Un dollaro d'onore

Acquista su Ibs.it   Dvd Un dollaro d'onore   Blu-Ray Un dollaro d'onore  
Un film di Howard Hawks. Con John Wayne, Dean Martin, Walter Brennan, Angie Dickinson, Ricky Nelson, Ward Bond.
continua»
Titolo originale Rio Bravo. Western, durata 141 min. - USA 1959. MYMONETRO Un dollaro d'onore * * * * - valutazione media: 4,34 su -1 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Ben pi¨ di un dollaro andrebbe assegnato a tutti! Valutazione 4 stelle su cinque

di Great Steven


Feedback: 70003 | altri commenti e recensioni di Great Steven
domenica 8 febbraio 2015

UN DOLLARO D'ONORE (USA, 1959) diretto da HOWARD HAWKS. Interpretato da JOHN WAYNE, DEAN MARTIN, WALTER BRENNAN, ANGIE DICKINSON, RICKY NELSON, CLAUDE AKINS, WARD BOND, JOHN RUSSELL, ESTELITA RODRIGUEZ, MALCOLM ATTERBURY, BING RUSSELL
Non sono poi così abbondanti e straripanti i luoghi comuni che si riscontrano in questo western classico eppure sorprendente, che vede lo sceriffo John G. Chance alle prese con un gruppo di lazzaroni capeggiati dal perfido e sadico Nathan Burdette, un ricco latifondista del luogo, la cui banda è colpevole di ripetute violenze e crimini nella cittadina desertica di Rio Bravo (da cui il titolo originale del film, da non confondere con la pellicola fordiana, uscita nel 1950, che chiuse la “trilogia della cavalleria” dopo i primi due episodi Il massacro di Fort Apache e I cavalieri del Nord-Ovest). L’anziano sceriffo arresta per omicidio Joe Burdette, il fratello di Nathan, ma il gesto gli costa la crescente ostilità del signorotto del luogo. Per far fronte alle minacce, Chance può contare sull’appoggio del vice-sceriffo ubriacone Dude, del vecchio sciancato e petulante Stumpy, del giovane pistolero Colorado Kid e dell’affascinante giocatrice d’azzardo Feathers. Questa combriccola improvvisata ed eterogenea trova nell’amicizia e nella complicità reciproche la chiave per affrontare con coraggio la spietata lotta contro la masnada dei Burdette. In cambio, ognuno troverà il modo di riscattare la propria umile esistenza altrimenti priva di ogni sorta di gloria. Dietro il finale si cela il profondo significato del film, secondo cui ogni errore può essere riscattato da un’impresa impegnativa e audace. Invecchiando, H. Hawks dimostra di migliorare: al suo 39° film come regista, testimonia con sagacia e mestiere implacabile una professionalità davvero invidiabile, che rifiuta ogni rigido accademismo e abbraccia piuttosto un’originalità creativa che trascende i limiti del cinema d’avventura più spudorato per formare una trama avvincente e dare ad una truppa di attori tutti validissimi uno spazio espressivo gigantesco che permette ad ognuno di sbizzarrirsi come meglio crede. Wayne (vero nome: Marion Mitchell Morrison, 1907-1979) avrebbe meritato l’Oscar non per il personaggio del Grinta, Rooster Cogburn, che interpretò dieci anni dopo, ma piuttosto per il personaggio canonico e stupefacente di questo sceriffo che riscopre la sua personalità temeraria e agghiacciante confrontandosi con le proprie difficoltà e travalicando gli ostacoli che una professione seria e responsabile come quella di tutore della legge richiedono. D. Martin è perfetto tanto nella recitazione di un uomo roso dal vizio del bere e dai sensi di colpa quanto nell’interpretazione vocale di un meraviglioso duetto in coppia con R. Nelson, che fa con brio la parte del giovane ma assennato ragazzo abile sia con le pistole che con i discorsi di spavalderia e sicurezza di sé. A. Dickinson appare anche lei a suo agio nel ruolo dell’attraente, maliziosa e birichina giocatrice di poker che tenta, senza prendersi troppo sul serio, di ammaliare con le sue grazie la buonafede dello sceriffo protagonista. Infine, una lode immensa va al mitico W. Brennan, il cui vecchietto zoppo e brontolone resta di diritto nell’immaginario collettivo del western d’oltreoceano come una delle macchiette più riuscite e spassose che mai un attore abbia interpretato in un film straniero. La sceneggiatura, scritta da Jules Furthman e Leigh Brackett, indirizza la propria attenzione sulle vicende umane e sui percorsi interpersonali che gli atti di forza, oltre alle preparazioni fisico-mentali, rendono importanti quando un individuo è in procinto di cadere in un burrone di inutilità che gli può consentire solo di migliorare, una volta toccato il fondo. Dunque il discorso che il regista, insieme ai suoi scelti collaboratori, intesse intorno all’onore, al merito, al valore e alla caparbietà si conferma nella messinscena con un’efficacia che elimina un pessimismo di fondo e lascia spazio a un clima di positività che contagia anche gli spettatori, certamente più liberati e sereni dopo la visione della pellicola. Da sottolineare anche il motivo musicale incalzante e martellante che compare in tutti i momenti clou della storia, ovverosia in ogni situazione in cui il pericolo aleggia sulle teste dei buoni, ivi portato dai cattivi

[+] lascia un commento a great steven »
Sei d'accordo con la recensione di Great Steven ?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
50%
No
50%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Great Steven :

Vedi tutti i commenti di Great Steven »
Un dollaro d'onore | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1░ | chriss
  2░ | ziogiafo
  3░ | claudio
  4░ | samanta
  5░ | brunus10480
  6░ | dandy
  7░ | tomdoniphon
  8░ | iuriv
  9░ | eusepio
10░ | great steven
Shop
DVD
Scheda | Cast | News | Trailer | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2022 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità