Salò o le 120 giornate di Sodoma

Un film di Pier Paolo Pasolini. Con Caterina Boratto, Paolo Bonacelli, Giorgio Cataldi, Umberto Paolo Quintavalle, Elsa De Giorgi, Ines Pellegrini.
continua»
Drammatico, durata 116 min. - Italia, Francia 1975. - Cineteca di Bologna uscita lunedì 2 novembre 2015. - VM 18 - MYMONETRO Salò o le 120 giornate di Sodoma * * * - - valutazione media: 3,42 su 72 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
pep82 venerdì 25 luglio 2008
irripetibile come il suo autore Valutazione 5 stelle su cinque
79%
No
21%

Difficile parlare di Salò, sul quale si sono spesi fiumi d'inchiostro. La critica migliore di questo film comunque la fornisce lo stesso Pasolini nelle sue ultime interviste a Bachmann. Quest'ultimo propone due modi per giudicare il film: se lo si considera tecnicamente, pur essendo ben girato, con una buona fotografia e rappresentando il culmine dello stile cinematografico di Pasolini, non è granchè innovativo; ricordiamo, infatti, che all'epoca il cinema era in fase "rivoluzionaria" con i vari Kubrick, Fellini, Herzog, ecc., maestri assoluti della forma. Se, invece, si considera la sceneggiatura, il contenuto, il messaggio profetico, le sconvolgenti, inedite e tutt'oggi, 2008, insuperate, per quanto osano mostrare, immagini, allora "Le 120 giornate di Sodoma" va accostato ai capolavori del cinema di tutti i tempi. [+]

[+] ottima recensione !!! (di alexscorpio)
[+] per alexscorpio (di pep82)
[+] mi rimane un dubbio (di readcarpet)
[+] per readcarpet (di pep82)
[+] spiegazioni (di giorgio)
[+] lascia un commento a pep82 »
d'accordo?
giu/da(g) lunedì 31 gennaio 2011
l'anarchia del potere Valutazione 4 stelle su cinque
76%
No
24%

In un momento imprecisato del 1944, quattro Signori fascisti, rappresentanti dei quattro poteri (giudiziario, aristocratico, economico, religioso) si rinchiudono in una decadente villa assieme a quattro megere, un gruppo di repubblichini ed un folto gruppo di ragazzi e ragazze, vittime che verranno sfregiate e massacrate in un crescendo di orrori fino al finale in sospeso. è chiaro che in Salò il fascismo repubblichino è utilizzato come allegoria di un fascismo molto più strisciante, attuale, che è tipico del nostro mondo occidentale. Il Potere della nuova società dei consumi, della società occidentale è cristalizzato in questo film maledetto, i quattro Signori sono l'emblema di quello che Massimo Fini ha ben chiamato il Vizio Oscuro dell'Occidente, uomini colti allo stesso tempo intelligenti e ridicoli, schiavi dei propri regolamenti assurdi, pronti a reprimere nel sangue chiunque si opponga ad omologarsi al loro stile di vita. [+]

[+] lascia un commento a giu/da(g) »
d'accordo?
il cinefilo sabato 26 giugno 2010
l'inferno secondo pier paolo pasolini Valutazione 4 stelle su cinque
59%
No
41%

TRAMA:La storia si svolge durante il periodo della repubblica di Salò dove un gruppo di ragazzi e ragazze vengono catturati e tenuti prigionieri in una villa per ordine di quattro fascisti(il duca,il monsignore,l'eccellenza e il presidente)e dove,sfruttando i "racconti" di quattro megere,i ragazzi vengono torturati,sodomizzati e uccisi attraverso una serie di "rituali" depravati e mostruosi.
RECENSIONE: Pier Paolo Pasolini dirige il suo ultimo film(poco tempo prima della sua uccisione a Ostia)e si può definire a tutti gli effetti l'opera più crudele,spietata,brutale(ma anche misteriosamente e perversamente affascinante)che sia mai stata"partorita"da un regista italiano. [+]

[+] lascia un commento a il cinefilo »
d'accordo?
abbate dal colle toscano mercoledì 11 marzo 2009
pasolini: sade prossimo mio Valutazione 0 stelle su cinque
63%
No
38%

Pier Paolo è qui, lo si trova.. In questa pellicola, suo spietato e molto privato testamento, egli si fa "da parte" sottraendosi finalmente al cinema. Visione lucida se pur didascalica su Sade. "Questo sono io finalmente", disse a set ultimato. Lui gli apparteneva. Per "leggere" quest'Opera, non possiamo trascurare "l'Uomo" dietro la macchina da presa: un uomo nevrotico che inseguiva il tempo, votato all'autodistruzione. Ma il tempo non c'erà nemmeno per lui. Da un rotocalco dell'epoca: "Fine di un corruttore".. Pier Paolo Pasolini era in ogni senso un corruttore. Corruttore del "comune sentimento" e del costume sociale. Aveva in orrore lo Stato come concetto e i relativi abusi istituzionali. [+]

[+] lascia un commento a abbate dal colle toscano »
d'accordo?
angelo umana lunedì 16 novembre 2015
noia Valutazione 1 stelle su cinque
67%
No
33%

 Sia permesso di esprimere un commento anche allo sventurato poco colto e meno ancora intelligente che non è riuscito a stare nel cinema oltre un’ora delle due lunghe di durata del film, proiettato rimasterizzato nel 2015. Rivelatoria e importante è l’intervista che precede il film, fatta a Pasolini nell’aprile del 1975, questa spiega la sua idea del potere. Tra l’altro: riduzione del corpo umano a cosa, il potere che elimina la gioia del comportamento attraverso la manipolazione delle coscienze e dei corpi, il potere coi suoi riti.
 
In questa denuncia PPP è stato fondamentale, precursore, bastava leggerne articoli e libri di allora, nel ’75 ha ritenuto di dare un grosso pugno nello stomaco a chi non volesse capire, a chi il potere deteneva. [+]

[+] lascia un commento a angelo umana »
d'accordo?
noia1 lunedì 9 luglio 2018
pasolinipessimista Valutazione 5 stelle su cinque
0%
No
0%

  Quattro amici, ricchi borghesi, devono andare a Salò dove si stanno concentrando le ultime forse fasciste in Italia. Decidono di portare con loro giovani ragazzi fungenti da trastulli sessuali, vengono radunati così i più bei ragazzi del borgo, li seguiranno i quali sopravvivranno alle loro torture.
  Pier Paolo Pasolini, primatista di denunce in Italia, in procinto di girare questo film disse ad un membro del cast “Prepariamoci alla guerra”. Salò infatti può essere considerato come l’atto ultimo d’un disperato maestro che dinnanzi alla cecità generale si è ritrovato ad ammettere a sé stesso “O la va o la spacca”. [+]

[+] lascia un commento a noia1 »
d'accordo?
diciamlaverita venerdì 3 novembre 2017
gli italiani non sanno recitare Valutazione 2 stelle su cinque
50%
No
50%

I colori e le scenografie sono stupende ma la recitazione è pessima. Ho visto tanti film sconvolgenti e pieni di violenza gratuita e questo non è il più inquietante, anche se certe scene non si dimenticano. Vorrei che si smettesse di dire che chi non apprezza il film è moralista. C'è un perché in tutte le cose ma nei film di questo genere non vedo un senso logico se non quello di voler mostrare al mondo di essere qualcuno scandalizzando la gente con questi film sovversivi. Io personalmente lo trovo ridicolo. 

[+] lascia un commento a diciamlaverita »
d'accordo?
onufrio lunedì 23 novembre 2015
sesso e(è) potere Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Nel girare un film del genere nel 1975 ci vuole coraggio, e Pasolini di sicuro dal punto di vista artistico ed intellettuale era un personaggio molto avanti rispetto all'epoca in cui ha vissuto. Con questa sua opera il regista pone in questione la perdita dei valori, una società alla deriva governata dai potenti che sottomettono il popolo, un popolo "passivo" che resta a guardare senza ribellarsi, subendo le angustie e soffrendo in silenzio. L'analisi dunque è abbastanza veritiera e ricalca a distanza di decenni anche il periodo attuale, ciò che non condivido è il modo in cui Pasolini ci racconta il suo disgusto nei confronti della società, le scene sono infatti crude, spietate e raccapriccianti, il sadismo raggiunge livelli impressionanti, per non parlare del finale in cui le "vittime del potere" vengono sacrificate attraverso macabri rituali. [+]

[+] lascia un commento a onufrio »
d'accordo?
snoyze sabato 20 settembre 2014
pasolini: la critica esplicita di un paese marcio Valutazione 5 stelle su cinque
50%
No
50%

Questo film è:esagerato, esplicito, violento, cattivo, osceno, sanguinolento, brutto, vomitevole e una serie infinita di aggettivi che rimadano a qualcosa di negativo in tutti i sensi... Ma che cos'è la società in cui Pier Paolo Pasolini viveva e tutt'ora viviamo noi? è questo film, è la piccola parte di popolazione che con il solo potere del denaro si può permettere, grazie a corruzioni e patti tra "potenti", di fare qualsiasi cosa vogliano sulla parte maggiore del popolo che sta li, in silenzio a subire e subire continuamente le volontà malate di questi quattro malati.
Il film è completamente incentrato sui diversi e più "strani" piaceri sessuali, che molte volte vengono puniti dalle autorità e dalla stessa legge che poi commette lo stesso reato. [+]

[+] lascia un commento a snoyze »
d'accordo?
oblivion7is domenica 28 agosto 2011
irripetibile, infernale, amaro, ma anche esagerato Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

Soprattutto esagerato! Qui si parla davvero di violenza che sfiora il gratuito, se non fosse per le frasi, per il contesto, la sceneggiatura, la recitazione (dei quattro signori e signore, dei servi non parliamo perché rasentano il ridicolo e superano record di schifezza toccati solo da Ninetto "Che ci faccio qui?" Davoli). Ma parliamone bene. ANTINFERNO: i protagonisti ci sono presentati. 4 signori che cercano 4 meretrici, dei libertini e una folla di schiavi partigiani o figli di particiani per i propri piaceri personali. Se uno non sa cosa sta per vedere in questo film, alla prima vista di un pene si chiede perché ha cominciato la visione della pellicola. Altri nudi integrali (anche femminili) ed inizia la storiaccia. [+]

[+] lascia un commento a oblivion7is »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Salò o le 120 giornate di Sodoma | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | pep82
  2° | giu/da(g)
  3° | il cinefilo
  4° | abbate dal colle toscano
  5° | angelo umana
  6° | oblivion7is
  7° | noia1
  8° | diciamlaverita
  9° | onufrio
10° | snoyze
11° | fabio1957
12° | critichetti
13° | rinogaetanoforever
14° | alex41
15° | cianoz
Rassegna stampa
Gian Luigi Rondi
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
lunedì 2 novembre 2015
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità