La mia droga si chiama Julie

Acquista su Ibs.it   Dvd La mia droga si chiama Julie   Blu-Ray La mia droga si chiama Julie  
Un film di François Truffaut. Con Jean-Paul Belmondo, Catherine Deneuve, Nelly Borgeaud, Martine Ferrière, Marcel Berbert.
continua»
Titolo originale La sirène du Mississippi. Drammatico, durata 120 min. - Francia, Italia 1969. MYMONETRO La mia droga si chiama Julie * * * - - valutazione media: 3,17 su 14 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

La femme fatale di Truffaut Valutazione 4 stelle su cinque

di Francesca Giulia


Feedback: 102 | altri commenti e recensioni di Francesca Giulia
martedì 14 agosto 2012

Anche se non fosse bello il film "La mia droga si chiama Joulie" in francese "La sirène du Mississipi" merita di essere visto solo per la presenza di Catherine Deneve, in una delle sue più splendide apparizioni, in questo ruolo di femme fatale fredda e ambigua. Questo film, forse meno conosciuto di altri di Truffaut,come "Effetto notte", "Baci rubati" o "La signora della porta accanto", è veramente un gioiello. Perfetto nella regia, nell'impianto noir della storia, nella caratterizzazione dei personaggi. Efficace l'ambientazione nell’isola di Réunion della prima parte del film. La vicenda è di quelle classiche del cinema noir: la passione cieca di un uomo scatenata dall'apparizione improvvisa della donna ideale, bellissima, dietro cui si nasconde un doppio volto di assassina spregiudicata, avida di denaro. Una donna che trascinerà il protagonista in un abisso di perdizione senza fine. Un archetipo del cinema presente in molti film del genere: "La donna che visse due volte", "Il Postino suona sempre due volte","La fiamma del peccato", "Il volto". Ma l'originalità del film sta nelle atmosfere francesi, negli elementi più tipici del cinema di Truffaut che irrompono nella storia: l'infanzia difficile dei personaggi, la convivenza di sentimenti contrastanti come l'amore e l'odio, la gioia e la sofferenza, la visione dolce e amara della vita, l'ossessione amorosa che arriva fino alla morte. L'intensità della passione è espressa magistralmente dallo sguardo struggente del protagonista, grandissimo Belmondo, verso la donna fin dal primo, misterioso, apparire della Deneve che dice già tutto. In quella scena, dove, nel campo e controcampo, i personaggi vengono inquadrati quando sono in silenzio. Lo struggimento del desiderio, destinato comunque a restare inappagato, è sintetizzato dalla famosa frase citata nel film: "Sei talmente bella che guardarti è una sofferenza - ma se ieri dicevi che era una gioia? Una gioia e una sofferenza". Ma in questo film è anche e soprattutto raccontatata una storia, quella che Truffaut voleva raccontare, la storia di un coltivatore di tabacco che non conosce la vita e che sposa una donna per corrispndenza e si trova impelagato in una vicenda di malavita e morte. Per questa storia è adombrato il lieto fine, perchè alla fine i personaggi in qualche modo ritrovano se stessi e possono redimersi. Arriva uno scorcio di speranza per i due amanti che si allontanano nella neve, senza meta, persi nel nulla, in uno scenario in bianco e nero.

[+] lascia un commento a francesca giulia »
Sei d'accordo con la recensione di Francesca Giulia?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
67%
No
33%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Francesca Giulia:

La mia droga si chiama Julie | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | luca scialò
  2° | francesca giulia
  3° | fedeleto
  4° | piovani84
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità