La versione di Barney

Acquista su Ibs.it   Soundtrack La versione di Barney   Dvd La versione di Barney   Blu-Ray La versione di Barney  
   
   
   

Il cuore del libro non c'Ŕ: un Barney piatto. Valutazione 2 stelle su cinque

di Domenico A


Feedback: 3198 | altri commenti e recensioni di Domenico A
martedý 25 gennaio 2011

Abbiamo visto “ La versione di Barney “ regia di Richard J. Lewis.
Barney beve come una spugna, fuma sigari Montecristo, ha in gioventù come amici geniali artisti ( nel libro vive a Parigi, nel film invece a Roma ), anche le tre donne che sposa sono belle e la summa di tre epoche differenti della sua vita, ha una carriera professionale ricca di danaro e bella vita. Eppure Barney, vero uomo senza qualità, senza carisma e fisicamente bruttino, non si rende conto della fortuna che ha avuto nella vita, Il fatto che lo rende simpatico però è l’essere generoso a modo suo, essere diretto, linguacciuto, pronto alla rissa e alla battuta.
Tratto dal bel libro, e di notevole successo internazionale, scritto da Mordecai Richler ( scrittore canadese morto settantenne nel 2001 che con Barney ha molto in comune: è canadese, nato nello stesso quartiere, da una famiglia non ricca ebrea, ha vissuto a Parigi, è stato amico di artisti come Ginsberg e Southern e pur in settore differente anche lui ha lavorato per la televisione. Eppure si è sempre ostinato a negare qualsiasi rassomiglianza esistenziale con Barney ) il film cambia l’ambientazione temporale dei fatti, li adegua all’oggi, sposta il periodo bohemienne dagli anni Cinquanta francese a quello dei figli dei fiori romano della fine degli anni Sessanta, da’ un maggiore ordine agli avvenimenti giacchè nel romanzo Barney Panofsky impugna la penna per difendersi dall'accusa di omicidio e da calunnie imbarazzanti scritte dal suo vecchio amico Terry Mciver nel libro “ Il tempo, le febbri “ e quindi la sua memoria divenuta fallibile lo fa andare di qua e di là nel tempo.
Barney Panofsky ( un ottimo Paul Giamatti, dalla lunga carriera - misconosciuta -nonostante abbia solo quarant’anni. Lo ricordiamo nel notevole “ Sideways – In viaggio con Jack di Alexander Payne e “ Duplicity “ di Tony Gilroy) è un produttore televisivo di origine ebrea che ha avuto molto successo con le soap opera in Canada, ed è figlio di un simpatico e arzillo ex poliziotto Izzi ( Dustin Hoffman ). Lo incontriamo al crepuscolo della sua vita, ormai solo, con un rapporto difficile con il figlio e affettuoso con la figlia e con una ex moglie che ama ancora nonostante lei si sia risposata. E’ stato un uomo senza qualità e privo di talento, ma la vita gli ha dato tutto: l’Amore, quello unico, dei bravi figli, degli amici, una carriera professionale che gli ha dato molto danaro e poco impegno. La storia della sua vita si può dividere in tre parti, come tre sono state le mogli. Nella prima, negli anni Sessanta a Roma e un po’ in giro ( un po’ ci ricorda Hemingway di “ Fiesta Mobile “ ), vive alla giornata a Trastevere o giù di lì, tra mansarde incasinate, mostre di pittori , bevute, sballate con droga, e pure sesso a gogò e frequentando amici futuri grandi artisti. Barney vive questa vita senza però esserne protagonista, è solo il buon amico su cui ci si può contare; si sposa anche con una bellissima pittrice ebrea Clara Charnofsky, un po’ folle e dalla vita promiscua che è rimasta incinta non si sa bene di chi ma a cui Barney accetta di riconoscere il bebè. Nella seconda “ vita “, è ritornato in Canada ed è alla ricerca di una sua strada; inizia a lavorare come producer televisivo e qualcuno gli presenta una giovane e bella ragazza ebrea figlia di milionari della comunità. Forse quella vita che sta facendo non gli piace e si lascia trascinare in un fastoso matrimonio con una ragazza di cui non prova nemmeno un briciolo d’affetto, al punto che al pranzo di nozze sbevazza col padre in continuazione e si innamora immediatamente di una ospite, Miriam ( la brava e deliziosa Rosamund Pike – l’abbiamo vista e recensita nei film “ An Education “, “ We Want Sex “, “ Terra Promessa “ di Amos Gitai ). Decide di corteggiarla a distanza, mandandole fiori ogni settimana a New York dove lei lavora; e forse organizza il suo divorzio, lasciando nella casa di campagna sua moglie e il suo amico Boogie, tossico ma anche bello e immorale. E proprio nello stesso giorno in cui scopre i due a letto, l’amico cade in acqua e scompare, Barney viene sospettato ma non accusato, ma nel tempo si fa un nemico acerrimo, l'agente investigativo O' Hearne che pubblica un libro su Barney, e la misteriosa scomparsa dell'amico Boogie ( Scott Speedman ). Ma la vita di Barney, lo abbiamo già detto, è sfacciatamente fortunata, riesce ad avere un appuntamento con Miriam a New York, e nonostante si presenti ubriaco e vomiti anche l’anima, riesce a conquistarla e diverrà l’amore della sua vita, la donna che gli farà conoscere il vero senso dell’amore, la fedeltà e la passione. Con lei vivrà più di venti anni, avrà due figli ( tre nel libro e non riuscirà ad avere con nessuno dei tre un relazione serena ) ma la perderà per il caratteraccio che si ritrova e per una scappatella stupida dettata dalla gelosia. Il film termina con Barney…
Probabilmente agli aficionados del libro, il film è sembrato tradire l’essenza e la struttura romanzesca; forse è vero ma è anche giusto che il linguaggio e la struttura di un film tradiscano il testo letterario proprio perché sono, un libro e un film, due arti così lontane e così vicine allo stesso tempo. Però, se ci sembra giusto che a dei personaggi del romanzo sia stata tolta o aggiunta qualcosa in più nel film, ci dispiace che alcuni aneddoti ( che rendevano Barney “ mitico “ ) siano stati tolti. Un po’ come se a un buon quadro venisse tolta parte ella luce.

[+] lascia un commento a domenico a »
Sei d'accordo con la recensione di Domenico A?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
30%
No
70%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Domenico A:

Vedi tutti i commenti di Domenico A »
La versione di Barney | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1░ | pepito1948
  2░ | writer58
  3░ | laulilla
  4░ | maria cristina nascosi sandri
  5░ | sergio dal maso
  6░ | lucadagostino85
  7░ | giacomogabrielli
  8░ | c.v.b.
  9░ | cararosa
10░ | giuliog02
11░ | luigi.blu
12░ | renato volpone
13░ | stefanovogna
14░ | zampi100
15░ | ale9191
16░ | audreyandgeorge
17░ | giorpost
18░ | rescart
19░ | dado1987
20░ | ultimoboyscout
21░ | spike
22░ | domenico a
23░ | alessandro guatti
24░ | colibrý
25░ | olgadik
26░ | salvo
27░ | franco cesario
28░ | il conformista
29░ | oigres62
30░ | angelo umana
31░ | magtoi80
Rassegna stampa
Lietta Tornabuoni
Premio Oscar (1)
Nastri d'Argento (1)
Golden Globes (2)


Articoli & News
Poster e locandine
1 | 2 | 3 | 4 | 5 |
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 | 9 | 10 | 11 | 12 | 13 | 14 | 15 | 16 | 17 | 18 | 19 | 20 |
Link esterni
Sito ufficiale
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità