Maria Regina di Scozia

Acquista su Ibs.it   Dvd Maria Regina di Scozia   Blu-Ray Maria Regina di Scozia  
Un film di Josie Rourke. Con Saoirse Ronan, Margot Robbie, Jack Lowden, Joe Alwyn, David Tennant.
continua»
Titolo originale Mary Queen of Scots. Biografico, Ratings: Kids+13, durata 124 min. - Gran Bretagna 2018. - Universal Pictures uscita giovedý 17 gennaio 2019. MYMONETRO Maria Regina di Scozia * * - - - valutazione media: 2,41 su 21 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Scacchi e Regine Valutazione 3 stelle su cinque

di loland10


Feedback: 10575 | altri commenti e recensioni di loland10
lunedý 21 gennaio 2019

Maria, regina di Scozia” (Mary Queen of Scots, 2018) è il primo lungometraggio della regista  inglese Josie Rourke.
Film glassato, intasato, soporifero e scandito. Film implosivo, piaciuto, denso e attonito.
Tra religioni e politiche, Roma papista e Protestantesimo, cattolicesimo e  anticlericalismo, dispute e sangue, corone e consigli, i popoli scozzesi e inglesi hanno molto da dire e da battagliare.
Matrimoni ingannevoli, nozze guidate, figli da volere e un erede che vale una nazione, bellezza e verginità, volti scomposti e sterilità. Da Enrico VIII…il lungo filo che unisce la diatriba vera e sanguinosa di due regine. La divisione delle terre e i confini, inglesi, scozzesi e gallesi....antichi dilemmi e antiche storie che spaventano e scaraventano la vita oltre una morte che nessuno avrebbe voluto. Il tornaconto, le rivolte, i giochi doppi, il voltarsi dall’altra parte in alto loco portano ad una fine di una ‘Regina’ che non si discosta da un suo credo e non rinnega certe magnificenze.
Dove trovi il potere, l’arguzia, l’intelligenza e la bramosia insieme ecco che la verginità può diventare sinonimo di leggerezza e alquanto blasfema per creare discendenza senza compiacereste troppo. Accordi senza troppo gloria e un figlio erede che s’abbatte sopra ogni mesta lealtà.
La storia di Maria Stuarda (1542-1587) da regina di Scozia a regina di Francia, giovanissima, fino a tornare nella sua terra combattendo ‘ferocemente’ contro l’altro potere della corona di Elisabetta I (sua cugina). Una ‘guerra’ di religioni e di territori che porterà alla fine tragica della ‘bellezza’ giovane di una donna ‘forte’ e ‘misteriosa’ allo stesso tempo.
La grande diatriba tra Elisabetta I Regina dì Inghilterra e la cugina Maria (Stuarda) Regina di Scozia sfodera nel racconto filmico una forza e un vigore mai leggeri. Un gioco sopra le righe con una recitazione ‘pomposa’, ‘teatrale’, ‘spettrale’ e, soprattutto, piena di ‘eco’ con riferimenti a ieri e all’oggi superato dal post-modernismo con un laicismo quasi opprimente per chi (ri)guarda il film sotto l’algida fonte sacra tra papisti e protestanti. Riforma e Controriforma. Un mondo di morali e moralismi, di vite e di morti, di chiuse e aperte fedi. Le ribellioni anti-litteram di un mondo ‘anglosassone’ già contro il Continente. Il ‘Nuovo Mondo’ è lì davanti all’Oceano.
Una vita di congiure; il potere divide le terre e le situazioni regnanti. E tra i tanti l’erede è da attendere verso una regina sterile e poco attraente mentre l’altra bellissima e consona a procreare. In attesa appunto di un principe e di un futuro re di Inghilterra. Maria è ferma fino alla morte mentre Elisabetta resta (dis)armata per un potere derivato dal padre Enrico VIII (da ‘Difensor fidei’ a fondatore della ‘Chiesa anglicana’).
Film che riesce a farsi ricordare tra ambientazioni vergini, paesaggi crudi, riprese di dirupi e sentieri, piccoli dettagli, oscurità spettrali. rincorse e trombe di guerra, incontri e signorotti vari con vocioni roboanti che hanno il gusto di una ‘recitazione’ mai amena (quasi il riconoscimento di un’epoca ‘teatrante’ fortemente ‘shakespeariana’).
La regista è al suo primo film, dopo una carriera di direzioni teatrali, non ci mette molto a gettare la sua ‘passione’ nella storia da raccontare: il potere, i confronti, le regine, le divisioni, i paesi, le leggi e soprattutto le bugie, le diffamazioni e le verità nascoste.  
La postura attoriale è sontuosa e energica. Certo la compiacenza e il gusto possono prendere il sopravvento, come la facile allusione al mondo odierno e i ‘risvolti’ sul mondo femminile.
Le due protagoniste Saoirse Ronan (Maria Stuart) e Margot Robbie (Elisabetta I) si ricordano e bucano lo schermo. Prove e modi che ammantano e cuciono ogni scena e i suoi accordi.
Da ricordare l’efficace fotografia di John Mathieson  e le musiche ‘avvolgenti’ di Max Richter.
Regia che scandisce il passo della recita continua.
Voto: 7½/10 (***½). (ps. difetti e storie, ma il grande schermo rende cinema) 

[+] lascia un commento a loland10 »
Sei d'accordo con la recensione di loland10?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
45%
No
55%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di loland10:

Vedi tutti i commenti di loland10 »
Maria Regina di Scozia | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
SAG Awards (1)
Premio Oscar (2)
Critics Choice Award (2)
CDG Awards (1)
BAFTA (2)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedý 17 gennaio 2019
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità