Easy Rider

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Easy Rider  
Un film di Dennis Hopper. Con Peter Fonda, Jack Nicholson, Karen Black, Dennis Hopper, Luana Anders.
continua»
Titolo originale Easy Rider. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 94 min. - USA 1969. - Cineteca di Bologna uscita lunedý 9 settembre 2019. - VM 14 - MYMONETRO Easy Rider * * * 1/2 - valutazione media: 3,95 su 56 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
ennio sabato 21 settembre 2019
un film (fortunatamente) fuori tempo massimo Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

Ho rivisto "easy rider" dopo una vita, lo vidi da ragazzo e non mi piacque per cui non l'ho più rivisto fino ad oggi. Mi piacevano molto di più film come "punto zero", in cui alla bellezza scenica e al mito del coast-to-coast si affiancava la ribellione individualistica, e non quella improntata agli ideali sociali.
Oggi, da cinquantenne pantofolaio, la visione del film si è rivelata piacevole come molte altre serate passate davanti alla tv. Si apprezzano del film soprattutto la bellezza del paesaggio selvaggio e i costumi, e, in parte, anche le musiche.
I contenuti del film di per sè sono risibili: due spacciatori di droghe pesanti, quindi due delinquenti patentati distributori di morte e degrado morale, se la spassano grazie ai proventi dei loro traffici sulle loro bellissime moto in giro per l'America, dove incontrano nuove comunità di persone "alternative", dedite solamente alla coltivazione di frutti della terra e all'amore libero, che vivono in pace nell'aria pulita e che nonostante la loro evidenti difficoltà materiali sono tutti gran fighi e hanno fisici da pin-up o culturisti. [+]

[+] lascia un commento a ennio »
d'accordo?
venerdý 13 settembre 2019
sarei pi¨ problematico Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

╚ abbastanza facile oggi, cinquant'anni dopo, con tutto quello che Ŕ successo nel mondo e nel cinema, essere un po' scettici sulla grandezza del film. In realtÓ visto oggi, nella versione originale appena restaurata, con sottotitoli in italiano, il film non dimostra per niente la sua etÓ. E questo per due motivi: sul piano politico l'America non Ŕ molto cambiata, anzi; sul piano pi¨ propriamente artistico la fotografia e la scenografia, con i mezzi tecnici del tempo, hanno ancora molto da dire. Il film Ŕ proprio la rappresentazione dell'aria che si respirava in quegli anni, e, se ha un limite, Ŕ quello di essere troppo pessimista. Allora c'era in giro molta speranza di riuscire a cambiare le cose.

[+] lascia un commento a »
d'accordo?
lbavassano martedý 10 settembre 2019
50 anni, e non dimostrarli Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 Cinquant'anni, e non dimostrarli. Però sul grande schermo, in versione restaurata.

[+] lascia un commento a lbavassano »
d'accordo?
elgatoloco martedý 14 maggio 2019
easy rider the best Valutazione 0 stelle su cinque
100%
No
0%

Quando un film diventa un classico, in genere(con qualche eccezione)merita di esserlo. Così per"Easy Rider"(1969)di Dennis Hopper e Peter Fonda, dove entrambi sono coautori di soggetto e sceneggiatura, ma certo il punto di vista "sovraelevato"è di Hopper quale regista. Magnifica fotografia(Laszlo Kovacs), ma magnifiche sequenze, merito tutte di Hopper, per un viaggio nè all'inferno né in paradiso (o, semmai, entrambe le cose), ma nel ventre(molle e non)degli USA nel 1969; straordinario spaccato di un'epoca dominata dal"pensiero"(ma potremmo togliere le virgolette, pur con qualche riserva)hippie di quel periodo, "Easy Rider"è un film eccelso anche per le musiche, rigorosamente scelte dagli autori. [+]

[+] lascia un commento a elgatoloco »
d'accordo?
loceri79 martedý 19 giugno 2018
1968 Valutazione 0 stelle su cinque
100%
No
0%

Stefano il film è un viaggio, un viaggio nel 1968 ed è di una realtà cruda, vera, assurda, scomoda e che ci sembra così lontana ed allo stesso tempo così vicina!un inno alla libertà ed alla tolleranza, un capolavoro oggi più che mai.

[+] lascia un commento a loceri79 »
d'accordo?
loceri79 martedý 19 giugno 2018
venti di cambiamento Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Fine anni 60.Gli anni pi¨ difficili, crudi, controversi e sovversivi per l'America.Anni che oggi sembrano solo uno sbiadito ricordo: guerra fredda, diritti civili, amore libero, droghe, rock 'n roll, Vietnam, razzismo e tanto altro. Easy Rider riesce in 90 minuti a farci rivivere quegli anni, a trasmetterci la paura e l'angoscia dei razzisti del Sud, la voglia di fuggire ed essere liberi, la ricerca delle droghe di amore libero e fughe dalla realtÓ; tutto senza una storia romanzata o un lieto fine, solo un viaggio che racconta meglio di un libro di storia Gli anni 60.

[+] lascia un commento a loceri79 »
d'accordo?
elgatoloco martedý 24 ottobre 2017
easy rider is easy rider Valutazione 0 stelle su cinque
0%
No
0%

Si potrà dire ciò che si vuole, di"Easy Rider":che è un film ad effetto(non a effettacci, però), che esprime la poetica e l'estetica hippie, ma in realtà non esiste un film che esprima un'epoca come questo, di Dennis Hopper e Peter Fonda(apporti di Terry Southern(e forse anche, pur se non figura come co-sceneggiatore, di Jack Nicholson?Per non dire delle grandi musiche che fanno il sound track, dove tra Dylan e Hendrix, Steppenwolf e The Byrds tutto non fa solo"atmosfera"ma crea-concrea il film più che mai, come non era mai successo prima né sarebbe mai successo in seguito, almeno in quella misura). Sequenze fotorgrate multicolori, sequenze sghembe, sovrapposte-la maniera onirica di narrare il"trip"o meglio "the trips", al plurale, con tanto di salti temporali(dove, appunto, l'"esperienza"mette in "stand by" il tempo, inteso come"tempo dell'orologio", ancor inteso come linea temporale progressiva), con salti anche spaziali)Einstein non era ignoto a Hopper e Fonda). [+]

[+] lascia un commento a elgatoloco »
d'accordo?
parsifal mercoledý 10 maggio 2017
libertÓ e paura Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Questo era lo slogan del film, quando venne immesso nel circuito cinematografico. Era il 1968, anno che cambiò il corso dell'era modera, con i suoi sommovimenti, le sue rivolte, le aspirazioni di cambiamento dei giovani di tutto il modo occidentale. L'epoca del Flower Power, e la Grande Estate dell'Amore, del rifiuto alla leva obbligatoria e del NO alla guerra del Vietnam. Dennis Hopper, insieme a Henry Fonda ( amico e collega) e Terry Southern, firma la sceneggiatura ed il soggetto, oltre alla regia del primo, vero ,road movie della storia del cinema, mettendo al suo interno le idee  e gli ideali di un' intera generazione. Billy ( D.Hopper) E Wyatt " Capitan America" decidono di concedersi una fuga da tutto ciò che licirconda , libero da ogni vincolo imposto dalle convenzioni sociali, viaggiando in moto negli USA, alla volta del carnevale di New Orleans. [+]

[+] lascia un commento a parsifal »
d'accordo?
contrammiraglio martedý 18 ottobre 2016
born to be wild Valutazione 3 stelle su cinque
33%
No
67%

Diciamo che vale pi¨ per quello che ha rappresentato piuttosto che per quello che Ú; accusa terribilmente il peso degli anni. 😉

[+] lascia un commento a contrammiraglio »
d'accordo?
great steven lunedý 16 novembre 2015
correndo in sella ad un chopper verso la libertÓ Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

EASY RIDER (USA, 1969) diretto da DENNIS HOPPER. Interpretato da PETER FONDA, DENNIS HOPPER, JACK NICHOLSON, PHIL SPECTOR, WARREN FINNERTY, TITA COLORADO, LUKE ASKEW, LUANA ANDERS, SABRINA SCHARF, ROBERT WALKER JR., KAREN BLACK, TONI BASIL, ANTONIO MENDOZA
Wyatt, soprannominato Capitan America, e il compagno Billy, giovani ribelli dai capelli lunghi e dal piglio autonomamente dissidente, cavalcano i loro chopper (le Harley Davidson rese celebri proprio da questo film) viaggiando da Los Angeles  a New Orleans, lungo strade desertiche, fermandosi soltanto per dormire la notte. Durante il tragitto vivranno numerose esperienze e incontreranno la gente più disparata: mangiano alla tavola di una numerosa famiglia retta da un solerte contadino, danno un passaggio a un vecchio figlio dei fiori capelluto e occhialuto, assistono alle rappresentazioni orgiastiche di una comunità hippie col pallino della coltivazione agricola e del teatro dell’improvvisazione, finiscono in carcere per aver partecipato a una sfilata comunale senza aver ricevuto alcun permesso. [+]

[+] lascia un commento a great steven »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 5 6 »
Easy Rider | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1░ | osteriacinematografo
  2░ | l.c.
  3░ | drugo
  4░ | amon
  5░ | cineofilo92
  6░ | i'para
  7░ | filippo catani
  8░ | parsifal
  9░ | great steven
10░ | elgatoloco
11░ | elgatoloco
12░ | stefano bruzzone
13░ | josef
14░ | markus
15░ | amenic
Premio Oscar (4)


Articoli & News
Video recensione
la video recensione
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità