soltanto amare sorprese, incontreranno genitori inaffettivi  e irrisolti ( la coppia di Phoenix), o invaghiti da modelli educativi alternativi ( la coppia infarcita da filosofie new age che trova diseducativo l'uso del passeggino), fino a Montreal, dove per un istante hanno l'illusione di aver trovato la famiglia perfetta, ma che si rivela anche quest'ultima problematica. [+]

[+] lascia un commento a gabriella »
d'accordo?
teiga01 mercoledì 12 gennaio 2011
innamorati non ancora genitori Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

Quanto puo' essere importante oggi un figlio? E l'essere Genitori all'altezza? Tanto da spingerli a sbattere come su un ottovolante da una parte all'altra d'America, presto, presto prima che il figlio nasca... C'è un disordine diffuso che impregna volutamente la scena:disordine che investe soprattutto la testa e il cuore delle persone. Non c'è personaggio o contesto che non ne siano privi, spiacevoli sensazioni da cui fuggire: genitori sessantenni con la sindrome di Peter Pan, madri degeneri senza il minimo rispetto per i sentimenti dei figli, padri vacui e assenti, famiglie new age disturbanti (e forse disturbate), giovani famiglie allargate (pure troppo). [+]

[+] lascia un commento a teiga01 »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 »
American Life | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità