Una vita tranquilla

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Una vita tranquilla   Dvd Una vita tranquilla   Blu-Ray Una vita tranquilla  
Un film di Claudio Cupellini. Con Toni Servillo, Marco D'Amore, Francesco Di Leva, Juliane K÷hler, Leonardo Sprengler.
continua»
Noir, durata 105 min. - Italia, Germania, Francia 2010. - 01 Distribution uscita venerdý 5 novembre 2010. MYMONETRO Una vita tranquilla * * * - - valutazione media: 3,23 su 55 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

'History of Violence'...secondo Cupellini Valutazione 3 stelle su cinque

di gianleo67


Feedback: 59758 | altri commenti e recensioni di gianleo67
domenica 23 giugno 2013

Due giovani killer di una famiglia camorristica sono inviati in Germania per eliminare il dirigente di un'azienda che opera nello smaltimento dei rifiuti. Uno dei due decide di far visita al padre, Rosario Russo, un vecchio boss caduto in disgrazia che tutti credono morto e che si è rifatto una vita come ristoratore sposando una donna tedesca da cui ha avuto un altro figlio. Quando la missione omicida viene messa in atto però, qualcosa sembra andare  storto e per Rosario si materializzano le paure di un passato che ritorna a fargli visita.
Il giovane Cupellini, alle soglie delle sue quaranta primavere, dimostra di avere le carte in regola per imporsi al giudizio di critica e pubblico come una delle poche promesse mantenute di un cinema italiano troppo spesso zavorrato alla insulsa banalità delle produzioni televisive, sfoggiando la sicurezza formale e tematica di una insolita maturità espressiva. Dramma familiare che si riflette nei classici meccanismi del cinema 'nero' (il tema della colpa che ritorna come una ineluttabile condanna del destino) è attraversato da cima a fondo da una insolita tensione narrativa che riesce a trovare nei momenti propizi la giusta valvola di sfogo di una inusitata volenza (il lampo improvviso che squarcia l'attesa di una feroce esecuzione, lo scatto nervoso di una ferale quiescenza dai gesti altrimenti misurati del buon padre di famiglia, l'inevitabile rendez vous con la morte di una drammatica resa dei conti finale) lasciando scorrere sottotraccia i segni impercettibili di un sommesso scricchiolio del presente, l'eco di un passato che ritorna come l'inquietudine di un tiepido venticello che da Sud sembra increspare appena le gelide acque di un lago di montagna. Una 'History of violence' riveduta e corretta nelle forme di un dramma sociale calato nei risvolti di una scottante attualità (le ramificazioni internazionali della criminalità organizzata nostrana, il fiorente mercato delle eco-mafie, l'insospettabile 'latitanza' di un immigrato perfettamente integrato nella nuova comunità teutonica) senza le perversioni psicologiche care al regista Canadese, ma mantendendo con misurata coerenza un lodevole equilibrio nel realismo delle dinamiche psicologiche, lontante tanto dagli eccessi stucchevoli del melodramma quanto dai meccanismi superficiali di un cinema nostrano che da troppi anni ricama sulle atmosfere funeste di una mafiosità da esportazione (la credibilità dei dialoghi viene preservata tanto dalle coloriture dialettali quanto dalla naturalezza delle contaminazioni linguistiche). Cupellini riesce a mantenere una sua originilità espressiva anche quando richiama il linguaggio allusivo (talora sfiorando la metafora) alla Sorrentino, pur impiegandone codici riconoscibili nel talendo impareggiabile del suo attore feticcio, un Tony Servillo di straordinaria intensità, capace di riprodurre le asprezze di un carattere indomito sotto la rassicurante apparenza di un uomo 'tranquillo', la figura tragica e solitaria di un antieroe in fuga dal proprio passato e costretto a fare terra bruciata dietro di sè per salvare i suoi affetti e la propria vita, condannato a ricostruire da zero la propria identità sociale ed umana. Premio a Servillo come miglior attore al Festival Internazionale del Film di Roma 2010 e quattro candidature ai Nastri d'argento al Festival di Taormina. Per una volta meritato finanziamento del Ministero per i Beni e le Attività culturali. Insospettabili qualità del giovane cinema italiano.

[+] lascia un commento a gianleo67 »
Sei d'accordo con la recensione di gianleo67?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di gianleo67:

Vedi tutti i commenti di gianleo67 »
Una vita tranquilla | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
MYmovies
Luca Marra
Pubblico (per gradimento)
  1░ | giulinet
  2░ | www.cine-amando.blogspot.com
  3░ | intothewild4ever
  4░ | pipay
  5░ | renato volpone
  6░ | giank51
  7░ | reservoir dogs
  8░ | gianmarco.diroma
  9░ | quieromirar
10░ | gildo
11░ | giacomogabrielli
12░ | annelise
13░ | vittorio dornetti
14░ | gianleo67
15░ | luca scial˛
16░ | mtom83
17░ | alessandro venier
18░ | annalinagrasso
19░ | maria f.
20░ | olgadik
21░ | enrico lo vecchio
22░ | filippo catani
23░ | francesco2
Nastri d'Argento (4)
Roma Film Festival (1)
David di Donatello (4)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 | 21 | 22 | 23 | 24 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità