La mia classe

Acquista su Ibs.it   Dvd La mia classe   Blu-Ray La mia classe  
Un film di Daniele Gaglianone. Con Valerio Mastandrea, Bassirou Ballde, Mamon Bhuiyan, Gregorio Cabral, Jessica Canahuire Laura.
continua»
Drammatico, durata 92 min. - Italia 2013. - Pablo uscita giovedì 16 gennaio 2014. MYMONETRO La mia classe * * 1/2 - - valutazione media: 2,85 su 18 recensioni di critica, pubblico e dizionari. Acquista »
   
   
   

Dare voce e visione al cinema che non ce l'ha Valutazione 3 stelle su cinque

di Riccardo Tavani


Feedback: 33550 | altri commenti e recensioni di Riccardo Tavani
martedì 21 gennaio 2014

Dare voce a chi non ce l’ha, a chi è tolta, a chi non sa o viene impedito di esprimersi. Dare voce ha il senso di dare o ridare una possibilità, una chance storica, sociale a chi viene o è stata negata. Questo sembra essere iscritto nel Dna espressivo dell’arte. In questo film questo dare voce, in quanto possibilità, assume una duplice faccia: cinematografica e civile. C’è, infatti, da una parte, un produttore, Gianluca Arcopinto della Pablo, il quale non è nuovo a dare una possibilità di espressione a progetti, idee di cinema che esulano dalle vie canoniche. Dall’altra, due sceneggiatori, Claudia Russo e Gino Clemente, che insieme a un regista, Daniele Gaglianone, danno voce a un gruppo di  immigrati, provenienti da diversi punti del pianeta. Dare voce qui significa letteralmente offrire loro la possibilità di esprimere pensieri e sentimenti nella lingua del Paese nel quale sono approdati, l’Italia. Claudia Russo, oltre a quello di sceneggiatrice, fa anche il lavoro di insegnante di italiano per immigrati in una scuola periferica di Roma. L’idea originaria del film è stata sua. Dal copione che ne scaturisce si passa alla ricerca del variegato gruppo di trasmigranti che comporranno la classe di studenti, poi alle troupe per le riprese. Qui il progetto iniziale cambia inaspettatamente pelle. Tutto perché uno degli immigrati selezionati è colpito da decreto di espulsione e non più legalmente lavorare sul set (e neanche altrove). Il film si fa allora non  più pura fiction ma neanche reale docu-fiction. Qualcosa di diverso, non facilmente catalogabile. Ai partecipanti è spiegato che l’attore Valerio Mastrandea sarà il loro maestro di italiano, ma essi saranno attori solo di se stessi, senza copione, se non quello di ciò che pensano e sentono. Anche Mastrandea, in realtà, è costretto poi ad improvvisare, ad adattarsi alle situazioni che si determinano spontaneamente sulla scena, ovvero tra i banchi di quella classe, e dimostra di saperlo fare egregiamente. Si è detto che il film, insieme ai convincenti e coinvolgenti momenti di autenticità, sconta anche i difetti, gli intoppi di un simile meccanismo narrativo, che non nasconde, ma semmai mette bene in mostra l’intervento della troupe e del regista in alcune scene cruciali. Può essere anche vero, ma non si tiene conte dell’alto valore di attiva sperimentazione sul campo che un film come questo rappresenta in un momento di cambiamento profondo dell’espressione cinematografica. Cambiamento dovuto all’irruzione di nuovi media elettronici come telefoni mobili, tablet, macchine fotografiche in grado di riprendere, montare e mettere direttamente sul web, e, insieme, di mutati canoni espressivi. Gianluca Arcopinto sarà anche un produttore minore, con disponibilità ridotte di budget, ma non lo è certamente nella visione del cinema,  perché anzi si dimostra all’avanguardia più di molti altri. La struttura sperimentale di questo film, inoltre, non diminuisce affatto il gradimento, la partecipazione emotiva del pubblico alle vicende, alle situazioni che scorrono sullo schermo, anzi! Si è deciso, alla stessa stregua, che il film non abbia neanche una distribuzione canonica nelle sale. Si punta tutto sulla richiesta diretta, sul passaparola, sulla connettività e convergenza degli spettatori a dare voce, visione  - in prima persona e insieme - al loro nuovo cinema e ai suoi nuovi soggetti.

[+] lascia un commento a riccardo tavani »
Sei d'accordo con la recensione di Riccardo Tavani?

Sì, sono d'accordo No, non sono d'accordo
100%
No
0%
Scrivi la tua recensione
Leggi i commenti del pubblico

Ultimi commenti e recensioni di Riccardo Tavani:

Vedi tutti i commenti di Riccardo Tavani »
La mia classe | Indice

Recensioni & Opinionisti Articoli & News Multimedia Shop & Showtime
Pubblico (per gradimento)
  1° | gaiart
  2° | maria f.
  3° | robynieri
  4° | riccardo tavani
  5° | filippo catani
  6° | flyanto
Shop
DVD
Uscita nelle sale
giovedì 16 gennaio 2014
Scheda | Cast | News | Trailer | Poster | Foto | Frasi | Rassegna Stampa | Pubblico | Forum | Shop |
prossimamente al cinema Film al cinema Novità in dvd Film in tv
Altri film » Altri film » Altri film » Altri film »
home | cinema | database | film | uscite | dvd | tv | box office | prossimamente | colonne sonore | Accedi | trailer | TROVASTREAMING |
Copyright© 2000 - 2019 MYmovies® // Mo-Net All rights reserved. P.IVA: 05056400483 - Licenza Siae n. 2792/I/2742 - credits | contatti | redazione@mymovies.it
Normativa sulla privacy | Termini e condizioni d'uso
pubblicità