La mia droga si chiama Julie

Acquista su Ibs.it   Dvd La mia droga si chiama Julie   Blu-Ray La mia droga si chiama Julie  
Un film di François Truffaut. Con Jean-Paul Belmondo, Catherine Deneuve, Nelly Borgeaud, Martine Ferrière, Marcel Berbert.
continua»
Titolo originale La sirène du Mississippi. Drammatico, durata 120 min. - Francia, Italia 1969. MYMONETRO La mia droga si chiama Julie * * * - - valutazione media: 3,17 su 14 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   
luca scialò lunedì 14 novembre 2011
cosa non si fa per amore Valutazione 3 stelle su cinque
83%
No
17%

Lous Mahé è il ricco proprietario di una fabbrica di tabacco sull'isola ri Reunion, isola africana colonia francese. Conosce su un giornale di annunci una donna, Julie Roussel, con la quale, dopo un periodo di corrispondenze, si incontra. La donna è diversa da quella in foto, ma è anche più bella. I due si sposano ma ben presto affioriranno molti lati strani della bella Julie. La quale, ben presto, si scopre una truffatrice in fuga. Louis si mette sulle sue tracce trovandola, ma anziché ucciderla come si era prefigurato, inizia con lei una nuova complicata storia d'amore.
Cosa non si fa per amore di una bella bionda. Perfino perdere tutte le proprie ricchezze, uccidere, rischiare di morire. [+]

[+] lascia un commento a luca scialò »
d'accordo?
francesca giulia martedì 14 agosto 2012
la femme fatale di truffaut Valutazione 4 stelle su cinque
67%
No
33%

Anche se non fosse bello il film "La mia droga si chiama Joulie" in francese "La sirène du Mississipi" merita di essere visto solo per la presenza di Catherine Deneve, in una delle sue più splendide apparizioni, in questo ruolo di femme fatale fredda e ambigua. Questo film, forse meno conosciuto di altri di Truffaut,come "Effetto notte", "Baci rubati" o "La signora della porta accanto", è veramente un gioiello. Perfetto nella regia, nell'impianto noir della storia, nella caratterizzazione dei personaggi. Efficace l'ambientazione nell’isola di Réunion della prima parte del film. La vicenda è di quelle classiche del cinema noir: la passione cieca di un uomo scatenata dall'apparizione improvvisa della donna ideale, bellissima, dietro cui si nasconde un doppio volto di assassina spregiudicata, avida di denaro. [+]

[+] lascia un commento a francesca giulia »
d'accordo?
fedeleto domenica 13 novembre 2011
il successo si chiama truffaut Valutazione 3 stelle su cinque
75%
No
25%

Un uomo,ricco proprietario di un industria che fabbrica tabacco,vuole prendere moglie,e con un annuncio conosce una donna bellissima.Appena si sposano egli decide di cointestare tutti i suoi conti anche a lei,peccato che pochi giorni dopo ella sia fuggita con il malloppo e che in realta' non sia la Julie che lui aveva conosciuto per via epistolare,ma in realta' sia una ladra esperta a sedurre e rubare.La reincontrera' e non potra' fare a meno di fuggire con lei anche dalla polizia,ce la faranno?Truffaut (jules e jim ,la calda amante,fahrenheit 451) dopo baci rubati,ci porta nella storia di un amore contrto,che lascia una scia di enigma dietrola bella julie(catherine denueve)poiche' in fondo e' proprio lei il motore (o meglio la droga come suggerisce il titolo italiano) che crea tutto quello che ne scaturisce,ma  serve proprio che accada tutto cio' per far innamorare Julie?Un buon film che ancora una volta conferma Truffaut come un grande regista.

[+] lascia un commento a fedeleto »
d'accordo?
piovani84 giovedì 2 ottobre 2008
la mia droga si chiama julie, di claudio arresta Valutazione 3 stelle su cinque
44%
No
56%

La mia droga si chiama Julie (1969) La mia droga si chiama Julie è il titolo che la distribuzione italiana ha scelto per tradurre “La sirène du Missisipi”, una scelta che proveremo a motivare in questo capitolo. La sirène du Missisipi è un film che Francois Truffaut ha voluto dedicare a uno dei suoi maestri, Renoir, come dice la scritta stessa subito dopo i titoli di testa alla quale seguono delle immagini storiche, in bianco e nero in cui dei soldati si abbracciano anzichè farsi la guerra. Queste immagini fortemente simboliche, aprono il film, anche se appaiano e sono slegate dallo sviluppo narrativo del plot a differenza di quelle che vediamo successivamente, ovvero un auto che cammina per la città, ripresa prima dall’alto e poi da dietro, con un uomo al volante, quest’uomo non è il protagonista, ma solo il suo socio. [+]

[+] recensione interminabile (di luciano)
[+] luigim86 (di luigim)
[+] lascia un commento a piovani84 »
d'accordo?
La mia droga si chiama Julie | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | luca scialò
  2° | francesca giulia
  3° | fedeleto
  4° | piovani84
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | MYmovies Club | trailer | download film | mygames |
Copyright© 2000 - 2018 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
XHTML | CSS | Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità