Manhattan

Acquista su Ibs.it   Soundtrack Manhattan   Dvd Manhattan   Blu-Ray Manhattan  
Un film di Woody Allen. Con Michael Murphy, Diane Keaton, Woody Allen, Meryl Streep, Mariel Hemingway.
continua»
Commedia, Ratings: Kids+16, b/n durata 96 min. - USA 1979. - Cineteca di Bologna uscita giovedì 11 maggio 2017. MYMONETRO Manhattan * * * * - valutazione media: 4,24 su 41 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
romeo79 domenica 11 gennaio 2009
le cose per cui vale la pena vivere... Valutazione 5 stelle su cinque
98%
No
2%

Un consiglio. Accendete una gustosa sigaretta e versatevi un corposo bicchiere del vostro miglior cognac. Magari accompagnate il tutto con del cioccolato, qualche mandorla tostata. Spegnete tutte le luci, staccate il telefono ed infilatevi sotto una bella coperta calda. Se poi fuori piove è davvero il massimo. Non sto divagando, credetemi. Perchè questo è Manhattan. Non riuscirei a trovare un modo migliore di descrivere questo film. Nulla che non sia già stato detto sul sublime bianco e nero, sulle musiche di Gershwin, sulla superba fotografia. Mi riferisco al piacere puro che un'opera come questa è in grado di suscitare, uno stato di grazia di una leggerezza ineffabile. Pienezza, ecco il termine. [+]

[+] affinità elettive (di ksb)
[+] @ksb (di romeo79)
[+] stupendo (di alessandra78)
[+] bello.... (di francesco2)
[+] bravo (di gabclub)
[+] illuminante (di billaria)
[+] ottimo (di senand)
[+] pietra miliare nella filmografia del regista (di antoniomontefalcone)
[+] pietra miliare nella filmografia del regista (di antoniomontefalcone)
[+] lascia un commento a romeo79 »
d'accordo?
gwynplaine domenica 12 giugno 2011
bellissimo. Valutazione 5 stelle su cinque
82%
No
18%

Il capolavoro di Woody Allen.

[+] lascia un commento a gwynplaine »
d'accordo?
marco rosella giovedì 3 ottobre 2002
continuità Valutazione 4 stelle su cinque
75%
No
25%

Se ogni film ha la sua frase chiave, Manhattan ne possiede due, e potentissime. Il primo monologo, in cui Isaac (Allen) pensa all'incipit del suo romanzo, e l'ultimo, in cui riflette sulle ragioni per cui rimanere in vita. I due monologhi solo legati indissolubilmente: l'amore per New York, città che era sua e lo sarebbe sempre stata, e l'amore per il volto di Tracy (dell'attrice Mariel Hemingway, straordinariamente naturale), sono in realtà, sebbene con i propri pregi e difetti, un unica ragione di esistenza, al di là di ogni intellettualismo, al di là di ogni pregiudizio.

[+] lascia un commento a marco rosella »
d'accordo?
chamber 237 domenica 2 ottobre 2011
la massima espressione di woody allen! Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

Una città in bianco e nero, dei newyorkesi con problemi, folgoranti battute, citazioni cinematografiche coltissime ed un finale meraviglioso, dove Woody, con un solo sguardo, riassume il significato della vita. Massima espressione di Woody Allen.

[+] nella vita... (di giuliana 1939)
[+] lascia un commento a chamber 237 »
d'accordo?
jos_d domenica 21 giugno 2009
un nuovo modo di rappresentare l' amore Valutazione 4 stelle su cinque
70%
No
30%

E’ il film che consacra Woody Allen come uno dei più originali e provocatori registi del periodo. Protagonista impersonale è il cambiamento dell’etica sessuale e delle relazioni di coppia in una società in cui i valori tradizionali hanno sempre meno peso; a differenza della letteratura cinematografica dominante, in cui le relazioni sentimentali vengono presentate prevalentemente secondo i classici canoni tendenti al sublime, Woody Allen presenta invece un quadro del tutto profano in cui l’amore è fatto di sotterfugi, ripensamenti, compromessi. D’altra parte, la creatività del regista non emerge solo nelle tematiche, ma anche nello stile di regia impiegato: il film è infatti girato integralmente in bianco e nero ed è composto da decine di sequenze la cui durata media si agira intorno ai due minuti. [+]

[+] lascia un commento a jos_d »
d'accordo?
fedeleto mercoledì 23 maggio 2012
amori e problemi a manhattan Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Manhattan e' sicuramente una citta' particolare e interessante,ma soprattutto una grande metropoli a volte confusionaria o dispersiva.Per Ike non e' certo cosi,anzi lui la idolatra o meglio la mitizza come dice lui stesso,e vive l'amore,l'amicizia,la speranza e la fiducia che il futuro puo' portare.Ike e' un uomo sulla quarantina e passa e frequenta una minorenne di diciassette anni.La sua vita cambia quando conosce Mary attraverso il suo amico Yale,anch'egli innamorato di lei nonostante sia sposato.Seppur Ike inizialmente abbia totale astio nei confronti di Mary,gradualmente si affezionera a lei,anche se il suo amico Yale infine gliela portera' via. [+]

[+] lascia un commento a fedeleto »
d'accordo?
bella earl! domenica 11 marzo 2012
allen e la sua manhattan. Valutazione 5 stelle su cinque
100%
No
0%

- Sei così bella che riesco a stento a tenere gli occhi sul tassametro! -
Isaac è uno scrittore di programmi televisivi la cui moglie lo ha lasciato per un'altra donna. Dopo questa brutta esperienza, Isaac, intrattiene una relazione con una diciassettenne. Però un suo caro amico gli fa conoscere Mary la donna con cui tradisce la moglie. I due all'inizio non si trovano bene, insieme, ma poi, ad una festa, scocca la scintilla. Ma non sarà esattamente un bene...
Dopo "Io E Annie" Allen ritorna nei cinema con un altro capolavoro passando dal genere comico alla pura e semplice ironia come se niente fosse. Il ritmo del film è molto lento ma intrinso delle musiche di Gerschwin, l'ironia fantastica di Allen e le grandi interpretazioni degli attori vola via come niente. [+]

[+] lascia un commento a bella earl! »
d'accordo?
brokenflower venerdì 21 settembre 2012
l'ironia dell' "inetto" Valutazione 4 stelle su cinque
100%
No
0%

Il miglior film di Woody Allen! Omaggio alla città tanto amata, la descrive e la penetra attraverso la psiche ( o meglio la psicosi) del suo protagonista. L'ambiente è del tutto americano eppure i rimandi alla cultura europea sono fortissimi. Per rimanere in casa basta nostare che il tema principale: "la crisi dell'intellettuale e la sua inadeguatezza alla società che gli gira intorno" sembra un seguito di tanta letteratura nostrana. Primo fra tutti Italo Svevo (entrambi non a caso di origine ebrea).
Isaac autore strampalato alla  continua ricerca di ispirazione che non sa trovare l'incipit per il suo romanzo e  passa intere giornate a segnare appunti e spunti sembra un pò la versione ironica di Emilio Brentani, scrittore fallito nell'arte e nella vita inetto a tutto, persino all'amore. [+]

[+] lascia un commento a brokenflower »
d'accordo?
angeloumana lunedì 29 maggio 2017
allen parolaio Valutazione 2 stelle su cinque
0%
No
0%

 Può succedere che capiti nel vostro cinema il film rimasterizzato e tornato a nuova vita Manhattan del “grande” Woody Allen, dal lontano 1979. E’ una fortuna per gli amanti del sommo attore-regista-paroliere (e come paroliere per sé o altri egli nacque). Può anche accadere però che qualcuno lo veda per verificare se Allen gli sta semplicemente antipatico oggi e magari nel 1979 faceva cose egregie, o “somme”, tali da avergli creato quella fama che resterà nei libri di cinema. No, antipatico è e antipatico era, con una regia e una storia che più maschilista non si può, risentendo forse dello spirito corrente nei tardi anni ’70. [+]

[+] lascia un commento a angeloumana »
d'accordo?
suonalancora lunedì 28 gennaio 2013
meraviglioso allen Valutazione 4 stelle su cinque
0%
No
0%

Ho sempre apprezzato Allen, ma dopo aver visto questo film il mio apprezzamento si è tramutato in una sorta di amore.
E' inutile, il genio c'è e c'è sempre stato, ma con questo film viene fuori come non mai (forse lo possiamo ritrovare in Io e Annie).
Intanto abbiamo una sceneggiatura perfetta, cosa che d'altronde troviamo sempre, una fotografia eccelsa, una storia fuori dagli schemi e degli attori eccezionali.
I movimenti della macchina da presa sono di per sé poesia e ,come già detto, il bianco e nero è perfetto; La trama la trovo spettacolare, ritroviamo sempre gli stessi personaggi ''nevrotici'' del regista e gli stessi drammi esistenziali, ma il tutto è condito con un pizzico di umanità in più, come sanno fare solo i grandi capolavori. [+]

[+] lascia un commento a suonalancora »
d'accordo?
pagina: 1 2 »
Manhattan | Indice

Recensioni & Opinionisti Premi
Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | romeo79
  2° | gwynplaine
  3° | marco rosella
  4° | chamber 237
  5° | jos_d
  6° | fedeleto
  7° | bella earl!
  8° | brokenflower
  9° | suonalancora
10° | angeloumana
11° | francesco2
12° | f.vassia 81
13° | il cinefilo
14° | fabio1957
15° | notte
Premio Oscar (3)
Nastri d'Argento (2)
Golden Globes (1)


Articoli & News
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità