California Poker

Film 1974 | Commedia 108 min.

Titolo originaleCalifornia Split
Anno1974
GenereCommedia
ProduzioneUSA
Durata108 minuti
Regia diRobert Altman
AttoriGeorge Segal, Elliott Gould, Gwen Welles, Ann Prentiss, Bert Remsen, Barbara Ruick Edward Walsh, Joseph Walsh, Barbara London.
MYmonetro Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 3 recensioni.

Regia di Robert Altman. Un film con George Segal, Elliott Gould, Gwen Welles, Ann Prentiss, Bert Remsen, Barbara Ruick. Cast completo Titolo originale: California Split. Genere Commedia - USA, 1974, durata 108 minuti. Valutazione: 3,50 Stelle, sulla base di 3 recensioni.

Condividi

Aggiungi
California Poker
tra i tuoi film preferiti.




oppure

Bill e Charlie, giocatori inveterati, un giorno "sentono" che è arrivato il momento della fortuna.

Consigliato assolutamente no!
n.d.
MYMOVIES 3,75
CRITICA N.D.
PUBBLICO 2,00
CONSIGLIATO SÌ
Scheda Home
Cinema
Trailer
Indefinibile Altman.
Recensione di Annarita Mazzucca
Recensione di Annarita Mazzucca

Due soggetti si incontrano in una sala da poker della California. Bevono. Diventano amici dopo essere stati congiuntamente aggrediti in un parcheggio. Non si conoscevano prima e continuano a non saperne molto l'uno dell'altro, ma sono consapevoli di ciò che c'è da sapere: sono due irrimediabili giocatori. Si tratta di Charlie Waters e Bill Denny. Due vite vissute alla giornata, prima del miracolo finale a Reno. Mr. Altman da vita a personaggi scanzonati, eccentrici e caricaturali. Ogni suo film, è totalmente autonomo dagli altri, senza un' evidente continuità tra il prima e il dopo. Il cineasta ha sempre avuto una filmografia convulsa, forte anche dei grandi cambiamenti che stavano attraversando il panorama cinematografico hollywoodiano americano a partire dagli anni Sessanta fino alla metà del decennio successivo, dalla progressiva scomparsa dei generi che avevano fatto la fortuna di Hollywood all'esplosione della televisione. Non c'è genere che confini California Poker, né coerenza se non la propria. Non una stravagante e graffiante commedia sulla febbre del gioco, ma un viaggio in un incubo tutto americano o quasi, impressionante diagnosi psicologica e sociale, di straordinaria precisione. Nella pellicola il tempo presente è insoddisfacente. Gli orologi non sono sincronizzati. Un personaggio beve birra a colazione. Qualcuno dice di una partita di poker: "E 'appena iniziata ieri." Tutte le speranze sono riposte sul domani. Anche quelle delle due prostitute a cui è stato promesso un viaggio alle Hawaii. Per i due giocatori, invece il domani è un'altra visita alla pista, un altro gioco, fino alla svolta finale, assolutamente inaspettata. Stilisticamente prossimo a Nashville, uno dei capolavori più memorabili e inossidabili dal tempo del grande maestro, California Poker evita qualsiasi tipo di spiegazione. È il trionfo del carnevalesco in una messa in scena decostruttiva di un mondo alterato e dissacrato. La sua genialità si colloca attraverso un'assoluta imprevedibilità, una costante creazione dell'attesa e un'estenuante frustrazione delle aspettative. Similmente alla natura del gioco d'azzardo, rimbalza incontrollato come una piccola pallina della roulette senza dare alcuna indicazione sulla sua destinazione finale. Una struttura quasi improvvisata e apparentemente priva di controllo da parte di uno sceneggiatore (come se il cinema non avesse per natura bisogno di costruzione e consapevolezza), frutto ovviamente di un mirabile lavoro (di Joseph Walsh). La narrazione episodica, dolente, irriverente e incredibilmente ricca di tempi morti, dialoghi irrilevanti, controfigure e passanti, innalza il provvisorio a condizione perenne. E se fosse la realtà?

Sei d'accordo con Annarita Mazzucca?
Recensione di Annarita Mazzucca

m

Sei d'accordo con Annarita Mazzucca?
PUBBLICO
RECENSIONI DALLA PARTE DEL PUBBLICO
martedì 31 gennaio 2012
Francesco2

Da altmaniano puro, mi interrogo sul parziale "fallimento" di questo film. Che sia "Di genere" mi convince abbastanza poco, o molto poco. Lo è anche "The Company", un Altman secondo me molto sottovalutato, anche se sicuramente (molto?) meno graffiante. No, forse il problema è un altro: bisogna va catturare, attenendosi alle formule del grande regista, l'essenza dei gocatori e del loro vizio.

Frasi
È inutile arrabbiarsi, questo è un gioco: una volta vinco io e una volta perde lei. È questione di fortuna.
Una frase di Charlie Waters (Elliott Gould)
dal film California Poker
STAMPA
RECENSIONI DELLA CRITICA
Adelio Ferrero
Cinema Nuovo

Il procedimento narrativo di A. si scopre fin dalle immagini che scorrono sotto i titoli di testa: la camera inquadra i due potenziali protagonisti, li "sceglie" e li isola in mezzo al movimento e al disordine della sala da gioco (mentre la voce f.c. della direzione raccomanda il silenzio, la compostezza e la dignità), si trasferisce in loro, dandoci l'equivalente della loro "soggettiva", attenta e [...] Vai alla recensione »

Giovanni Grazzini
Il Corriere della Sera

Come cresce alla svelta questo Robert Altman. Non è ancora passato un anno da quando si fece ammirare come regista del Lungo addio, e rieccolo sulla cresta dell'onda, a pieno merito, per un film di genere molto diverso, ma diretto con altrettanta maestria. Dove non sembra accadere niente di straordinario, e il sesso e la violenza hanno un minimo peso, sicché chi va ancora in cerca di effetti grossi [...] Vai alla recensione »

Tullio Kezich
Il Corriere della Sera

La vita è un gioco per Chanlie Waters e Bili Denny, due tipi che hanno trovato un terreno d’incontro nella passione per il poker e le scommesse di ogni genere. Charlie è un ciondolone che non fa niente tutto il giorno e si affida alla generosità delle prostitute, Bili è un giornalista svogliato che galleggia sulle onde dell’esistenza dopo il naufragio dei suo matrimonio.

Vai alla home di MYmovies.it
Home | Cinema | NETFLIX | Database | Film | Calendario Uscite | MYMOVIESLIVE | Dvd | Tv | Box Office | Prossimamente | Trailer | Colonne sonore | MYmovies Club
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies.it® - Mo-Net s.r.l. Tutti i diritti riservati. È vietata la riproduzione anche parziale. P.IVA: 05056400483
Licenza Siae n. 2792/I/2742 - Credits | Contatti | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso | Accedi | Registrati