Serenity - L'Isola dell'Inganno

Acquista su Ibs.it   Dvd Serenity - L'Isola dell'Inganno   Blu-Ray Serenity - L'Isola dell'Inganno  
Un film di Steven Knight. Con Matthew McConaughey, Anne Hathaway, Djimon Hounsou, Diane Lane, Jason Clarke.
continua»
Titolo originale Serenity. Drammatico, Ratings: Kids+13, durata 106 min. - USA 2019. - Lucky Red uscita giovedì 18 luglio 2019. MYMONETRO Serenity - L'Isola dell'Inganno * * 1/2 - - valutazione media: 2,65 su 43 recensioni di critica, pubblico e dizionari.
   
   
   

Serenity naviga in acque torbide. Valutazione 0 stelle su cinque

di Ashtray_Bliss


Feedback: 29209 | altri commenti e recensioni di Ashtray_Bliss
giovedì 30 maggio 2019

Partiamo da una doverosa premessa: da un film che porta la firma di Steven Knight e dove figurano attori del calibro dei premi oscar McConaughey e Hathaway ci si aspettava molto di più. Knight ha pochi film all'attivo come regista ma in qualità di sceneggiatore ha scritto dei veri e autentci capolavori (come dimenticare il tagliente e violento Eastern Promises per non citare il pù recente drammatico Locke?) ed è quindi naturale crearsi delle aspettative alquanto elevate per i suoi successivi lavori. Sfortunatamente, le aspettative vengono disattese con la sua ultima fatica, Serenity, un film ambiguo e certamente studiato, che vuole risultare originale e spiazzante grazie ad un plot twist a metà film che ribalta letteralmente la prospettiva e l'interpretazione data alla catena di eventi, trainando però la pellicola in terreni lontani dal genere noir e thriller con i quali si presenta originalmente.
Ma sin dalle prime scene s'intuisce benissimo che stiamo assistendo a qualcosa di inspiegabilmente irreale, capace di rievocare dimensioni surreali e oniriche, complice anche la grafica a tratti volutamente artefatta e poco realistica, oppure le reazioni e movenze di alcuni personaggi, in particolare di una strana e ricorrente figura di commerciante che prova insistentemente a raggiungere Baker Dill, il protagonista. L'incontro con questo personaggio comporterà anche la rivelazione, il vero e inaspettato plot twist di cui sopra che comporterà una serie di riconsiderazioni da parte degli spettatori, e dei personaggi stessi. Prima che ciò avvenga invece assistiamo a quello che pare essere il classico e ultra abusato motivo narrativo dove un uomo per evadere dagli orrori del passato si rifugia su un sola remota detta Plymouth e si dedica ossessivamente alla pesca del tonno, in particolare cercando di prendere un tonno di grosse dimensioni ribattezzato Justice (e non è un caso). La sua tranquilla vita isolana viene interrotta con l'arrivo della ex moglie Karen, interpretata da Anne Hathaway, qui trasformata per motivi di sceneggiatura in una inverosimile femme fatale la quale col suo seducente fascino oscuro fa una proposta indecente a Drill: quella di uccidere il suo nuovo violento compagno pur di liberare finalmente lei e il figlio adolescente dal loro calvario domestico. La ricompensa è comunque allettante: 10 mln di dollari. Dill, uomo gretto ma onesto accetta la proposta motivato sopratutto dal fatto che vuole proteggere il figlio col quale si sente sempre legato, quasi telepaticamente connesso, nonostante la lontanaza fisica. Ma proprio allora avviene questo capovolgimento delle prospettive mediante un colpo di scena d'effetto che non è giusto rivelare in questa sede per non rovinare il gusto della sorpresa.
Ed è proprio quello stesso colpo di scena, e le conseguenti reinterpretazioni che seguono, a indebolire il prodotto piuttosto che renderlo genuinamente originale e intensificare l'interesse del pubblico. Il cambio di prospettiva colloca il film in generi completamente diversi da quelli di partenza e anche il mistero precedentemente costruito in parte si affievolisce facendo perdere al prodotto d'intesità e vigore.
Se a questo non proprio brillante plot twist aggiungiamo anche la caratterizzazione alquanto stereotipata e superficiale dei protagonisti principali, e ovviamente anche di quelli secondari, completiamo il quadro di un prodotto ambizioso che scioglie le vele e prende il largo ma rischia di perdersi o peggio di affondare in un susseguirsi di luoghi comuni, stereotipi, consuete dinamiche relazionali che sfociano nel melodramma: il padre amorevole ma lontano da suo figlio a causa di un doloroso divorzio, i due ex coniugi ormai estraniati che si ritrovano, riaccendono la passione e collaborano per il bene comune, il nuovo partner violento di lei ed infine la donna femme fatale ma contemporaneamente vittima di un uomo ricco, potente ma sadico e deviante. E se l'idea di per se poteva essere anche abbastanza interessante, ma non propriamente originale, è l'esecuzione a risentirne maggiormente dal momento che non offre nulla di potente, incisivo, memorabile. Come tematiche ritroviamo l'inesauribile tema della vendetta che fornisce il carburante necessario per le pellicole d'oltreoceano e dove pare essere l'unica garanzia per riparare un grave torto subito per se stessi o i propri cari. Ma si potrebbero scorgere riflessioni anche sui rapporti famigliari e precisamente sul legame padre-figlio, che in questo caso resta forte e indissolubile generando forti sentimenti che motivano il padre ad andare contro le regole di Plymouth e uccidere il violento patrigno di suo figlio. Tra le note positive invece non si può non menzionare la bellissima e curatissima fotografia, molto vivida e particolareggiata, i panorami marini e quel blu ntenso, immenso e infinito che fa da contorno a questa altrimenti banale pellicola accentuando l'atmosfera sin troppo idilliaca e tranquilla, tipica delle isole sonnolente. Anche gli attori non spiccano benchè troviamo un sempre molto calato nel ruolo McCaughney che qui esibisce spesso e volentieri il suo fisico statuario e in gran forma. Anne Hathaway bella e seducente ma poco convincente nei panni di una femme fatale e donzella in pericolo che chiede di essere salvata dal ex marito. La coppia di Interstellar non fa scintille e purtroppo da soli non bastano a risollevare o donare spessore al prodotto in questione. Più interessanti ma di poco spessore i personaggi che attorniano Baker Drill, quali un'inossidabile Diane Lane e uno stoico e maturo Djimon Hounsou
In conclusione, Serenity è un film volutamente ingannevole che riserva una sorpresa al suo interno e toccherà allo spettatore decidere se accettare, e cogliere, positivamente questa prospettiva proposta o se invece affrontarla con confusione e delusione. Personalmente mi è sembrato di assistere ad un film pretenzioso, troppo sicuro delle carte in tavola sulle quali punta ma supportato da uno sviluppo abbastanza mediocre e stereotipato che non lo elevano a quell'opera brillante a cui -forse- aspirava. Gli elementi del thriller, comunque, ci sono e funzionano bene sino a un certo punto; il mistero, il comportamento inusuale degli isolani, la posizione estremamente remota dell'isola e il piano per uccidere un uomo. Tutto dovrebbe funzionare alla perfezione ma poi qualcosa si inceppa in questo meccanismo scritto e diretto da Knight. 
Il risultato è quello  di un film godibile, d'intrattenimento ma intelligente che volutamente confonde e devia gli spettatori per poi presentargli l'alternativa che ribalterà le loro certezze e fornirà una nuova chiave interpretativa la quale è destinata a dividere gli stessi. Ai posteri l'ardua sentenza se effettivamente si tratta di un incompreso capolavoro o soltanto di un prodotto troppo ambizioso che affonda coi suoi buoni propositi. Voto: 2,5/5.

[+] lascia un commento a ashtray_bliss »
Sei d'accordo con la recensione di Ashtray_Bliss?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
63%
No
38%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Ashtray_Bliss:

Vedi tutti i commenti di Ashtray_Bliss »
Serenity - L'Isola dell'Inganno | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Immagini
1 | 2 | 3 | 4 | 5 | 6 | 7 | 8 |
Link esterni
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 18 luglio 2019
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
martedì 22 giugno
Cosa sarà
martedì 25 maggio
Roubaix, Une Lumière
martedì 11 maggio
Mi chiamo Francesco Totti
mercoledì 28 aprile
La prima donna
martedì 27 aprile
L'agnello
Imprevisti Digitali
Altri prossimamente » Altri film al cinema » Altri film in dvd » Altri film in tv »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2021 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità