Assassini nati - Natural Born Killers

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Assassini nati - Natural Born Killers   Dvd Assassini nati - Natural Born Killers   Blu-Ray Assassini nati - Natural Born Killers  
Un film di Oliver Stone. Con Woody Harrelson, Juliette Lewis, Tom Sizemore, Rodney Dangerfield, Everett Quinton.
continua»
Titolo originale Natural Born Killers. Drammatico, Ratings: Kids+16, durata 120 min. - USA 1994. - Warner Bros Italia uscita sabato 10 settembre 1994. MYMONETRO Assassini nati - Natural Born Killers * * * - - valutazione media: 3,24 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
jonnylogan sabato 22 ottobre 2022
uccirdere per ridere Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Mickey e Mallory Knox sono due serial killer che stanno seminando il panico lungo le strade degli States. La loro fuga sta scatenando un insieme contrastante di emozioni a iniziare da coloro che li esaltano. Fino a chi cerca di catturarli per i propri doppi fini. Ed è questo il caso dell’agente Jack Scagnetti. Per finire con Wayen Gale, un anchorman che li vorrebbe trasformare in una coppia di divi della tv.
 
Era il 1994 quando Oliver Stone mandò in scena la coppia di pazzoidi più avant-pop del secolo scorso. L’uno con il viso spiritato di Woody Harrelson, l’altra con il corpo flessuoso di Juliette Lewis. Il risultato una pellicola che sulla metà dei ‘90 creò non pochi problemi in termini di censura e che ne decretò altrettanti in termini di emulazione da parte di chi volle replicare le stragi perpetrate da due Bonnie e Clyde dei giorni nostri. [+]

[+] lascia un commento a jonnylogan »
d'accordo?
carloalberto domenica 6 dicembre 2020
impossibile da rivedere, impossibile non vederlo Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

 La predominanza del montaggio sul girato, in questo film di Stone, mostra in modo esemplare la progressiva perdita di valore, nella moderna società delle immagini, del movimento, inteso come flusso vitale riprodotto filmicamente in modo naturalistico, caposaldo di una vecchia concezione del cinema e per derivazione della televisione ancora illusa di poter rappresentare un qualsiasi dramma umano in forma realistica, secondo la regola dell’adequatio rei et imago, alla stregua della formula aristotelica dell’adaequatio rei et intellectus, a fronte della crescente manipolazione di ciò che avanza dal reale come fotogramma di archivio, da parte dei mass media, spasmodicamente impegnati nella produzione seriale di vicende umane eclatanti, costruite artificiosamente sulla pelle dello sventurato di turno, ad uso e consumo della società dello spettacolo, per i gusti grossolani di un pubblico, fatto di annoiate casalinghe, giovani inoccupati, anziani pensionati, ingordo di storie a tinte forti, avidamente consumate come surrogati emozionali in una vita sempre più anemica ed apatica, schiacciata sulla bidimensionalità di uno schermo, ieri del televisore, oggi dello smartphone. [+]

[+] lascia un commento a carloalberto »
d'accordo?
ennio mercoledì 8 novembre 2017
comunque sia, un pezzo di cinema Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Rivisto dopo 20 anni, impressioni confermate. Un incontro-scontro tra due grandi personalità,Tarantino-Stone, che ha prodotto un guazzabuglio con tanti spunti piacevoli ma nel complesso forzato. Sembra davvero inconciliabile il dualismo tra l'uomo carnale, nostalgico, "di destra", Tarantino, e l'idealista e progressista Stone. Ciò che riesce bene all'uno stride se mescolato all'altro, due energie troppo diverse che si censurano tra loro. Apprezzabile la satira sociale e quella sui media, eccessiva la regìa quando tira dentro l'indiano buono e la freudiana e progressista convinzione che gli psicopatici protagonisti possano essere tali solo in quanto a loro volta vittime di tremendi abusi infantili. [+]

[+] lascia un commento a ennio »
d'accordo?
giuseppe garibaldi domenica 28 febbraio 2016
un film di culto per la sua bruttezza Valutazione 1 stelle su cinque
67%
No
33%

Il film è uno splatter che inoltre pretende di farci una morale sul fascino che ha il crimine per l'uomo comune ("perchè è la nostra aspirazione" diceva Flaiano), pur essendo interamente basato su ciò... Il regista e lo scrittore hanno voluto fare un film che riuscisse brutto e sgradevole e non hanno fallito: la regia è schizofrenica e basata su continui flash, ma non c'è in questo nè logica, nè quella mancanza di razocinio che è anch'essa una qualità, ma la volontà di rincoglionire lo spettatore con una tecnica simile a quella pubblicitaria e una sciatteria di fondo della sceneggiatura e della regia. [+]

[+] lascia un commento a giuseppe garibaldi »
d'accordo?
apropositodicinema mercoledì 6 gennaio 2016
eccezionale Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

Film che disordina tutte le convenzioni classiche del cinema. 
Due ore piene zeppe di violenza visiva sconvolgente e grottesca che nascondono, in realtà, una ferocissima critica al potere dei media e, allo stesso tempo, una delle storie d'amore più solide e assurde che il cinema abbia mai offerto. 
[+]

[+] lascia un commento a apropositodicinema »
d'accordo?
jackiechan90 lunedì 9 marzo 2015
la verità della finzione Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Scandaloso, caleidoscopico, politicamente scorretto. gli aggettivi si susseguono a ritmo vorticoso per questo film divenuto una pietra miliare per gli amanti del cinema sperimentale grazie alle tecniche di ripresa che si mescolano continuamente per tutto il film. Ma è soprattutto un film fatto apposta per gli amanti dei film di violenza di cui Natural Born Killers rappresenta un compendio ben studiato. Non è tanto la narrazione, infatti, che si serve della violenza per esprimere al meglio i propri concetti, è esattamente il contrario: la violenza si fa narrazione tramite un procedimento estetizzante e sublimale che unisce uno stile da videoclip con ardite metafore(prima fra tutte quella del serpente di biblica memoria, elemento ricorrente in tutto il film) e citazioni colte spare qua e la(frammenti de Il mucchi selvaggio di Peckinpah e di Scarface di De Palma, sceneggiato dallo stesso Stone in una ironica autocitazione). [+]

[+] lascia un commento a jackiechan90 »
d'accordo?
jacopo b98 martedì 20 gennaio 2015
un film stupefacente! un capolavoro (del futuro)? Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

 I giovani Mickey (Harrelson) e Mallory (Lewis) attraversano gli Stati Uniti lasciandosi dietro una scia di sangue: omicidi, rapine, violenze di ogni genere. Lui l’ha salvata da un padre incestuoso (Dangerfield) e da una madre irresponsabile, lei lo ha seguito e lo seguirebbe fino in capo al mondo. Si amano sinceramente, e odiano il mondo intero. Per i media e per l’opinione pubblica diventano degli eroi, e quando sono arrestati, un giornalista (Downey Jr.) vuole fargli un’intervista. Ma non tutto andrà come previsto e i due tenteranno una spettacolare e pirotecnica fuga verso la libertà, sotto gli occhi adoranti della gente comune. Da un soggetto di Quentin Tarantino (che si autoescluse dal progetto quando Stone volle rileggere l’ironica sceneggiatura del futuro regista di Pulp Fiction in chiave drammatica), sceneggiato dal regista con David Veloz e Richard Rutowski, è il film più discusso della carriera di Stone. [+]

[+] lascia un commento a jacopo b98 »
d'accordo?
sverin venerdì 6 giugno 2014
un film ignobile, diseducativo, da censurare! Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
100%

Nessuna stella per queste porcherie! .......poi non ci lamentiamo se qualcuno comincia a sparare sui passanti o versare sangue di innocenti.. e la fa franca mettendo su famiglie e bambini......la filmografia è piena di modelli....."affascinanti"da seguire!!! Se si creano i demoni , poi non ci lamentiamo se viviamo nell'inferno!!

[+] lascia un commento a sverin »
d'accordo?
contrammiraglio mercoledì 16 aprile 2014
oliviero non fa centro Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
100%

Oliviero tenta la carta grottesca, ma gli manca la verve di Tarantino, così come il sendo di Lynch, e tutto di Kubrick.
Ed un po meno lungo avrebbe giovato.
Insomma;  da vedere ma non da mettere sul piedistallo.

[+] lascia un commento a contrammiraglio »
d'accordo?
ashtray_bliss venerdì 21 marzo 2014
ritratto di una societa' alla deriva. Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Natural Born Killers comprende in se molti generi. Per questo e' un film difficile da definire, un film che va guardato, capito e dal quale bisogna saper cogliere il suo messaggio. Si tratta di un film fumettistico, caricaturale, ironico, violento e diretto. Tutti elementi-chiave per ogni script che sia passato dalle mani di Tarantino il quale nel 1994 da' le redini della regia in mano ad un acclamato Oliver Stone. Il risultato e' un prodotto diretto e tagliente. Un prodotto di massa che punta il dito contro le masse. Per obbligarle a pensare.Perche' la societa' tarantiniana quanto quella odierna e' una societa' alla deriva, malata, insana, che si droga di violenza e tv spazzatura. Partiamo cosi' alla visione del viaggio surreale che intraprendono i due protagonisti indiscussi, Mallory e Mickey Knox. [+]

[+] lascia un commento a ashtray_bliss »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 »
Assassini nati - Natural Born Killers | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Tiziano Sossi
Pubblico (per gradimento)
  1° | bue84
  2° | ashtray_bliss
  3° | l. m.
  4° | zzyo
  5° | ultimoboyscout
  6° | vanni
  7° | ibracadabra 8
  8° | hal 9000
  9° | giuseppe garibaldi
10° | andyflash77
11° | jacopo b98
12° | jackiechan90
13° | jonnylogan
14° | mr.619
15° | ennio
16° | carloalberto
17° | francesco manca
18° | baka
Rassegna stampa
Bruno Fornara
Festival di Venezia (2)
Golden Globes (1)


Articoli & News
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2023 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità