La bestia nel cuore

Acquista su Ibs.it   Dvd La bestia nel cuore   Blu-Ray La bestia nel cuore  
Un film di Cristina Comencini. Con Giovanna Mezzogiorno, Alessio Boni, Stefania Rocca, Angela Finocchiaro, Giuseppe Battiston.
continua»
Drammatico, durata 120 min. - Italia, Francia, Spagna, Gran Bretagna 2005. - 01 Distribution uscita venerdì 9 settembre 2005. MYMONETRO La bestia nel cuore * 1/2 - - - valutazione media: 1,99 su 92 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
goldy giovedì 22 settembre 2005
e la plausibilità? Valutazione 2 stelle su cinque
43%
No
57%

La Comencini sembra faccia film soprattutto perchè ama stare tra amici. Tutti di ambito familiare, i protagonisti sono sempre belli, carini, educati, consapevoli, posseduti da infelicità controllata che non li pirta mai alla depressione o alla disperazione. Non sta bene, perderebbero la loro gradevolezzache piace tanto al pubblico per bene. La Comencini è scivolata verso problematiche sempre più inquietanti (l'omosessualità nascosta) per arrivare ora all'incesto e alle molestie in famiglia. Si affrontano problemi pesanti come macigni , ma per carità, nulla che non si possa superare con un dialogo sapiente e un franco scambio di idee. Il prossimo sarà un padre pedofilo o un fratello travestito? In un film sgangherato come questo senza baricentro come si faccia a dare la coppa Volpi alla Mezzogiorno è un mistero che si spiega solo con l'impellenza di dare un premio a qualcosa del cinema italiano così come successe qualche anno fa alla Ceccarelli e a Lo Cascio. [+]

[+] lascia un commento a goldy »
d'accordo?
litz venerdì 25 agosto 2006
realtà soffocate Valutazione 5 stelle su cinque
40%
No
60%

Grande la Comencini, e realistica ed insuperabile la interpretazione di Giovanna Mezzogiorno nulla togliendo ai restanti attori del cast. Purtroppo rifacendomi al titolo di lancio,sono realtà soffocate , attuali della nostra storia relazionale familiare contemporanea.Silenzi , repressioni, che vengono somministrati da genitori che palesemente danno del loro nucleo familiare un impressione positiva., ma non tenendo conto di quel fuoco che lentamente corroderà quella tappa centrale per lo sviluppo di una salda identità intergenerazionale.figli che rimuovono la loro infanzia basi necessarie da tramandare alla propria continuità alla propria prole,infanzia bruciata da un incesto, da una bestia, giochi e affetti violati,e la principale figura di quella relazione primaria, dove stà? Quella figura che instaura un legame di attaccamento con i propri figli ricco di protezione, e responsività,anche lei e soprattuttolei ai miei occhi "é la Bestia da raccontare" Tutto ciò viene riportato nel testo della Comencini, non credo che lasci tempo alle critiche ,ma credo sia doveroso per la nostra generazione e per quelle che verranno a chiedersi, al come "Attivarsi",e al come intervenire per evitare una rimozione della propria -o loro infanzia. [+]

[+] lascia un commento a litz »
d'accordo?
pulcia domenica 18 settembre 2005
niente di speciale Valutazione 2 stelle su cinque
43%
No
57%

Come al solito vado al cinema e ne esco senza entusiasmo. Certo, qualche colpo di scena, come la relazione lesbica tra la Finocchiaro e la Rocca (sono le due che ho apprezzato di più), ma per il resto sapevo esattamente che cosa aspettarmi dalla Mezzogiorno. Le solitw scenate drammatiche che si concludono con una gravidanza problematica ed il tradimento del compagno, il quale, poi, ho trovato proprio poco espressivo in proporzione inversa con l'essere palestrato... Il dramma dell'incesto non fa piangere, anzi, peggio ancora, non mi ha suscitato alcuna emozione, se non quella di aspettare di vedere che cosa succedeva alle due lesbiche. Doveva essere un intermezzo comico per esorcizzare il tragico. [+]

[+] lascia un commento a pulcia »
d'accordo?
nathan nate lunedì 18 agosto 2008
la sublime giovanna mezzogiorno Valutazione 4 stelle su cinque
25%
No
75%

Uno dei film più intensi che abbia mai visto. Ho apprezzato la regia, ma senz'altro il mio giudizio è spinto per la gran parte dal mio entusiasmo e l'affezione agli attori di questo film, prima fra tutte la sublime Giovanna Mezzogiorno. Luigi Lo Cascio l'ho sempre trovato un po' impostato, sarà l'accento siciliano che avverto in ogni sua espressione, o il passato da attore teatrale...ma per la stessa ragione forse, è un attore con una carica recitativa che mi attrae, magari senza conquistarmi.

[+] lascia un commento a nathan nate »
d'accordo?
ezio99 giovedì 15 settembre 2005
diseducativo Valutazione 1 stelle su cinque
44%
No
56%

Un passo falso della Mezzogiorno, comunque brava e intensa, malgrado questo film. Film, ad esser gentili, diseducativo. La banalità dei dialoghi e delle situazioni è pari (in negativo), soltanto alla drammaticità, quasi sacralità, del tema affrontato. La psicologia dei personaggi risulta al limite del grottesco, o del farsesco; non a caso, ad un certo punto, si vede il regista di una serie tv interrogarsi sulla credibilità delle battute, e gli attori, appena fuori scena, scoppiare a ridere. Un tema archetipico come l'incesto meritava scelte stilistiche altrettanto coraggiose, quasi un proprio dominio semantico, entro il quale poter, con difficoltà e umiltà, tratteggiare i vissuti e la fenomenologia di un dramma psicologico. [+]

[+] lascia un commento a ezio99 »
d'accordo?
www.filmcounseling.com lunedì 19 settembre 2005
brava cristina!!! Valutazione 5 stelle su cinque
38%
No
62%

Cara Cristina [Comencini], ho visto il tuo film e le recensioni piu’ aggressive. Quando Freud aveva presentato alla Commissione Scientifica dell’Università di Vienna la sua teoria sessuale delle nevrosi, tutti i cattedrattici viennesi non lo presero sul serio e per il Neuropatologo viennese fu uno smacco. Così lo stesso fu’ per la “l’Interpretazione de sogni” del 1899. Dovette scrivere un altro libretto, .. “il sogno” nel 1900, per spiegare che cosa voleva dire nel libro dell’anno precedente. Il successo per Freud venne dopo. Come credo per il tuo film. Stai tranquilla, queste cose vanno digerite. Infatti Freud aveva cercato di parlare loro con un linguaggio forbito: ecco quindi le ragioni di parlar di Edipo! Vedi, in qualche recensione ho visto parlare di “Incesto” e non di “pedofilia”. [+]

[+] lascia un commento a www.filmcounseling.com »
d'accordo?
pagina: « 1 2
La bestia nel cuore | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Festival di Venezia (1)
Premio Oscar (1)
Nastri d'Argento (6)
David di Donatello (8)


Articoli & News
Shop
DVD
Uscita nelle sale
venerdì 9 settembre 2005
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità