Cose nostre - Malavita

Acquista su Ibs.it   Dvd Cose nostre - Malavita   Blu-Ray Cose nostre - Malavita  
Un film di Luc Besson. Con Robert De Niro, Michelle Pfeiffer, Tommy Lee Jones, Dianna Agron, John D'Leo.
continua»
Titolo originale The family. Thriller, durata 111 min. - USA, Francia 2013. - Eagle Pictures uscita giovedì 17 ottobre 2013. MYMONETRO Cose nostre - Malavita * * 1/2 - - valutazione media: 2,64 su 46 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
hulk1 lunedì 26 agosto 2019
de niro fu Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Besson ha girato il.........vedere doberman , al cinema  francese della nuovelle vague, ha forse involontariamente (ma fino ad un certo punto, è anche produttore) creato una scuola, i francesi più americani degli americani.
Non si tratta come nel nostro glorioso passato, di copiare e reinventare il cinema americano, Leone, Argento, Fulci, ma di sfidarli a casa loro, diventanto registi di hollywood.
Le boiate non si contano, gli incassi al botteghino incerti, sicuramente opere che ben presto finiscono nel dimenticatoio,
i fiumi di porpora, posizione di tiro(gunman) e via così.
In questo caso  anche il cast arriva dagli usa, immagino utilizzerà il doppiaggio, tanto odiato dai registi della nouvelle vague, non siamo in italia . [+]

[+] lascia un commento a hulk1 »
d'accordo?
dandy martedì 17 aprile 2018
simpatique,mais solement simpatique. Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Dall'omonimo romanzo di Tonino Benacquista,una commedia che gioca con gli sterotipi mafiosi e il proverbiale astio tra americani e francesi.Lo humor nero e le impennate violente guardano a "Quei bravi ragazzi"(puntualmente citato),con un pizzico di "In Bruges",ma è evidente anche il debito di modelli più recenti come "I Soprano",con i mafiosi stressati e oppressi dal proprio lavoro criminale.Le idee non mancano,si sorride abbastanza(azzeccato il tormentone dell'acqua marrone),e il cast fa il suo dovere:De Niro,sebbene in un ruolo a pilota automatico,sa ancora recitare a dispetto delle porcherie alimentari e commediacce varie a cui si è autocondannato da qui a un decennio buono;la Pfeiffer,che sembra riprendere il suo ruolo in "Scarface",gli tiene testa. [+]

[+] lascia un commento a dandy »
d'accordo?
filippo catani giovedì 5 novembre 2015
tutto sprecato Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
100%

Una famiglia malavitosa si trova in Normandia in quanto sotto il programma di protezione dei testimoni. L'obbiettivo sarebbe quello di condurre una vita tranquilla senza dare nell'occhio ma non sarà così.
Leggendo la trama e sapendo chi è il regista ma soprattutto quali calibri sono annoverati nel cast sarebbe decisamente lecito aspettarsi grandi cose. Invece ci troviamo davanti a un film scialbo ai limiti del ridicolo dove pare che Luc Besson sia un regista di film demenziali con un cast raffazzonato quà e là e una trama a dir poco allucinante. In pratica questa famiglia che dovrebbe fare di tutto per passare inosservata ne combina un po' di tutti i colori e Besson mescola (male) un po' di vari generi in un unico film. [+]

[+] questo film non va preso sul serio! (di aggiò)
[+] lascia un commento a filippo catani »
d'accordo?
francesco df martedì 16 giugno 2015
avrei voluto dargli di più Valutazione 3 stelle su cinque
0%
No
0%

 Si avrei voluto perché la trama, pur non essendo particolarmente originale, è comunque interessante e vi sono stati film in passato che hanno dimostrato come il genere ibrido fra thriller e commedia abbia sempre funzionato bene. E penso che avrebbe potuto funzionare egregiamente anche in questo caso se non ci fossero stati degli sbilanciamenti decisamente eccessivi nella parte della commedia, che risulta cosparsa di alcune scene esagerate e demenziali che mal si amalgamano con l’altra componente. Il perché, a mio modo di vedere, è presto detto: se si vuol realizzare un thriller in chiave umoristica, si può benissimo lasciar spazio, anche largo, alla commedia, ma perché ciò avvenga in modo efficace la commedia non deve andare a scapito del thriller, il che succede quando la commedia risulta talmente demenziale e farsesca da far perdere credibilità al film e togliere così al thriller ogni possibilità di poter generare suspense. [+]

[+] lascia un commento a francesco df »
d'accordo?
ultimoboyscout mercoledì 22 ottobre 2014
una famiglia in esilio. Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

Giovanni Manzoni è un ex boss deciso a collaborare con la giustizia per incastrare i vecchi compari mafiosi. Viene trasferito con la famiglia in Normandia in una tranquilla e pittoresca località ma le vecchie abitudini sono duere a morire, fino a quando non verranno scovati dal resto della "famiglia", decisa a vendicarsi costi quel che costi. Tratto dal romanzo "Malavita" di Tonino Benacquista, il film è un ablack comedy a tinte crime riuscita solo in parte che vede Martin Scorsese tra i produttori esecutivi e proprio a lui e a DeNiro è dedicato un lungo e bellissimo omaggio che intorno a una proiezione di "Quei bravi ragazzi" costruisce una sequenza assolutamente esilarante, una delle più divertenti della pellicola. [+]

[+] lascia un commento a ultimoboyscout »
d'accordo?
stefano bruzzone sabato 6 settembre 2014
sempre bravo besson Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Besson, che io adoro, è maestro nel mescolare azione e umorismo ma qui azzecca alla grandissima anche i protagonisti. Penso che la coppia De Niro-Pfeiffer sia una delle più azzeccate che mi sia capitato di vedere al cinema! Sempre sul pezzo anche Tommy Lee Jones e i due ragazzi nei panni dei figli di un boss mafioso di New York costretto a nascondersi in un paesino della Normandia perché, dopo aver spifferato tutto all'FBI, è braccato da una banda di sicari piuttosto sbrigativi nei metodi. Lo troveranno nonostante sia ben nascosto e protetto da T.L. Jones agente FBI, e l'epilogo sarà a dir poco esplosivo. Geniale la scena di de Niro che, per non destare sospetti con il vicinato, si vede costretto a dover intervenire ad una proiezione di "quei bravi ragazzi". [+]

[+] lascia un commento a stefano bruzzone »
d'accordo?
liuk! mercoledì 28 maggio 2014
onesta commedia Valutazione 3 stelle su cinque
100%
No
0%

Non un capolavoro, non un film a cui Besson ci ha abituati, ma un'onesta commedia, a tratti divertente e ben interpretata da un ex-cast-stellare.
Attori consumati, un po' in declino, ma pur sempre star di primo livello che hanno fatto la storia del cinema negli ultimi 30 anni.
Ne consiglio la visione, senza pretese.

[+] lascia un commento a liuk! »
d'accordo?
lucapriori mercoledì 12 marzo 2014
noioso Valutazione 1 stelle su cinque
0%
No
100%

Un misto fra il tragico e il comico! Salvabile il finale, ma il resto è decisamente stucchevole!

[+] lascia un commento a lucapriori »
d'accordo?
jacopo b98 venerdì 6 dicembre 2013
una tragicommedia roccambolesca e divertente Valutazione 3 stelle su cinque
50%
No
50%

 Giovanni Manzoni (De Niro) è un ex boss della malavita newyorkese, ma quando testimonia ad un processo contro dei suoi ex amici, è costretto a partire per la Normandia con la moglie (Pfeiffer) e i due figli (Agron e D’Leo). Lì protetto dall’FBI cercherà di ricostruirsi una vita, ma i sicari americani non ci metteranno troppo a trovarlo. Scritto, prodotto e diretto da Besson è una parodia a 360 gradi del genere gangsteristico. La storia è di per sé già vista, ma la versione tragicomica che Besson mette in scena è indimenticabile. Un profluvio di citazioni, da Leone a Scorsese (che qui è produttore esecutivo a Coppola a Penn; ultra-violenza ai limiti del tarantiniano; ecc. [+]

[+] lascia un commento a jacopo b98 »
d'accordo?
iankenobi mercoledì 13 novembre 2013
come siamo caduti in basso monsieur besson Valutazione 1 stelle su cinque
36%
No
64%

non potevo credere ai miei occhi,dopo aver visto questo film credo che ci siamo giocati anche luc besson,e questo e' grave ma ancor piu' grave e' che ci siano cascati anche fior di protagonisti come pfeiffer,basta botox please,tommy lee jones,ancor piu' imperdonabile perche' di solito non sbaglia un film,e soprattutto de niro.
Ma una leggenda vivente come de niro non si stanca mai di parodiare se' stesso,almeno negli ultimi tempi?fino a dove vorra' spingersi passi per il lato positivo dove almeno lo reinventava e lo prendeva in giro,il mito di se stesso ma qui?pare annoiato anche lui.
Questo film e' indifendibile?che cos'e'?vorrei me lo spiegasse il regista cmq certo non e' una satira perche' non si ride neanche per sbaglio,recitazioni piu' che approssimative,gente che ti parla in inglese senza neanche aver sentito parlare l'interlocutore mah. [+]

[+] lascia un commento a iankenobi »
d'accordo?
pagina: 1 2 3 4 »
Cose nostre - Malavita | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Gabriele Niola
Pubblico (per gradimento)
  1° | angelo bottiroli - giornalista
  2° | holmes19
  3° | mickey97
  4° | jean remi
  5° | tim_darkshadows
  6° | giomama1464
  7° | flyanto
  8° | gl coretti
  9° | enzo70
10° | dandy
11° | francesco df
12° | jacopo b98
13° | filippo catani
14° | halle_13
15° | eugenio
16° | gl coretti
17° | gabardine
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 17 ottobre 2013
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2020 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità