Tonya

Un film di Craig Gillespie. Con Margot Robbie, Sebastian Stan, Allison Janney, Paul Walter Hauser, Julianne Nicholson.
continua»
Titolo originale I, Tonya. Biografico, Ratings: Kids+13, durata 121 min. - USA 2017. - Lucky Red uscita giovedì 29 marzo 2018. MYMONETRO Tonya * * * 1/2 - valutazione media: 3,72 su 26 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
ashtray_bliss martedì 27 febbraio 2018
tonya: ascesa e caduta del sogno americano. Valutazione 4 stelle su cinque
84%
No
16%

Il regista australiano Gillespie riesce con questa pellicola candidata agli Oscar a uscire dai soliti schemi del biopic, costruendo in modo narrativamente e tecnicamente impeccabile una dramedy moderna, originale, sgargiante e animata da una viviva estetica pop anni '90 senza mai perdere di vista l'obiettivo principale: quello di raccontare la storia di Tonya Harding senza eccedere nel melodramma ma senza nemmeno sminuire o ridicolizzare la vicenda e la protagonista. Quella di Tonya, come ci viene descritta, è una storia controversa, segnata da un passato pieno di abusi, un presente scintillante e promettente ma anche un epilogo altrettanto brusco, punitivo e irreversibile. [+]

[+] troppe chiacchiere (di marezia)
[+] fantasia ai massimi livelli (di michelevoss)
[+] lascia un commento a ashtray_bliss »
d'accordo?
freerider venerdì 30 marzo 2018
grintoso biopic fuori dagli schemi Valutazione 4 stelle su cinque
87%
No
13%

Notevole esempio di grintoso biopic che evita tutte le trappole della  biografia filmata in modo classico ovvero l'agiografia, l'illustrazione e l'ansia cronachistica che finiscono di solito per uccidere il film. 

Craig Gillespie non è in soggezione di fronte al personaggio e ci consegna non solo una storia individuale ma anche e soprattutto un affresco dell'America profonda, a mio parere molto più sentito di quello proposto dal recente "The Florida Project": una storia vera di volontà di riscatto, di ascesa e caduta, di successo e rovina. La controversa vicenda di Tonya Harding corre lungo la pellicola con la stessa energia con cui la giovane pattinatrice cerca di uscire dal pantano socio-familiare da cui proviene e la stessa forza e volontà di affermazione si specchiano in ogni aspetto più strettamente filmico del lavoro di Gillespie: ritmo serrato, ironia che sostiene adeguatamente la marcatura dei personaggi, ricostruzione dei punti di vista dei diversi protagonisti comprese contraddizioni e assurdità, uso molto brillante della musica, insomma un lavoro articolato e ben scritto che domina perfettamente anche la svolta thriller legata all'episodio dell'aggresssione, insomma una volata disperata di due ore contro tutto e contro tutti. [+]

[+] l'amara parabola di una vita turbolenta (di antoniomontefalcone)
[+] lascia un commento a freerider »
d'accordo?
tmpsvita venerdì 30 marzo 2018
brillante ritratto di una figura controversa Valutazione 4 stelle su cinque
71%
No
29%

 Pubblicizzato in maniera esemplare da un trailer straordinario, "I, Tonya" ha fin da subito suscitato in me altissime aspettative e tante speranze.

Per quanto straordinario possa essere, il trailer però fa sembrare il film quello che poi si rivela non essere, naturalmente per chi come me non era a conoscenza della storia vera da cui è tratto.
Perciò le mie aspettative sono state soddisfatte ma solo in parte, proprio perché mi aspettavo un film diverso, non migliore e neanche peggiore, semplicemente diverso.
Onestamente si tratta di un grande film, ma un leggero amaro in bocca mi è rimasto comunque.
Sicuramente è un film davvero notevole, soprattutto grazie alla sua sceneggiatura che tra sfrenata ironia, un po' di black humor e tanta freschezza si dimostra tagliente e geniale, proprio come una storia di questo tipo si merita di essere raccontata. [+]

[+] controversa dove? (di marezia)
[+] lascia un commento a tmpsvita »
d'accordo?
paulnacci venerdì 13 aprile 2018
cosa c'è dietro Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Un film ispirato ad un caso reale (del quale mi ricordavo ababstanza bene) accaduto poco prima delle olimpiadi invernali del 1994  di Lillehammer .
La storia viene ricostruita sulla base delle interviste rilasciate dai protagonisti della vicenda ,che potrebbe sembrare una sceneggiatura dei fratelli Cohen , non chiarisce tutti i dubbi su tutto ma fa capire i retroscena  soprattutto la psicologia della protagonista che ha a che fare con una madre molto dura ed un marito violento.Apre anche qualche questione riguardo a come funzionano certi sport dove il parere dei giudici e determinate e non sempre si basano solo sulla bravura degli atleti ma tenfgono conto ache di fattori riguardanti l'immagine e la vita privata. [+]

[+] lascia un commento a paulnacci »
d'accordo?
michelecamero giovedì 12 aprile 2018
bello, accattivante, disperato. Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

 Film biografico sulle vicende emblematiche di Tonya Harding (interpretata molto bene da Margot Robbie) pattinatrice statunitense di successo negli anni ’90, condotto benissimo con la tecnica documentaristica, ricostruendo interviste ai protagonisti, la stessa Tonya, la madre Lavona (il premio Oscar per la miglior attrice non protagonista Allison Janney), l’ex marito manesco, il sedicente body guard. Nella pellicola c’è di tutto: la provenienza della protagonista dagli ultimi della società,  figlia della provincia americana periferica che spinta dalla madre tremenda punta tutte le sue scommesse di successo nella vita, con l’intento di fare quei soldi che in famiglia sono sempre stati pochi, sul pattinaggio scelto dunque non tanto come fine, ma come mezzo. [+]

[+] lascia un commento a michelecamero »
d'accordo?
udiego mercoledì 11 aprile 2018
tonya Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

 Craig Gillespie, già regista dell’apprezzato “Lars e una ragazza tutta sua”, porta al cinema la vera storia di Tonya Harding, una delle pattinatrici sul ghiaccio ed una delle sportive in genere più talentuose e controverse della storia a stelle e strisce. Lo fa costruendo l’opera attorno al personaggio Tonya, magistralmente interpretato da una Margot Robbie in grandissima forma, plasmando tutto quello che ruota attorno a lei a sua immagine e somiglianza.

 

Analizzando come prima cosa l’aspetto cinematografico, la regia ed il ritmo narrativo regalano guizzi veramente ben costruiti. [+]

[+] lascia un commento a udiego »
d'accordo?
francesco2 domenica 22 aprile 2018
riuscito a metà
0%
No
0%

Il film, interpretato molto bene, ci regala dialoghi pungenti ed ha il merito di costruire personaggi
distanti da una visione “manichea”, soprattutto sul piano femminile. Fino a che punto, per esempio, la
protagonista è davvero “innocente?” Ha un senso , poi, solidarizzare con qualcuno che ripete
sistematicamente “non è colpa mia”? E come bisogna valutare la madre? Condannarla per tutti gli
errori commessi, senza rendersi conto che ha agito per un –supposto- amore della figlia? (O almeno,
è quello che penseremmo sino alla fine...........) Né bisogna dimenticarsi di certi personaggi maschili, che
richiamano alla dimensione (tragi)caricaturale dei Coen.
Detto questo, tuttavia, questo regista, oltre a non essere I Coen di “Fargo” appare, in alcuni momenti,
paragonabile ad esempi ben più imbarazzanti. [+]

[+] lascia un commento a francesco2 »
d'accordo?
jonathanimperiale lunedì 16 aprile 2018
i, tonya. monster di bravura Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

I, Tonya. 
Il cinema americano torna a guardare alle periferie geografiche ed emozionali offrendo personaggi borderline che colpiscono per la machiavellica costruzione di quel nulla in grado di annichilire il talento cristallino. [+]

[+] lascia un commento a jonathanimperiale »
d'accordo?
maurizio.meres lunedì 2 aprile 2018
ritratto di un fallimento sportivo Valutazione 4 stelle su cinque
40%
No
60%

Ottimo film biografico in uno stile di cinema contemporaneo,con sovrapposizioni che lasciano il superfluo di una scena per poi passare all'atto conclusivo dell'altra ma seguendo pur sempre una logica.
In questo film si racconta la vita di una delle pattinatrici su ghiaccio più brave che l'America abbia mai avuto,ma la non facile e soprattutto sofferente vita che Tonya doveva affrontare tutti i giorni è il carattere ribelle e fuori le righe,non l'anno resa una vera campionessa,ostacolata da tutti,l'unica sua certezza era il pattinaggio.
Nel film il bravissimo regista mette in luce tutte le contraddizioni americane,la vita difficile che affrontano ogni giorno famiglie di ceto basso,le solite idiozie delle istituzioni nell'affrontare problemi di tutti i giorni,l'egoismo dei ceti alti verso tutti e tutto,un America che vuole essere la luce della vita di un immagine solare ma che invece è l'immagine di un egoismo di falsità e cattiveria,fortunatamente è solo,anzi spero per loro una minoranza. [+]

[+] lascia un commento a maurizio.meres »
d'accordo?
vanessa zarastro lunedì 2 aprile 2018
american nightmare Valutazione 3 stelle su cinque
40%
No
60%

Una vita tormentata quella di Tonya Maxine Harding!
Tirata su da LaVona Golden (la strepitosa Allison Janney) una madre arcigna, cattivissima e con il vizio del bere, già all’età di quattro anni Tanya (interpretato dalla bravissima Margot Robbie) sapeva pattinare. Genitori separati la madre fa la cameriera in un ristorante e la spinge ad avere successo come la cosa più importante al mondo, tanto che una volta cresciuta, non le permetterà neanche finire la scuola per avere più tempo a disposizione per allenarsi. L’obiettivo è vincere a tutti i costi!
Con il padre la bimba avrebbe anche un buon rapporto, lui la porta a caccia e le insegna a sparare, ma poi si rivela un debole quando si tratta di affrontare la ex moglie e di sfuggire con la scusa del lavoro di notte quando la piccola in lacrime gli chiede di andare a vivere con lui e di non lasciarla con la mamma. [+]

[+] lascia un commento a vanessa zarastro »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Tonya | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Marianna Cappi
Pubblico (per gradimento)
  1° | ashtray_bliss
  2° | freerider
  3° | tmpsvita
  4° | paulnacci
  5° | michelecamero
  6° | udiego
  7° | francesco2
  8° | jonathanimperiale
  9° | maurizio.meres
10° | vanessa zarastro
11° | flyanto
12° | zarar
Premio Oscar (4)
Golden Globes (3)
BAFTA (6)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 |
Link esterni
Uscita nelle sale
giovedì 29 marzo 2018
Distribuzione
Il film è oggi distribuito in 8 sale cinematografiche:
Showtime
  1 | Emilia Romagna
  6 | Lombardia
  1 | Veneto
Scheda | Cast | Cinema | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità