L'ombra del potere - The Good Shepherd

Acquista su Ibs.it   Soundtrack L'ombra del potere - The Good Shepherd   Dvd L'ombra del potere - The Good Shepherd   Blu-Ray L'ombra del potere - The Good Shepherd  
Un film di Robert De Niro. Con Matt Damon, Angelina Jolie, Alec Baldwin, Tammy Blanchard, Billy Crudup.
continua»
Titolo originale The Good Shepherd. Sentimentale, durata 167 min. - USA 2006. - Medusa uscita venerdì 20 aprile 2007. MYMONETRO L'ombra del potere - The Good Shepherd * * 1/2 - - valutazione media: 2,76 su 101 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
bobtheheat giovedì 26 aprile 2007
...siete solo di passaggio ! Valutazione 3 stelle su cinque
76%
No
24%

The Good Shepherd - L'ombra del potere" , ambiziosa seconda regia di Bob De Niro e' un film sontuoso (l'elegante direzione della fotografia e' del maestro Robert Richardson ) marcatamente letterario (il soggetto nello stile e nel suo incedere lento richiama molto ai romanzi di Le Carre') con un montaggio estremaente curato. La sua durata e' pero' eccessiva, cosi' non sempre coinvolge come vorrebbe, finendo a tratti per diventare confuso piu' che intricato. Indeciso sulla strada da prendere. Un po' piu' di cinismo e di sana cattiveria, oltre a qualche sforbiciata, avrebbero giovato. Cio' non toglie che i momenti di grande cinema non mancano. Esemplare e magnifica la direzione degli attori e assolutamente imponente il cast, nel quale si segnala, oltre al freddo e quasi funereo protagonista Matt Damon, veramente notevole, il ritorno gradito di Joe Pesci. [+]

[+] hai visto il film? (di observer09)
[+] cinismo e cattiveria l'avrebbero reso banale (di megliosenza)
[+] lascia un commento a bobtheheat »
d'accordo?
adriano lotito lunedì 21 maggio 2007
noioso Valutazione 2 stelle su cinque
64%
No
36%

il secondo film diretto da Robert De Niro sembra confermare il fatto che l’attore di Taxi driver e Casinò sia un po’ inesperto alla regia. L’idea è buona e anche la sceneggiatura a tratti è bella ma nel complesso è un film sconquassato, pesante, poco chiaro e senza ritmo. Non c’è un evidente messaggio che il regista vuole comunicare allo spettatore, anche se l’idea fa presupporre una trama piuttosto impegnata. A rimediare in questi casi ci pensa l’azione ma il problema è la totale assenza di action nel film e il poco di buono presente viene complicato in maniera da non far neanche godere i colpi di scena presenti allo spettatore di medio livello. Non si capisce neanche il genere: vuole essere psicologico ma non lo è, action ma non lo è per niente, thriller (ma stiamo scherzando?). [+]

[+] ma come fai?? (di giorgio)
[+] condivido! (di pacciotitty)
[+] condivido (di pacciotitty)
[+] lascia un commento a adriano lotito »
d'accordo?
natadiluglio lunedì 23 gennaio 2012
cult movie, cult cast Valutazione 4 stelle su cinque
88%
No
13%

Segue su Iris alla visione in sala del supervalutato Edward J Hoover, questo sempre apprezzabile film con un cast a dire poco strabiliante. Mentre Di Caprio è stato costretto a declamare per tutto il tempo un copione gonfiato di ideologia, Matt Demon riesce a rendere credibile, con grande tecnica, il personaggio di Wilson, talmente parco di parole e di gestualità, da giustificare sospetti di catatonia. Eppure tutto è autentico: uomini come il protagonista del recentissimo remake del superfamoso La talpa, molto simile al Wilson di Matt Demon, hanno strutturato nel mondo occidentale una rete di security che ha retto a prove forti, e che ha ceduto a vistose falle prima e durante la Presidenza Bush. [+]

[+] lascia un commento a natadiluglio »
d'accordo?
arvin mercoledì 14 novembre 2007
molto ben realizzato Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Film che vede De Niro tornare dietro la macchina da presa dopo 14 anni di assenza, e mi permetterei di dire con discreto successo. Questo film vuole essere una ricostruzione accurata, e direi che de niro in questo riesce abbastanza bene, della storia dei servizi segreti dalla nascita CIA, avvenuta dopo la seconda guerra mondiale, fino alla crisi dei missili di cuba. E lo fa attraverso gli occhi di Matt Damon che si cala molto bene dei panni dell'agente CIA freddo e distaccato, ma che ha anche un cuore, un anima e una coscienza e questo lo si vede bene nel rapporto con il figlio e nel rapporto conflittuale che ha con la moglia ( una splendida Angelina Joliè che spicca per presenza, ma che ha e mantiene un ruolo marginale ). [+]

[+] lascia un commento a arvin »
d'accordo?
boz mercoledì 2 maggio 2007
un film che non lascia lo spettatore passivo.. Valutazione 4 stelle su cinque
57%
No
43%

Se cercate un film d'azione, di movimento, di sparatorie, di forti passioni, di eroi, di suspance, di sfide all'ultimo sangue, corse, inseguimenti... Lasciate perdere, non andate ad infoltire il già troppo grande gruppo di chi resta in una sala solo per sbuffare e fare commenti alquanto inopportuni. .... Come descrivere il lavoro delle acque marine, che erodono le rocce fino a dare loro un volto preciso, lento e costante, lasciando cadere tutto il superfulo finché non resta solo la vera anima di quelle? La cosa che forse impressiona di più è la tecnica narrativa. Grazie a continui flash-back (che però di Flash hanno ben poco) che si innestano con fluidità nella storia e portano al -e spiegano il- punto in cui parte la pellicola, il carattere del personaggio emerge pian piano, rafforzandosi sempre più. [+]

[+] lascia un commento a boz »
d'accordo?
roby martedì 1 maggio 2007
una lucida storia della cia... Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

Buona la regia di De Niro in questo film, dove tratta la nascita della Cia con un linguaggio tecnico e preciso ma, allo stesso tempo, ambiguo e sinistro; i personaggi si muovono sempre come ombre, parlano fra loro, sussurrano e compiono il loro dovere con spietata lucidità. Non tutti i particolari di una vicenda così complessa vengono resi espliciti; certe cose le immagini lo lasciano percepire e il resto spetta al pubblico ricavarlo attraverso la propria cultura storica. Tutto è affidato alla recitazione degli attori; bravo Damon, e pure gli altri. E' un film su un tema difficile realizzato con una certa accuratezza, e con un montaggio che rende possibile seguire i dialoghi fino alla fine. Non può emozionare come tanti altri film; la storia della Cia non è emozionante. [+]

[+] lascia un commento a roby »
d'accordo?
megliosenza martedì 1 maggio 2007
bello: vicenda privata di chi ha fatto la cia Valutazione 4 stelle su cinque
50%
No
50%

Quanto serve per raccogliere i ricordi di una vita e raccontarla soffermandosi sul calore, sulla passione, sul rimpianto (ma anche sul cinismo o sull'umanità di certe scelte), in un film senza sbavature ed eccessi: 167 Minuti e De Niro ? Grazie ad entrambi. Grazie al tempo che ci permette di seguire le vicende della vita del protagonista con la calma che merita, senza gli effetti speciali dei film d'azione o le cure dei dettagli dei film di spionaggio (chi resta disorientato dal montaggio è chi cerca di capire la trama, la storia, ma di questa i dettagli non vengono forniti, appunto; chi si annoia è chi non ha capito che non si tratta di un film spara-spara!). E' per nascita, più che per meriti, per un tragico destino (che lo rende taciturno quasi muto), più che per scelte, che il protagonista, figlio di una potente famiglia americana, finiti i brillanti studi a Yale, ripercorre tutti i passi delle élite selezionatissime di giovani americani che certosinamente alcuni, con spregiudicatezza o savoir faire altri, costituiscono e costruiscono la spina dorsale del sistema politico-economico del paese. [+]

[+] lascia un commento a megliosenza »
d'accordo?
lizard sabato 28 aprile 2007
pubblico e privato Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

Il film di De Niro è decisamente ambizioso, nel voler descrivere dall'interno le dinamiche di una grande organizzazione spionistica, i suoi metodi e la sua sostanziale assenza di morale e, dall'altro, nel voler esaminare i riflessi del lavoro sporco sul privato di un agente segreto. L'importanza delle ambizioni finisce, inevitabilmente, proprio per essere il maggiore difetto dell'opera, che accumula spunti e notazioni finendo per non essere completamente soddisfacente su nessuno dei due versanti. Il film, però, non manca di momenti notevoli, soprattutto nell'asciutto finale che, nel descrivere la progressiva solitudine del protagonista, richiama alla mente certi grandi pagine del cinema di Coppola(non a caso, produttore esecutivo). [+]

[+] per me è più riuscito di così (di megliosenza)
[+] lascia un commento a lizard »
d'accordo?
riccardo martedì 1 maggio 2007
anche il mito inciampa Valutazione 2 stelle su cinque
48%
No
52%

Quanto è interessante e coinvolgente la storia americana. Un puzzle di complotti, omicidi e inganni che la fanno ancora oggi da padrona. Forse in modo più astuto però. Per riesumare una sceneggiatura impolverata da anni in qualche ufficio di una major sono serviti un paio di nomi di Hollywood che fanno tremare solo a scriverli: De Niro e Coppola. Con queste premesse nessun produttore si sarebbe tirato indietro di fronte all'opportunità di erigere un progetto dalle appetibilissime chance di premi e incassi, binomio da capogiro in ogni realtà dove si respira cinema. Peccato che "L'ombra del potere" sia un esempio sufficientemente palese di quanto i grandi propositi sfumino in un polpettone digeribile a fatica. [+]

[+] lascia un commento a riccardo »
d'accordo?
scappasilvioscappa domenica 10 maggio 2009
la cia, la patria? Valutazione 2 stelle su cinque
25%
No
75%

Premetto di aver visto il film in lingua originale ciò potrà spiegare il perchè del voto, alcuni passaggi a me poco chiari. Mi ha sorpreso la scelta del regista di non seguire la saga dello spionaggio ma di raccontare la vita di un uomo. Scelta per alcuni non condivisibile, per me a suo modo interessante. A mio modesto parere il film offre spunti piuttosto interessanti, la CIA vista from the inside, la razionalità iperbolica, l'assenza di relazioni e l'aleatorietà di queste, i rapporti col figlio, le scelte di vita. D'altro canto non convince su alcuni punti. Eccessivamente lento, a tratti difficile seguire il corso storico e, infine, la scelta degli attori, a mio parere, poco convincenti in tale contesto. [+]

[+] lascia un commento a scappasilvioscappa »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
L'ombra del potere - The Good Shepherd | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Berlino (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità